Lambascioni fritti PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Puglia

Lampascioni indorati e fritti, Lambascioni dorati, Lampascioni fritti, Muscari dorati e fritti, Muscari infarinati e fritti.

Tra gli antipasti tipici pugliesi che possono anche trasformarsi in secondi gustosi ne esistono due a base di un ingrediente molto apprezzato nel Sud Italia: i lampascioni. Oltre alla classica ricetta dei lampascioni lessi, è possibile deliziare il palato con quella dei lampascioni fritti, un antico piatto appartenente alla tradizione culinaria pugliese. Questi particolari bulbi hanno un profumo dolciastro e aromatico e la nota amara che li contraddistingue si unisce a un retrogusto dolce, rotondo e molto delicato. Preparare e cucinare i lampascioni fritti permetterà di servire a tavola un piatto semplice, economico e dai sapori tipicamente pugliesi.

  • Prima di iniziare è necessario pulire bene i lampascioni, che andranno sbucciati (1) e tagliati a croce senza però separarli (2).
  • Dopo questa operazione preliminare, mettili in acqua fredda per almeno 6 ore per permettere di eliminare tutti gli eventuali residui di terra (3).
  • Per uno spurgo maggiore ti consigliamo di cambiare l’acqua almeno 2-3 volte (4): questo procedimento permetterà anche di attenuare un po’ il sapore amarognolo tipico di questo prodotto.
  • Trascorso questo tempo, asciuga bene i lampascioni (5) e mettili in una ciotola (6).
  • All’interno della ciotola con dentro i lampascioni ben asciutti amalgama le uova, la farina, il prezzemolo, l’aglio tritato, il pecorino grattugiato e una piccola quantità di sale (7).
  • A questo punto scalda l’olio in una padella dai bordi alti (8) nella quale friggere i lampascioni per qualche minuto (9).
  • Durante questo procedimento girali spesso, fin quando saranno tutti aperti come fiori e i petali esterni saranno ben dorati e croccanti (10).

lampascioni fritti sono quindi pronti per essere gustati, non prima di averli conditi con un pizzico di sale e, secondo le preferenze, con il vincotto o con qualche goccia di aceto balsamico.

CURIOSITÀ SUI LAMPASCIONI PUGLIESI

Cosa sono i lampascioni

I bulbi di lampascione lampagione sono un prodotto tipico della Puglia: il prestigioso riconoscimento PAT, acronimo di Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano, attribuito ai lampascioni, rivela la genuinità di questa pianta erbacea dal gusto inconfondibile. A voler semplificare, queste prelibatezze potrebbero essere considerate dei cipollotti selvatici dalla crescita spontanea, presenti specialmente sulla Murgia e nel territorio di Bari. Rispetto, però, alla cipolla, il lampascione si caratterizza per la sua delicatezza, per questo bisogna estrarlo a mano e raccoglierlo con estrema cautela al fine di non danneggiarlo e renderlo quindi non più commestibile.

Fonte @puglia.com Vedi RICETTA

Territorio

Intera regione Puglia

Cuturusciu PAT

“Tarallo morbido” prodotto incorporando al comune impasto di pane olio extravergine di oliva, pepe nero e  sale grosso. Al comune impasto utilizzato per fare il tradizionale pane di grano duro (farina di grano duro,acqua,sale e lievito madre) si aggiunge dell’olio extravergine di oliva, una modica quantità di pepe nero e una piccolissima quantità di sale…

Leggi di +

Ricotta forte PAT

La ricotta forte è di consistenza morbida, cremosa e spalmabile, di colore crema, il sapore è molto piccante e sapido, l’odore molto pungente, penetrante ma gradevole. Dopo qualche mese si separa in superficie uno strato oleoso di colore giallo. Si produce durante tutto l’anno, prevalentemente da ottobre a maggio.

Leggi di +

Carne di capra PAT

È una saporita tipicità della tradizione gastronomica del Gargano, tanto che alla carne di capra in acqua e sale Rignano Garganico dedica anche una gustosa sagra nella stagione estiva. In questo periodo la carne di capra infatti è particolarmente saporita, per ragioni biologiche e per l’alimentazione costituita dal timo garganico e da altre erbe selvatiche.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.