Orecchiette con la rucola PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Puglia

Orecchiette con la ruca, Orecchiette con la rugola, Cavatelli con la ruchetta, Strascinate ca rucle, Cicatill-e rùchele, A bandìr, Ricchie cu ‘lla rucula

Chi parla di orecchiette fatte a mano sa che sta parlando di Puglia, poiché è qui che il tipico piatto di pasta ha avuto origine ed è tutt’oggi giornalmente preparato dalle massaie più indefesse, anche per strada, su appositi banchetti lungo le vie in penombra delle zone più insospettabili di ogni città. I pomodorini, d’altro canto, sono un prodotto tipico del territorio, in particolare dell’intera area della Daunia.

La loro dolcezza e la grande quantità che le coltivazioni locali sono in grado di ottenere permettono a chiunque di avere sempre a disposizione dei pomodori per ogni circostanza a bassissimo prezzo. La rucola, infine, si presta facilmente a un gran numero di piatti ed è anch’essa un prodotto peculiare del territorio pugliese, spesso consumata selvatica, appena colta in campagna.

Le orecchiette con pomodorini e rucola, anche detto piatto della bandiera italiana, rappresentano un insieme capace di coniugare tre tipici sapori della regione Puglia con poco prezzo e decisamente prestandosi ad essere realizzato da chiunque.

La realizzazione delle orecchiette con pomodorini e rucola è incredibilmente rapida, poiché condimento e cottura possono procedere di pari passo. Ponete in acqua a bollore le orecchiette precedentemente preparate a mano con metà del vostro mazzetto di rucola precedentemente lavato.

Sbucciate l’aglio e lavate i pomodorini, asciugandoli e tagliandoli a metà. In una pentola larga ponete otto cucchiai di olio con lo spicchio d’aglio e scaldate. Dopo un minuto aggiungetevi pomodorini e rucola, facendo saltare per qualche minuto.

Una volta cotta la pasta scolatela con la rucola e aggiungetela al contenuto in padella, facendo saltare per un altro minutoEliminate l’aglio, mettete in un piatto e a piacere condite con un filo di olio extra vergine d’oliva fresco.

Fonte @puglia.com Vedi RICETTA

Nel libro “Puglia. Turismo/Storia/Arte/Folklore” (AA.VV., 1974) il prodotto è menzionato più volte all’interno del capitolo “La Cucina e i Vini tipici”, curato da Sada: “strascinate ca ruclei”, Foggia (a pagina 571); “cicatill-e rùchele”, Lesina (a pagina 573); “cicatill-e rùchelei”, Lucera (a pagina 574); “orecchiette con la ruca”, Canosa di Puglia (a pagina 584).

Nel libro “Puglia. Guida turistico-culturale” (Carofiglio, 1995), il prodotto è citato nel capitolo “Repertorio della cucina pugliese”, di cui è autore lo stesso Luigi Sada. Nella sezione intitolata “Varietà di pasta” si parla di orecchiette, nominando “strascinate ca rucle” secondo la tradizione di Foggia (a pagina 42).

Nel libro “La cucina pugliese. Le tradizioni a tavola” (Antonietta Pepe, 1990, Edizioni del Riccio, Firenze) l’autrice descrive la ricetta “Orecchiette con la rucola” (a pagina 50).

Atlante PAT Puglia 2022

Territorio

Intera regione Puglia

Pecorino foggiano PAT

Il pecorino foggiano è un formaggio grasso derivato dal latte di pecora, di breve, media o lunga stagionatura, a pasta dura. Formaggio di piccole o grandi dimensioni, di breve o lunga stagionatura. Tipico per la piccantezza che assume con la stagionatura. Prodotto in un territorio dove l’influenza del mare si fa sentire. Forma cilindrica a…

Leggi di +

Mostarda PAT

Marmellata di uva consistente di colore bruno L’uva dei locali vitigni da vino (principalmente Negro Amaro, Malvasia Bianca e/o Nera) viene accuratamente lavata dopo averne tolti i racimi, quindi posta in cottura, con 200 g di zucchero per kg di uva, fino al raggiungimento della densità normale delle marmellate. Dopodiché viene posta in contenitori di…

Leggi di +

Marmellata di fichi PAT

La marmellata di fichi, una deliziosa conserva che si prepara a fine agosto quando i frutti sono dolci e maturi. Un frutto estivo che in questo periodo viene trasformato in una dolce confettura. La marmellata di fichi è perfetta per la farcitura di crostate, da spalmare su una fetta di pane o da gustare insieme…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.