Sentiero Italia CAI Lombardia D35N Rifugio Monte alle Scale (Cancano) – Rifugio Campo

Rifugio Monte alle Scale (Cancano) – Rifugio Campo Si parte dal Ristoro Monte Scale con direzione la diga di Cancano. Attraversato l’impressionante muro di contenimento, si prosegue in direzione dell’Alpe Solena e poi si scende lungo la carrozzabile sino alla Malga di Boscopiano. Da qui si risale e dopo un tratto lungo la SS 38 dello Stelvio si giunge in Loc. Bagni Vecchi da dove inizia un tranquillo sentiero panoramico, chiamato localmente “Pedemontana della Reit”. Proseguendo si arriva sino in loc. Fantelle , da cui parte il sentiero verso la Val Zebrù che vi porterà alla meta Rifugio Campo.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D35N Rifugio Monte alle Scale (Cancano) – Rifugio Campo

Sentiero Italia CAI Lombardia D34N Livigno – Loc. Teola – Rifugio Monte alle Scala

Livigno – Loc. Teola – Rifugio Monte alle Scale (Cancano) Un’altra tappa lunga, ma dal dislivello ridotto che unisce due importanti bacini per la produzione di energia idroelettrica: il Lago di Livigno e il Lago di Cancano. Raggiunto il Lago di Livigno ne si percorre il lato orientale fino al ponte sul Torrente Vallaccia che si attraversa prima di imboccare il sentiero che ne risale il ripido vallone fino al Passo di Alpisella a quota 2268 metri sul livello del mare. In discesa si raggiunge la sorgente del Fiume Adda e il Lago di San Giacomo di Fraele di cui si percorre la riva destra idrografica fino alla diga che lo separa dal Lago di Cancano fino alla diga nei cui pressi sorge il Rifugio Monte alle Scale.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D34N Livigno – Loc. Teola – Rifugio Monte alle Scala

Sentiero Italia CAI Lombardia D33N Rifugio Federico in Dosdè – Livigno

Rifugio Federico in Dosdè – Livigno Con questa tappa discretamente lunga e caratterizzata da dislivello medio, si lascia la tranquilla Val Viola per raggiungere la turistica valle di Livigno. Dal rifugio Federico in Dosde’ si percorre una breve risalita al Rifugio Val Viola, adagiato sulla riva di alcuni placidi laghetti. Lasciato il Rifugio Viola, si percorre il sentiero in discesa che segue il versante sinistro idrografico della valle costeggiando il Lago della Val Viola e superando alcuni alpeggi fino a raggiungere il Torrente Minestra dove si svolta in direzione nord salendo al Passo delle Mine a 2804 metri di quota. Da qui inizia una lunga discesa fino alla Frazione Tresenda di Livigno dove si segue il sentiero a mezzacosta che segue la valle sulla destra idrografica fino all’abitato di Livigno.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D33N Rifugio Federico in Dosdè – Livigno

Sentiero Italia CAI Lombardia D32N Malghera

Malghera – Rifugio Federico in Dosdè Una tappa piuttosto lunga con dislivello complessivamente elevato porta il Sentiero Italia in alta Valtellina nell’incantata Val Viola. Poco dopo aver lasciato il Rifugio Malghera il sentiero procede in ripida salita passando dal Bivacco Pian del Lago e proseguendo fino al Passo di Vermolera a 2732 metri di quota. Segue una ripida discesa fino ai Laghi di Tres dove si ricomincia a salire passando dal Lago Nero fino alla Capanna Dosde’ a 2824 metri sul livello del mare. La seconda ripida discesa di giornata porta velocemente nel fondo dell’omonima valle dove oltrepassato un piccolo ponticello si giunge all’accogliente Rifugio Federico In Dosde’.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D32N Malghera

Sentiero Italia CAI Lombardia D31N Rifugio Schiazzera – Malghera

Rifugio Schiazzera – Malghera Dai versanti che dominano la Valtellina ci si sposta nell’isolata Val Grosina con una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto. Dal Rifugio Schiazzera seguendo la Mulattiera Militare della Iͣ Guerra Mondiale si sale al freddissimo Lago Schiazzera sempre seguendo la Mulattiera si prosegue verso est in leggera discesa passando per Alpe Salina, fino ai versanti che si affacciano sulla Val Grosina Occidentale.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D31N Rifugio Schiazzera – Malghera

2.4.1 Ventilazione naturale e controllo delle finestre

Progettare edifici con orientamenti che massimizzano l’uso della ventilazione naturale è un approccio fondamentale per creare ambienti interni salubri ed efficienti dal punto di vista energetico. Posizionare finestre e aperture in modo strategico aiuta a favorire la circolazione dell’aria e a massimizzare l’ingresso della luce naturale. L’implementazione di sistemi automatici di controllo delle finestre può garantire una ventilazione adeguata e un ambiente confortevole.

View More 2.4.1 Ventilazione naturale e controllo delle finestre

Sentiero Italia CAI Lombardia D30S Temù – Rifugio Angelino Bozzi al Montozzo

Temù – Rifugio Angelino Bozzi al Montozzo Si sale l’abitato di Temù fino alle ultime case, dove si imbocca la mulattiera per Villa d’Allegno. Visitata questa frazione si scende a Ponte di Legno con la strada interpoderale chiusa al traffico che giunge direttamente al centro in poco più di 1 km. Risalita la via centrale si prosegue fra le case lungo il fiume Oglio attraversandolo all’altezza di Zoanno, quando la strada che si percorre si immette sulla statale del Passo Gavia. Sulla sterrata che nasce qui, riva sinistra orografica dell’Oglio, inizia l’Alta Via Camuna sulla quale il Sentiero Italia Lombardo si inserisce provenendo dal rifugio Garibaldi attraverso la valle dell’Avio e la Valsozzine. Percorsa la sterrata fino al suo termine, si prosegue su ripido sentiero che raggiunge la strada bianca denominata La Tonalina, che si sviluppa in costa in direzione della Valle di Viso. La si percorre fino a che le indicazioni dell’Alta Via Camuna indicano a destra una pista in salita. Si prosegue su agevole mulattiera militare, salendo infine al rifugio Bozzi dopo un lungo percorso traverso sopra i 2000 metri. Nei pressi del rifugio merita una visita il Museo della Guerra Bianca.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D30S Temù – Rifugio Angelino Bozzi al Montozzo

Sentiero Italia CAI Lombardia D30N Tirano Stazione – Rifugio Schiazzera

Tirano Stazione – Rifugio Schiazzera Questa tappa è caratterizzata da un dislivello notevolissimo che sfiora i 2000 metri positivi. Dalla città di Tirano si segue inizialmente la vecchia mulattiera che porta alla Frazione di Roncaiola passando tra gli ultimi vigneti del versante Retico della Valtellina. Dopo la frazione il percorso segue prima un ripido sentiero poi una mulattiera fino alla località Pradentia, per scendere poi leggermente verso est passando per la località Pra Baruzzo. Si risale lungo i fianchi del Monte Masuccio, prima lungo una pista forestale alla località Sovo, per poi imboccare un sentiero che, con un’ultima ripida scalinata per superare un bastione roccioso, arriva al Rifugio Schiazzera, ex caserma della Guardia di Finanza che ci ricorda il periodo del contrabbando con la confinante Svizzera.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D30N Tirano Stazione – Rifugio Schiazzera

Sentiero Italia CAI Lombardia D29S Rifugio Franco Tonolini – Temù

Rifugio Franco Tonolini – Temù Si sale su grossa ganda fino alla Bocchetta di Premassone (mt. 2847 punto culminante dell’Alta Via dell’Adamello, con straordinaria vista sulle pareti nord ed ovest dell’Adamello) passando per l’omonimo lago. Si scende quindi per una parete rocciosa alla testata della Valle dell’Avio (è il tratto più esposto dell’itinerario, ma attrezzato con cavi) fin alla sottostante diga del Pantano dell’Avio. Da qui con una deviazione rispetto al percorso ufficiale si può raggiungere il rifugio Garibaldi percorrendo la diga del Pantano. Il Sentiero Italia invece scende a sinistra su segnavia e si abbassa alla malga Lavedole per innestarsi sul sentiero per Temù. Appena oltre la malga, scavalcato il torrente, ci si immette sul segnavia n.611 (ex 11) che scende a fiancheggiare sulla sinistra i tre laghi artificiali d’Avio. Dalla Palazzina, la strada che si segue, e che è in parte asfaltata e in parte sterrata, compie diversi tornanti prima di svilupparsi con un tracciato più rettilineo ed una pendenza più moderata. Scesa interamente la valle dell’Avio, si supera il fiume Oglio sul fondovalle e si sale brevemente a raggiungere il centro di Temù.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D29S Rifugio Franco Tonolini – Temù

Sentiero Italia CAI Lombardia D29N Prato Valentino – Tirano Stazione

Prato Valentino – Tirano Stazione Dopo numerosi giorni il Sentiero Italia torna a quote di pianura presso la città di Tirano con questa tappa lunga, di dislivello in salita intermedio e dislivello notevole in discesa. Da Prato Valentino si segue il tracciato delle piste sciistiche verso monte dirigendosi poi ad arco verso il Monte Cancano a 2435 metri di quota. Dopo un tratto che costeggia il confine con la Svizzera dalla Borgata di Lughina il percorso prende a scendere con decisione seguendo alcuni tratti di strada carrozzabile fino a Tirano, capolinea italiano della famosa Ferrovia del Bernina che collega la Valtellina con Saint Moritz.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D29N Prato Valentino – Tirano Stazione