ABBUOTO Vitigni d’ITALIA

Vitigno a bacca nera di oirigini remote, dalle cui uve in un passato remoto si produceva con molta probabilità il famoso Cécubo, più volte decantato da Orazio. Secondo quanto riporta il Drao (1934) – unico studioso a essersi occupato, per quanto ne sappiamo, di questo vitigno -, era originariamente coltivato nell’area pedemontana e collinare del comune di Fondi, in provincia di Frosinone.

View More ABBUOTO Vitigni d’ITALIA

Pacciamatura, cos’è e come va fatta

La pacciamatura, come si legge sul portale specializzato My Green Help, è un’operazione che consiste nel ricoprire il terreno attorno ad una pianta o al suo fusto, utilizzando materiali diversi, sia naturali che artificiali. Si tratta di una tecnica utilizzata sia per il giardinaggio che per la coltivazione agricola; in linea di principio, la pacciamatura serve a migliorare il processo vegetativo, migliorando le condizioni del terreno in cui è stata messa a dimora la pianta. 

View More Pacciamatura, cos’è e come va fatta

Catalogna cicoria, puntarelle

La produzione delle puntarelle è sicuramente un’avventura di sicura soddisfazione. Per questa coltivazione vanno utilizzate prevalentemente due varietà di cicoria (Cichorium intybus), e cioè: la cicoria puntarella di Gaeta, caratterizzata da germogli più lunghi e affusolati e la varietà cicoria puntarella di Galatina, caratterizzata invece dai germogli interni più grossi e compatti.

View More Catalogna cicoria, puntarelle

Legge 2015 del 2017 Norma regolante i distretti biologici

retti biologici, in attesa dell’approvazione definitiva del disegno di legge 988/2018 recante “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, per il momento approvata in Commissione agricoltura in Senato (Gennaio 2021) ma ancora da votare alle Camere per l’approvazione definitiva.

View More Legge 2015 del 2017 Norma regolante i distretti biologici

I biodistretti in Italia: stato dell’arte

Si tratta di una realtà molto variegata, che non si basa su un unico modello, se non quello genericamente riferito allo sviluppo locale basato sui valori dell’agricoltura biologica. Per fini puramente classificatori, è possibile comunque dividere i biodistretti italiani in due gruppi principali, che si distinguono soprattutto per il ruolo attribuito alle filiere biologiche nella strategia di sviluppo.

View More I biodistretti in Italia: stato dell’arte

Agricoltura verticale: I 5 motivi per cui migliora gli aspetti nutrizionali degli alimenti prodotti

elle proprie case e agli imprenditori di soddisfare la crescente domanda di quantità più fresche e più elevate di prodotti coltivati ​​localmente. Si sente spesso parlare di fattorie verticali che utilizzano l’acqua in modo sostenibile, il 95% in meno rispetto alla tradizionale raccolta in campo aperto, per fornire raccolti dal sapore superiore.

View More Agricoltura verticale: I 5 motivi per cui migliora gli aspetti nutrizionali degli alimenti prodotti