Pianeta sano salute pubblica sana

Ricostruire in modo migliore o più ecologico, soluzioni basate sulla natura e altri sforzi simili cercano di correggere il rapporto tra uomo e natura. Incarnano anche ciò che la Dasgupta Review chiama la semplice verità che le economie sono incorporate nella natura e non esterne ad essa (Dasgupta, 2021). La posta in gioco non è solo la salute umana, ma la salute di tutte le dimensioni del mondo naturale. La Convenzione sulla diversità biologica (CBD) sottolinea che la biodiversità è alla base dei contributi della natura alle persone e fornisce beni e servizi ecosistemici essenziali per la salute e il benessere umani. La biodiversità è anche parte integrante dei settori chiave dello sviluppo, ad esempio agricoltura, pesca e silvicoltura, che modulano i risultati sanitari direttamente o indirettamente (Convention on Biological Diversity, 2021b).

View More Pianeta sano salute pubblica sana

Trasformare e sfruttare la natura è un rischio al benessere umano

La prosperità si basa sull’uso saggio e consapevole dello spazio finito del pianeta e delle risorse residue, nonché dalla protezione e ripristino dei suoi processi di supporto vitale e della sua capacità di assorbimento dei rifiuti. Negli ultimi 50 anni, l’economia globale è cresciuta quasi di cinque volte, soprattutto a causa della triplicazione dell’estrazione di risorse ed energia che ha alimentato la crescita della produzione e il suo consumo. La popolazione mondiale è aumentata di un fattore due, a 7,8 miliardi di persone, e sebbene in media anche la prosperità sia raddoppiata, circa 1,3 miliardi di persone rimangono in povertà e circa 700 milioni soffrono di fame non avendo abbastanza cibo da mangiare.

View More Trasformare e sfruttare la natura è un rischio al benessere umano

Agricoltura BIO: i semi e la tutela della biodiversità

I semi e la loro biodiversità sono elementi chiave per lo sviluppo dell’agricoltura biologica e per la transizione agroecologica dei sistemi alimentari. La disponibilità di semi e materiale di propagazione che non solo sono adattati, ma anche adattabili alla diversità dei sistemi di agricoltura biologica e degli ambienti agro-ecologici, può aumentare la produttività delle aziende agricole biologiche, la stabilità delle rese e la qualità dei loro prodotti finali, rendendole al contempo più indipendenti dal settore convenzionale.

View More Agricoltura BIO: i semi e la tutela della biodiversità

Strategia dell’UE sulla biodiversità 2030

“La crisi del coronavirus ha dimostrato la vulnerabilità di tutti noi e l’importanza di ripristinare l’equilibrio tra l’attività umana e la natura. La strategia sulla biodiversità e la strategia “Dal produttore al consumatore” sono il fulcro dell’iniziativa Green Deal e puntano a un nuovo e migliore equilibrio fra natura, sistemi alimentari e biodiversità: proteggere la salute e il benessere delle persone e, al tempo stesso, rafforzare la competitività e la resilienza dell’UE. Queste strategie sono una parte fondamentale della grande transizione che stiamo intraprendendo.”

View More Strategia dell’UE sulla biodiversità 2030

Pacciamatura, cos’è e come va fatta

La pacciamatura, come si legge sul portale specializzato My Green Help, è un’operazione che consiste nel ricoprire il terreno attorno ad una pianta o al suo fusto, utilizzando materiali diversi, sia naturali che artificiali. Si tratta di una tecnica utilizzata sia per il giardinaggio che per la coltivazione agricola; in linea di principio, la pacciamatura serve a migliorare il processo vegetativo, migliorando le condizioni del terreno in cui è stata messa a dimora la pianta. 

View More Pacciamatura, cos’è e come va fatta

Legge 2015 del 2017 Norma regolante i distretti biologici

retti biologici, in attesa dell’approvazione definitiva del disegno di legge 988/2018 recante “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, per il momento approvata in Commissione agricoltura in Senato (Gennaio 2021) ma ancora da votare alle Camere per l’approvazione definitiva.

View More Legge 2015 del 2017 Norma regolante i distretti biologici

I biodistretti in Italia: stato dell’arte

Si tratta di una realtà molto variegata, che non si basa su un unico modello, se non quello genericamente riferito allo sviluppo locale basato sui valori dell’agricoltura biologica. Per fini puramente classificatori, è possibile comunque dividere i biodistretti italiani in due gruppi principali, che si distinguono soprattutto per il ruolo attribuito alle filiere biologiche nella strategia di sviluppo.

View More I biodistretti in Italia: stato dell’arte