PAT Regione PUGLIA

Elenco Nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) ITALIANI – PUGLIA

Orecchiette Pugliesi

I PAT: prodotti agroalimentari tradizionali sono produzioni riconosciute dal Mipaaf in ogni regione d’Italia: cosa sono e quanto contano sul territorio? Le produzioni di qualità italiane sono numerose e tra loro troviamo i Prodotti Agroalimentari Tradizionali: PAT. Si tratta di produzioni tipiche che nel loro processo di produzione non subiscono modifiche da almeno 25 anni.

Bevande analcoliche, distillati e liquori
1Amaro del Gargano
2Amaro di San Domenico, Gran liquore di San Domenico
3Ambrosia di arance
4Ambrosia di limone
5Arancino
6Latte di mandorla 
7Limoncello
8Liquore di alloro
9Liquore di fico d’india
10Liquore di melograno
11Liquore di mirto
12Mirinello di Torremaggiore
13Padre peppe elixir di noce
Carni (e frattaglie) fresche e loro preparazioni
14Capocollo di Martina Franca
15Carne al fornello di Locorotondo, Carn o furnid du Curdun
16Carne arrosto di Laterza
17Carne di capra, primaticcio, corvesco, mulattio
18Carne podolica, Bovino pugliese
19Cervellata
20Involtino bianco di trippa di Locorotondo, Gnumerèdde
suffuchète du Curdùnne
21Fegatini di Laterza
22Lardo di Faeto, Rèj de Faite
23Matriata, ‘ntrama fina
24Muschiska
25Pancetta di Martina Franca, A Ventrèsche arrutulète
26Prosciutto di Faeto
27Pzzntell
28Salsiccia a punta di coltello dell’alta Murgia
29Salsiccia alla salentina, Sardizza, Sarsizza, Satizza
30Salsiccia dell’Appennino Dauno
31Salsicciotti di Laterza
32Sanguinaccio leccese, Sangugnazzu
33Soppressata dell’Appennino Dauno
34Soppressata di Martina Franca, A sebbursète
35Tocchetto
36Turcinelli
37Zampina di Sammichele di Bari
Condimenti
38Sugo alla zia Vittoria
Formaggi
39Burrata
40Cacio
41Caciocavallo 
42Caciocavallo podolico dauno
43Cacioricotta 
44Cacioricotta caprino orsarese, Cas rcott
45Caprino
46Giuncata
47Manteca
48Mozzarella o Fior di latte
49Pallone di Gravina
50Pecorino
51Pecorino di Maglie
52Pecorino foggiano
53Scamorza
54Scamorza di pecora
55Vaccino
Grassi (burro, margarina, oli)
56Olio extra vergine aromatizzato
Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati
57Albicocca di Galatone, Arnacocchia di Galatone
58Arancio dolce del Golfo di Taranto
59Asparagi selvatici
60Asparagi sott’olio
61Barattiere, Cianciuffo, Pagnottella, Cocomerazzo
62Batata dell’agro leccese, Patata dolce, Patata zuccherina, Patàna, Taràtufulu
63Bietola di campagna o bietola selvatica
64Borragine
65Capperi del Gargano, Mattinata
66Capperi in salamoia
67Capperi sott’aceto
68Caramelle di limone arancio
69Carciofi di Putignano
70Carciofini sott’olio
71Carciofo di San Ferdinando
72Carciofo di Mola
73Cardoncello
74Cardoni
75Carosello di Manduria, Carusella
76Carota di Polignano
77Carota di Zapponeta
78Carota giallo – Viola di Tiggiano, Pastanaca ti santu pati
79Caruselle sott’aceto, Infiorescenze di finocchio selvatico
sott’aceto, Caruselle allu citu, Finucchiu riestu
80Cavolo riccio
81Cece di Nardò
82Cece nero
83Cetriolo mezzo lungo di Polignano
84Cicerchia, Fasul a gheng, Cicercola, Cece nero, Ingrassamanzo, Dente di vecchia, Pisello quadrato
85Cicoria di Galatina
86Cicoria all’acqua, Cicoria otrantina
87Cicoria “puntarelle” molfettese
88Cicoria riccia, Cecora rizza
89Ciliegie di Puglia, Cerase
90Cima di cola
91Cima di rapa
92Cima di zucchina
93Cipolla di Acquaviva delle Fonti
94Cipolla di Zapponeta
95Concentrato secco di pomodoro
96Conserva piccante di peperoni
97Cotognata
98Cotto di fico
99Cucummaru di San Donato
100Fagiolino dall’occhio
101Fagiolo dei Monti Dauni meridionali, Fasùl
102Farinella
102 bisFava di Carpino
103Fava di Zollino, Cuccìa
104Fave fresche
105Fave fresche cotte in pignatta
106Fichi secchi 
107Fico secco mandorlato (di San Michele Salentino)
108Finocchio marino sott’aceto, Ripili, Critimi, Salippici, Erba di mare
109Fiorone di Torre Canne, Culumbr
110Foglie miste
111Funghi spontanei secchi al sole
112Funghi spontanei sott’olio
113Fungo cardoncello, Cardoncello (Carduncjdd), Fungo ferula (Fong ferv)
114Grespino o Sivone
115Lampascione (Lambascione) o Cipollaccio
116Lampascioni sott’olio
117Mandorla di Toritto, Aminue
118Marasciuli
119Marmellata di arancio e limone
120Marmellata di fichi
121Mela limoncella dei Monti Dauni meridionali, Limoncella
122Melanzane secche al sole
123melanzane sott’olio
124Meloncella, Spiuleddhra, Minunceddhra, Cucumbarazzu, Cummarazzu
125Meloncella tonda di Galatina
126Melone d’inverno
127Meloni di Brindisi 
128Mostarda
129Mostarda di uva e Mele cotogne
130Mùgnuli, Spuriàtu, Spuntature, Càulu, Pòeru
131Oliva da mensa, Mele di Bitetto, Ualie dolc
132Olive cazzate o Schiacciate
133Olive celline di Nardò in concia tradizionale – Olive in concia, Ciline alla capàsa – Volie alla
 capàsa
134Olive in salamoia
135Olive verdi
136Ortica
137Patata di Zapponeta
138Patata zuccherina di Calimera
139Percoca di Loconia
140Peperoni secchi al sole
141Peperoni sott’olio
142Peranzana da mensa di Torremaggiore, Provenzale
143Piattello
144Pisello nano di Zollino
145Pisello riccio di Sannicola
146Pisello secco di Vitigliano, “Piseddhru quarantinu o Piseddhru cucìulu”
147Pomodori appesi
148Pomodori secchi al sole
149Pomodori verdi e pomodori maturi secchi sott’olio
150Pomodorino di manduria, Pomodorino mandurese, Pummitoru paisano
151Pomodoro da serbo giallo, Pummitoro te ‘mpisa giallu,
Pummitoru te prendula giallu
152Pomodoro di Mola
153Pomodoro di Morciano, Pummadoru de Murcianu
154Pomodoro regina
155Portulaca
156Ruchetta
157Salicornia sott’olio
158Salsa di pomodoro
159Sedano di Torrepaduli
160Semi di lino Altamura
161Senape o Cimamarelle
162Sponzali
163Succiamele delle fave-sporchia
164Tortarello
165Uva baresana, doraca, uva drech, imperatore, lattuaria, lattuario, roscio, sacra, sagrone, turca, turchiesca, uva di cera, uva rosa
166Uva da tavola 
167Vicia faba major ecotipo “Fava di carpino”
168Vincotto
169Zucchine secche al sole
170Zucchine sott’olio
Paste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria
171Africani
172Biscotto di Ceglie Messapico
173Bocca di dama
174Buccunottu gallipolino
175Calzoncelli
176Calzone di Ischitella
177Cartellate
178Cavatelli
179Cazzateddhra di Nardò, cazzateddhra cu lu pepe
180Cazzateddhra di Surbo
181Cuddhura, Cuddhura cu l’oe, Palomba, Palummeddhra, Panareddhra, Puddhica cu l’oe
182Cupeta, Cupeta tosta
183Cuturusciu
184Dita d’apostoli, Oi a nuvola, Oi a nnèula, Oi a nèmula, Oi ncannulati
185Dolcetto della sposa, Dolcetto bianco
186Dolci di pasta di mandorle (Pasta reale)
187Farrata di Manfredonia, A farréte
188Focaccia a libro di Sammichele di Bari, Fecazze a livre
189Focaccia barese
190Focaccia di San Giuseppe di Gravina
191Friselle di orzo e di grano
192Fruttone, Barchiglia
193Fusilli
194Grano dei morti
195Intorchiate
196Lagane
197Lasagne arrotolate
198Marzapane, Biscotto tipico, Pasta secca
199Maccaruni
200Mafalda
201Mandorla riccia di Francavilla Fontana, Cunfietti rizzi, Mennuli rizze
202Mandorlaccio
203Mandorle atterrate
204Mostaccioli
205´Mpilla
206Mustazzueli ‘nnasprati, Mustazzòli ‘nnasparati, Mustazzùeli ‘nnasprati, Scagliòzzi,
Castagnole
207Orecchiette
208Ostie ripiene
209Pane di Ascoli Satriano
210Pane di grano duro
211Pane di Laterza
212Pane di Monte Sant’Angelo, Pane di Monte Sant’Aangelo “li panett”
213Pane di Santeramo in Colle
214Panzerotto fritto
215Paposcia (Pizza a vamp) di Vico del Gargano, Pizza schett, Pizza a vamp, Paposcia
216Passulate di Nardò, Pucce con li pàssule, Passuliate
217Pasta di grano bruciato
218Pasticciotto
219Pesce e agnello di pasta di mandorla
220Pettole 
221Piscialetta, Piscialletta
222Pistofatru
223Pitilla, Pirilla, Simeddhra, Brocula, Frizzulu
224Pitteddhre
225Pizza di grano d’india
226Pizza sette sfoglie di Cerignola
227Pizza sfoglia e scannatedda
228Pizzelle
229Pucce, Uliate, Pane di semola, Pane di orzo
230Purceddhruzzi, Purciddhuzzi, Purceddhi
231Ravioli con ricotta
232Rustico leccese
233Sasanello gravinese
234Scaldatelli
235Scarcelle
236Scèblasti, Ascèplasti
237Semola battuta
238Sospiro di Bisceglie, U’ sospère d Vescègghie
239Spumone salentino
240Susumelli, Susumierre
241Taralli
242Taralli neri con vincotto
243Tarallo all’uovo
244Tarallo al vino
245Tarallo dell’Immacolata
246Tenerelli (Confetti “tenerelli”), Chembitte
247Troccoli
248Zèppula salentina, Zèppula, Zeppola
Prodotti della Gastronomia
249Agnello al forno con patate alla leccese, Auniceddhru allu furnu
250Agnello alla gravinese (Agnello in umido alla gravinese)
251Calzone
252Calzoni di ricotta dolce
253Capriata
254Carciofi al gratin
255Carciofi fritti
256Carciofi ripieni
257Cialda
258Cime di rapa stufate
259Cìciri e trya, Lasagne e ceci alla salentina, Lajana e cìcici, Làcana e cìceri, Massa, Massa e
cìciri
260Fave bianche e  cicorie, Fae e fogghie, Fae janche e cicore, Fae nette e foje, Favi e fogghi, ‘Ncapriata
261Fave novelle e cicorie
262Galletto di Sant’Oronzo, Iaddhruzzu te Santu Ronzu
263Grano stumpato, Ranu stumpatu
264Insalata grika
265Lambascioni in agro
266Lambascioni sotto la cenere
267Marro
268Melanzanata di Sant’Oronzo, Meranganata de Santu Ronzu, Parmigiana de Santu Ronzu
269Melanzane ripiene
270Millaffanti in brodo, Mille fanti, Triddhi
271Minestra verde
272Orecchiette con le cime di rapa
273Pancotto
274Panzerotti con ricotta dolce
275Paparine ‘nfucate, Paparine ffucate, Paparine cruffulate, Paaprine fritte
276Parmigiana di melanzane
277Parmigiana di zucchine
278Piselli a cecamariti, Pisieddhri cu li muersi, Muersi e pisieddhi
279Sfricone
280Sgagliozze
281Sopratavola
282Spaghetti alla Sangiovannello
283Spaghetti con le cozze
284Spezzatu, Spezzatieddhu, Spizzatiellu, Spazzatu
285Teglia al forno con patate riso e cozze
286Zucchine alla poverella
Preparazioni di pesci, molluschi e crostacei e tecniche particolari di allevamento degli stessi
287Alici marinate
288Cozze piccinne allu riènu, Cuzzeddhre allu riènu
289Cozza tarantina, Cozza gnure
290Monacelle, Munaceddhre’mpannate, Munaceddhri’mpannati, Monaceddhi ‘mpannati,
Uddratieddhri, Cozze munaceddhre alla ginuvese
291Polpo alla pignatta, Purpu a pignatta
292Quatàra di porto cesareo, Quataru ti lu pescatore, Quatàra alla cisàrola
293Scapece gallipolina
294Scapece di Lesina
295Zuppa di pesce alla gallipotana, Suppa alla caddhripulina
Prodotti di origine animale (miele, prodotti lattiero caseari di vario tipo escluso il burro)
296Ricotta
297Ricotta forte
298Ricotta marzotica leccese
299Ricotta salata o marzotica

*Deroga alle norme igienico sanitarie

I PAT vengono riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (Mipaaf) in ogni regione d’Italia e l’elenco dei riconoscimenti si arricchisce ogni anno di produzioni tipiche la cui origine si perde nel tempo. Al 2020 in Italia si contano più di 5000 Prodotti Agroalimentari Tradizionali. In Sardegna siamo a più di 200 e tra questi ritroviamo alcune tra le preparazioni più antiche e tradizionali dell’isola

Questi prodotti rappresentano un patrimonio vastissimo, spesso inesplorato e non facile da comunicare vista la sua immensa varietà, i Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) vanno ad integrarsi in un patrimonio agroalimentare, quello italiano, che insieme alle produzioni a marchio DOP e IGP è tra quelli di maggior qualità.

Nel 2020 i Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) riconosciuti dal Mipaaf sono distribuiti su tutto il territorio italiano, 5206 in tutti, con delle distinzioni dettate dalle diverse categorie merceologiche che sono più o meno diffuse da regione a regione. Sicuramente numerose in ogni regione d’Italia le PAT per pasta, pane e dolci, le cui varietà si moltiplicano di paese in paese, da nord a sud dello stivale.

Il confronto dei dati del 2020 con quelli del 2016 ci permettono di notare come i Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) siano in continuo aumento. Indice del fatto che la consapevolezza di produttori e consumatori per il valore delle tipicità locali dell’agroalimentare italiano è sempre più diffuso, e alla ricerca di investimenti e promozione.

Un enorme patrimonio da salvaguardare, in termini di cultura ma anche di sviluppo delle economie locali: qual è il ruolo che i prodotti tradizionali possono assumere nello sviluppo di forme di turismo sostenibile? Ne abbiamo parlato nell’articolo I prodotti tradizionali e il turismo sostenibile con Fabio Parasecoli, professore di Food Studies alla New York University.

Aggiornamento del 10 febbraio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *