A sette borghi piemontesi il miglior rapporto offerta culturale-impatto ambientale

“I nostri piccoli borghi – afferma l’assessore regionale alla Cultura Turismo e Commercio, Vittoria Poggio – devono ritrovare l’orgoglio di essere protagonisti nel panorama europeo dell’offerta turistica per aver scritto il passato d’Italia e anche del Vecchio Continente. Siamo infatti tra le regioni con la più alta concentrazione di piccoli Comuni che racchiudono storie e paesaggi risalenti all’epoca romana capaci di offrire un’offerta culturale, turistica e paesaggistica in armonia con la natura”.

View More A sette borghi piemontesi il miglior rapporto offerta culturale-impatto ambientale

Sentiero Italia CAI LIGURIA 09° Tappa Passo di Ventarola – Barbagelata

Passo di Ventarola – Barbagelata Una tappa breve caratterizzata da dislivello ridotto a saliscendi. Dal Passo di Ventarola Sud si scende al Passo di Ventarola Nord e si passa nei pressi delle cime del Monte Rondonara e del Monte Roncazi intorno a 1000 metri sul livello del mare. In salita si tocca la punta del Monte della Scavizzola a 1125 metri poi si scende al Bric dell’Arietta e si prosegue al valico stradale del Passo della Scoglina. L’ultimo tratto in salita porta all’abitato di Barbagelata dove sorge l’omonimo rifugio per il pernottamento. Siamo a cavallo tra la Val d’Aveto, la Valle Sturla e la Val Trebbia, Comune di Lorsica.

View More Sentiero Italia CAI LIGURIA 09° Tappa Passo di Ventarola – Barbagelata

Sentiero Italia CAI LIGURIA 08° Tappa Passo della Forcella – Passo di Ventarola

Passo della Forcella – Passo di Ventarola Con questa tappa breve e di dislivello ridotto il Sentiero Italia procede ulteriormente verso ovest abbandonando i confini del Parco Naturale Regionale dell’Aveto. Dal Passo della Forcella si procede per un primo tratto lungo una strada carrozzabile prima di imboccare un sentiero che sale al Passo della Crocetta a 927 metri sul livello del mare. Inizia un tratto in salita che conduce al Monte Ramaceto a 1345 metri di quota lungo il crinale che si affaccia sulla valle formata dal Torrente Lavagna. La tappa si conclude in discesa fino al Passo di Ventarola Sud a quota 1050 metri.

View More Sentiero Italia CAI LIGURIA 08° Tappa Passo della Forcella – Passo di Ventarola

MARCHE Mela Uncino – ViVi Green

A rappresentare la regione Marche è stato scelto un albero dimenticato di cui al momento si conoscono solo tre o quattro esemplari, la cosiddetta Mela Uncino, che ancora si trova nella frazione di San Sisto, nel comune di Pian di Meleto (PU). Si tratta di un frutto di buona pezzatura, dalla forma allungata, troncato in punta; il suo colore è verde finemente puntato di bianco, dal sapore dolce-acidulo.

View More MARCHE Mela Uncino – ViVi Green

UMBRIA Olivo di Trevi – ViVi Green

Olivo millenario che vegeta nel comune di Trevi in provincia di Perugia, località Bovara. Questa pianta è conosciuta anche come Olivo del Vescovo od Olivo di Sant’Emiliano, a memoria del martire che la leggenda racconta sia stato legato al suo tronco e poi ucciso, nel 303 d.C..

View More UMBRIA Olivo di Trevi – ViVi Green

TOSCANA Uva Vecchia – ViVi Green

Si tratta di viti molto rustiche che però sono state soppiantate dai vitigni di nuova generazione, più produttivi. Varietà non particolarmente esigente dal punto di vista agronomico, produce grappoli di piccole dimensioni con chicchi rosati, dolci e di gradevole sapore; potrebbe essere interessante il suo rilancio, soprattutto per la produzione di vini rosati biologici. Questo vitigno, già presente in passato in Toscana, potrebbe essere tra quelli dipinti dal Bimbi nelle sue famose nature morte che riproducono antiche varietà di uve, parte delle quali scomparse e oggi presenti solo nei quadri realizzati per la potente famiglia Medici.

View More TOSCANA Uva Vecchia – ViVi Green

VENETO Pero festaro – ViVi Green

Il Pero Festaro viene chiamato anche Pero Sestaro; è una vecchia varietà coltivata nella Valle Dell’Agno e del Chiampo, ma è poco diffusa e la si commercializza solo nei mercatini locali delle due valli. La produzione non è molto elevata; si tratta di pochi quintali che sono destinati direttamente a questi mercati. La pera viene chiamata Sestaro per la sua forma di cesta, in dialetto veneto “sesta”. Il Molon nel 1901 parla di Pero Festaro perchè proveniente dall’orto dei signori Festari di Valdagno (VI). E’ una varietà che veniva coltivata in passato nei territori collinari e montani per la sua rusticità e per la qualità dei frutti.

View More VENETO Pero festaro – ViVi Green

FRIULI VENEZIA GIULIA Pero da Sidro – ViVi Green

Varietà di pera molto antica, prodotta da grandi alberi dalla chioma voluminosa, coltivati vicino alle case dei contadini friulani, ove ancor oggi se ne possono trovare diversi esemplari. Presso la stazione ferroviaria di Camporosso, in provincia di Udine, la strada è fiancheggiata da peri secolari di dimensioni ragguardevoli che ne fanno un bellissimo viale

View More FRIULI VENEZIA GIULIA Pero da Sidro – ViVi Green

Pomologica di Ficus Carica

L’attività di raccolta e conservazione delle specie arboree da frutto e in particolare della specie Ficus carica dura tutto l’anno e trova nella Pomologica un momento di celebrazione. Ogni anno con una Pomologica interamente dedicata ai fichi, mettiamo in mostra i gioielli dell’intera collezione pazientemente messa a dimora nel conservatorio botanico della Valle d’Itria che conta oltre 500 varietà di fichi. La storia di ciascun fico ve la racconterà Paolo Belloni, fondatore e custode dei Giardini di Pomona. E siccome ben fatto è anche meglio che ben detto, concluderemo l’esperienza con una degustazione dei fichi in mostra.

View More Pomologica di Ficus Carica

L’ECCELLENZA CULINARIA MULTICULTURALE SICILIANA SI ACCORDA CON QUELLA LIGURE

L’ECCELLENZA CULINARIA MULTICULTURALE SICILIANA SI ACCORDA CON QUELLA LIGURE Non sarebbe male un gemellaggio tra le due realtà geografiche, così lontane ma notevolmente vicine per l’affaccio sul mare ed i gusti speciali che nascono da tradizioni antiche che esaltano la cultura, il turismo e le radici del tricolore italiano.

View More L’ECCELLENZA CULINARIA MULTICULTURALE SICILIANA SI ACCORDA CON QUELLA LIGURE