Spezzatu PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Puglia

Spezzatieddhu, Spizzatiellu, Spazzatu

Spezzatino di carni miste cucinate in umido e passate in forno con uova.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura

Ingredienti: uova, carni d’agnello, maiale, vitello, olio extravergine d’oliva, formaggio grattugiato, cipolla,   prezzemolo, sale e pepe nero Si scalda della cipolla in olio extravergine d’oliva e, prima che la cipolla imbiondisca, si uniscono i pezzi di carne mista e si fanno rosolare. Quindi  si aggiunge  la salsa di pomodoro (preferibilmente di produzione casareccia) e si  lascia cuocere per circa un’ora. Si prepara, poi,  una sorta di pastella a base di uova, pane di grano duro grattugiato e formaggio grattugiato. Si versa in un tegame uno strato di pastella, si sistema sopra la carne con la salsa, si ricopre con altra pastella e si pone a cuocere in forno a 200 C° per circa 1 ora.

(Oppure, si cuoce con il sistema fuoco sotto e fuoco sopra, adoperando il cosiddetto forno di campagna). Si passa il contenuto del tegame in una casseruola e si ultima la cottura rimescolando il tutto.

Elementi che comprovino che le metodiche siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni

E’ una ricetta tradizionale  di solito preparata durante il periodo pasquale. Si vedano: Puglia dalla Terra alla Tavola, ADDA Editore 1979 pag. 351 ed anche le citazioni di G. ROHLFS (sul Vocabolario dei Dialetti Salentini pag. 674 – CONGEDO Ed. 1976 ) e di A. GARRISI s(ul Dizionario Leccese – Italiano pag. 707 ed. Capone 1990).

Territorio

Provincia di Lecce

Insalata grika PAT

L’insalata grika è un piatto composto della tradizione gastronomica del territorio di Martignano e dei Comuni della Grecìa Salentina, in provincia di Lecce. E’ ottenuta da una miscela di prodotti freschi, coltivati in loco e nel Salento, che la rendono un piatto completo ed espressione sana della dieta mediterranea.  E’ composta dalle seguenti materie prime,…

Leggi di +

Capocollo di Martina Franca PAT

Le origini del Capocollo di Martina Franca. Anticamente, i suini allevati in Salento, nella zona di Taranto e più in generale in Puglia, venivano portati per essere macellati e lavorati a Martina Franca. La manodopera martinese, abbinata al clima eccezionalmente fresco, ventilato e secco, rappresentavano in connubio perfetto per la lavorazione degli insaccati. Durante tutto…

Leggi di +

Meloni di Brindisi PAT

Il melone giallo di Brindisi può raggiungere anche i 4 kg di peso. È facilmente riconoscibile, oltre che per la sua dimensione, anche per la sua buccia di colore giallo intenso. Il frutto è di dimensioni voluminose e presenta una buccia grinzosa interamente gialla. La forma è allungata alle due estremità, la polpa invece è…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.