Scèblasti PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Puglia

Ascèplasti, Simeddha.

La “sceblasti” è un prodotto da forno assimilabile ad una  pagnottella schiacciata  e farcita.

Storia e tradizione

La ‘scèblasti’ nasce dalle laboriose mani delle donne zollinesi che, impastando sapientemente vari ingredienti, danno vita ad una specialità gastronomica che ha mantenuto inalterato nel tempo il suo sapore e tutto il suo fascino. Probabilmente aveva una funzione simile a quella delle focacce votive utilizzate nei culti di Demetra e, per tradizione, viene consumato come pane devozionale in occasione della festa di Ognissanti, del giorno dell’Immacolata Concezione e della festa di San Giovanni Battista il 24 gennaio. Secondo la tradizione, era il primo pane ad essere sfornato, di solito all’alba, e rappresentava un momento collettivo di gioia e di buon augurio per i contadini.
Esistono due interpretazioni sulle origini del nome “scèblasti”. Secondo alcuni potrebbe derivare dal verbo greco “schizo” (“dividere”, “tagliare”) e dal termine “blastesis” (“pasta” lievitata”). Secondo un’altra teoria, sarebbe stato un termine del dialetto griko ad ispirare il nome, che significherebbe “senza forma”

Fonte Atlante PAT Puglia 2022

Territorio

Provincia di Lecce, in particolare il comune di Zollino e la Grecìa Salentina

Mafalda PAT

La “Mafalda” è un gelato artigianale (a base di base cioccolato) che si presenta in porzioni “a mezza luna” di cm.10 di altezza e di cm 5 di larghezza . Esso e’, inizialmente, composto da un tronchetto in uno stampo rettangolare, congelato e poi tagliato a fette.

Leggi di +

Matriata PAT

La cosiddetta matriata, ovvero, l’intestino tenue dei vitelli e dei vitelloni viene, in genere, consumata con tutto il chimo (sostanza di consistenza cremosa molto sapida e amarognola) in esso contenuto. Prima di essere cucinata, la matriata viene spellata e poi divisa in sezioni, le cui estremità vengono annodate affinché il chimo non fuoriesca in fase di cottura.

Leggi di +

Olive verdi PAT

Olive di varietà locali raccolte verdi e al viraggio di colore, dopo il trattamento assumono una colorazione verde-scuro. Si scelgono le olive più voluminose si lavano e si coprono di acqua in un recipiente che non sia di metallo, nell’acqua si scioglie la soda caustica (gr. 20 per ogni kg. di olive) e si lasciano…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.