Vini del Piemonte
ASTI DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO ASTI DOP

Asti DOP – PIEMONTE

La Denominazione di Origine Protetta “Asti” è riservata a quattro tipologie di vini: Asti Spumante, Asti Spumante Metodo Classico, Moscato d’Asti e Moscato d’Asti vendemmia tardiva. Inoltre, vi rientrano anche tre sottozone: Canelli, Santa Vittoria d’Alba e Strevi.

Uvaggio

I vini Asti sono prodotti in purezza, utilizzando esclusivamente uve provenienti dal vitigno Moscato bianco.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il vino Asti Spumante (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) ha un colore tra il giallo paglierino e il dorato assai tenue, con spuma fine e persistente, l’odore è caratteristico e delicato e il sapore aromatico, dolce ed equilibrato. L’Asti Spumante Metodo Classico (12% vol.) ha colore, sapore e spuma simili al precedente ma un odore più spiccato. Il Moscato d’Asti (11% vol.) è giallo paglierino, con un odore caratteristico e fragrante di Moscato e un sapore dolce, aromatico e talvolta vivace. Infine, il Moscato d’Asti vendemmia tardiva (11% vol.) è giallo dorato; l’odore è caratteristico dell’uva appassita, fruttato, molto intenso e con note speziate; il sapore è dolce, armonico e vellutato, con sentori che ricordano il favo di miele.

Zona di produzione delle uve

I vini Asti vengono prodotti nel territorio di 52 comuni piemontesi, divisi tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo.

Specificità e note storiche

La zona di produzione dei vini Asti è caratterizzata da importanti differenze nella morfologia del terreno: calcareo, argilloso, sabbioso. Queste variazioni vengono in rilievo in maniera chiara nelle sfumature olfattive che i diversi vini esprimono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.