Cavolo riccio PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Puglia

Cavolo a foglia riccia e liscia, Cole rizze, Cul rezz, Colerìzze, Càvele rizze

Il cavolo riccio, meglio noto come cole rizze, è una antica varietà pugliese, che viene coltivata nelle murge meridionali, in provincia di Bari. Nella località di Noci incontra le condizioni idonee per crescere, nonostante terreni poveri e clima caldo. La pianta non supera il metro di altezza, le foglie si presentano incise e frastagliate, ricce o lisce, con cime piccole.

La semina avviene ad agosto, mentre la raccolta cade tra novembre e febbraio. I giovani getti, dal profumo intenso e deciso, rappresentano la parte edibile, che per lungo tempo ha accompagnato i pasti dei contadini di queste terre: fave e cole rizze era un piatto largamente diffuso fino agli anni ‘50, veniva consumato anche freddo, talvolta come merenda durante le faticose ore di lavoro nei campi. Altre ricette tipiche lo propongono cucinato in tempura con la senape, o di accompagnamento nella pasta con i tronchetti. La bassa resa ha portato a un lento declino nella coltivazione del cavolo riccio; ad oggi, vi è un solo produttore che ne conserva la memoria.

Territorio

Bari

Fonte @puglia.com

Bietola di campagna o bietola selvatica PAT Puglia

Molto simile alla bieta coltivata, ha foglie verde scuro più turgide e piccole, a forma di rombo, molto lucide e bitorzolute, con una lievissima peluria lungo la costa. Le foglie hanno venature di un verde più chiaro e leggermente affossate. Dall’inizio della primavera all’estate inoltrata, produce dei fiori di un verde molto chiaro raccolti in…

Continua a leggere

Ricotta marzotica leccese PAT

Viene prodotta principalmente nel Salento, in particolare nella provincia di Lecce. Il suo sapore, aromatico e molto intenso, ha conquistato i palati più fini ed è uno dei prodotti tradizionali più importanti della regione. Questa ricotta è detta “marzotica” perché la produzione comincia ai primi di Marzo e continua per tutti i mesi primaverili.

Continua a leggere

Pitteddhre PAT

Dolci simili a crostatine, dalla forma di piccola guantiera dai bordi rialzati, guarnite con confettura d’uva. Alla farina tipo 00 (oppure farina di grano duro setacciata) si aggiunge un 20% di olio d’oliva, buccia di limone (finemente grattugiata) e poco sale. Si impasta a lungo il tutto, sino ad ottenere una pasta elastica, aggiungendo se…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *