Liquore di fico d’India PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Puglia

Il fico d’India è una pianta molto diffusa in Puglia, in particolare quella con frutti con polpa gialla, ma si trovano, an che, quelli a polpa rossa e bianca. Questo liquore nasce originariamente nella zona del Gargano ma viene oggi preparato in tutta la Puglia. Ha un colore giallo dorato ed un gusto delicato e profondo.

Il promontorio del Gargano ed in alcune zone del Salento la presenza delle piante di fico d’India, spesso piantate dagli stessi contadini nei pressi dei muretti a secco, danno un’impressione di esoticità unico nel paessagio italiano.

La preparazione del liquore al fico d’India è la seguente:

  • Ponete 10 fichi d’India sbucciati in un contenitore di vetro a chiusura ermetica e ricoprite con 500 ml di alcool. Lasciate riposare per 10 giorni.
  • Preparate lo sciroppo riscaldando 40 grammi di zucchero unito a 500 ml di acqua.
  • Una volta pronto fatelo raffreddare ed unitelo all’alcool dal quale avrete tolto i fichi d’India.
  • Filtrate e lasciate riposare per almeno 20 giorni. Conservate in bottiglie di vetro.

Il liquore di fico d’India può essere gustato dopo un pranzo oppure abbinato a dessert. È un liquore che può essere apprezzato in qualsiasi momento della giornata.

PROPRIETÀ

Il fico d’India è un vegetale che appartiene alla famiglia delle Cactaceae, la stessa del cactus e di altre piante succulente. Il fico d’India è quindi una pianta grassa, che può superare i 3 metri d’altezza e che produce frutti commestibili molto gustosi. Le recenti scoperte, poi, hanno dimostrato quanto sia sostenibile la sua coltivazione, e quanto sia versatile nel consumo alimentare, apportando notevoli benefici per la salute dell’organismo. 


Salsiccia alla salentina PAT

Detta anche Sardizza, Sarsizza o Satizza, la Salsiccia alla Salentina viene preparata con tagli magri di bovino e suino, e grasso di suino; una volta macinate, le carni sono conciate con sale, pepe nero, scorza di limone grattugiata e vino bianco; talvolta all’impasto vengono aggiunti anche cannella e chiodi di garofano. Il composto è poi…

Leggi di +

Fiorone di Torrecanne PAT

Fiorone di Torrecanne Si tratta di uno dei prodotti vegetali pugliesi di più “antica tradizione”, al quale sono dedicate la sagra di Pezze di Greco (che si tiene a metà Giugno), e una poesia di Andrea Conversano titolata “Allì culumbrair” (i culumbrair sono i coltivatori del fiorone).

Leggi di +

Lardo di Faeto  PAT

Il lardo di Faeto ha un colore bianco, leggermente rosato, consistenza morbida e umida, un sapore fresco tendente al dolce e un profumo aromatico. Il Lardo di Faeto, prodotto tipico del paesino in provincia di Foggia, valorizza il grasso del dorso del maiale nero del sub Appennino Dauno. Deve essere lavorato entro 72 ore dalla macellazione…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.