La rana Bombina orientalis

La rana bombina È comunemente chiamata ululone dal ventre rosso per il verso emesso dai maschi durante il periodo della riproduzione e la colorazione accesa che la caratterizza. Tale colorazione è per questa rana un sistema di difesa: se minacciata si ribalta mostrando la pancia, così da intimorire eventuali predatori. I tubercoli del dorso emettono una sostanza tossica, che però non viene prodotta dalle rane in cattività. Come precauzione è comunque sufficiente lavarsi le mani dopo averle toccate.

View More La rana Bombina orientalis

Origine dello 0!

Fu in particolare Leonardo Fibonacci a far conoscere la numerazione posizionale in Europa: nel suo Liber abbaci, pubblicato nel 1202, egli tradusse sifr in zephirum; da questo si ebbe il veneziano zevero e quindi l’italiano zero. Anche il termine cifra discende da questa stessa parola sifr. Tuttavia già intorno al 1000, Gerberto d’Aurillac (poi Papa col nome di Silvestro II) utilizzava un abaco basato su un rudimentale sistema posizionale.

View More Origine dello 0!

Il percorso verso un futuro più verde inizia nelle nostre città

Le emissioni derivanti dalla gestione degli edifici hanno raggiunto il livello più alto mai raggiunto nel 2019, allontanando ulteriormente il settore dal realizzare il suo enorme potenziale di rallentare il cambiamento climatico e contribuire in modo significativo agli obiettivi dell’accordo di Parigi, secondo un nuovo rapporto pubblicato oggi.

View More Il percorso verso un futuro più verde inizia nelle nostre città

L’Europa fa debuttare i treni passeggeri a idrogeno con spinta a zero emissioni di carbonio

Alstom promuove da più di cinque anni treni che funzionano a celle a combustibile come alternativa ai motori diesel a emissioni di carbonio. Oltre al progetto tedesco, il secondo più grande fornitore di attrezzature ferroviarie al mondo ha vinto all’inizio di questo mese un ordine dalla ferrovia nazionale francese per un doppio treno idrogeno-elettrico e ha ottenuto altri contratti in Germania e in Italia.

View More L’Europa fa debuttare i treni passeggeri a idrogeno con spinta a zero emissioni di carbonio

Clima, Accelerazione dello scioglimento dei ghiacciai negli ultimi 20 anni

I segnali e le osservazioni raccolte dai satelliti già lo facevano ipotizzare, ma ora è arrivata la prima conferma: lo scioglimento di due dei maggiori ghiacciai antartici, Pine Island e Thwaites, ha raggiunto il punto di non ritorno. Si ritiene che lo scioglimento dei ghiacci in questa regione, ormai inarrestabile, potrebbe portare al collasso dell’intera piattaforma glaciale dell’Antartide occidentale, che contiene abbastanza ghiaccio da far innalzare di oltre 3 metri il livello dei mari. A indicarlo è il modello elaborato e pubblicato sulla rivista Cryosphere, dai ricercatori dell’università Northumbria, guidati da Sebastian Rosier.

View More Clima, Accelerazione dello scioglimento dei ghiacciai negli ultimi 20 anni

STIMA DELLA QUANTITÀ DELLE RISORSE IDRICHE , RICHIESTA E CRITICITÀ

Le acque dolci rappresentano il 2,5% del totale delle acque del pianeta e risiedono per il 99% nei ghiacci (24 milioni di km3 ) e nel sottosuolo (10,5 milioni di km3 ), pertanto circa nella proporzione di due terzi ed un terzo. In forma liquida sono presenti 93 mila km3 nei laghi e nei fiumi. In forma di vapore è disperso nell’atmosfera l’equivalente liquido di 12.900 km3.

View More STIMA DELLA QUANTITÀ DELLE RISORSE IDRICHE , RICHIESTA E CRITICITÀ

La stazione ferroviaria del Regno Unito, Leighton Buzzard raccoglie l’energia cinetica dai passi dei pendolari

La stazione ferroviaria di Leighton Buzzard nella contea britannica del Bedfordshire ha installato due passerelle costituite da piastrelle cinetiche che utilizzeranno l’energia creata dal peso dei passi dei pendolari per alimentare due banchi di ricarica USB e uno schermo di dati digitali.

View More La stazione ferroviaria del Regno Unito, Leighton Buzzard raccoglie l’energia cinetica dai passi dei pendolari

“Spazi blu” urbani

Ma mentre molti studi si sono concentrati sugli spazi verdi, i ricercatori stanno anche iniziando a esaminare i benefici per la salute di vivere vicino all’acqua. Finora, gli studi dimostrano che le persone che vivono vicino all’acqua hanno un minor rischio di morte prematura, un minor rischio di obesità e generalmente riferiscono una migliore salute mentale ed un maggiore benessere. Questi spazi blu riducono anche il divario tra le aree meno abbienti e quelle più ricche a rischio di morte prematura.

View More “Spazi blu” urbani