Campania
FICO BIANCO DEL CILENTO DOP

“Fagioli Bianchi di Rotonda” si presentano al consumo come baccello o come granella secca. Il baccello ha lunghezza fino a massimo di cm. 20, larghezza fino a un massimo di mm. 20 e un colore bianco tendente al giallo chiaro o all’avorio.i semi della granella hanno lunghezza fino a un massimo di mm 18, larghezza fino a un massimo di mm 15, assenza di venature, colore bianco e forma cubica o tonda.

View More Campania
FICO BIANCO DEL CILENTO DOP

Basilicata
FAGIOLI BIANCHI DI ROTONDA DOP

“Fagioli Bianchi di Rotonda” si presentano al consumo come baccello o come granella secca. Il baccello ha lunghezza fino a massimo di cm. 20, larghezza fino a un massimo di mm. 20 e un colore bianco tendente al giallo chiaro o all’avorio.i semi della granella hanno lunghezza fino a un massimo di mm 18, larghezza fino a un massimo di mm 15, assenza di venature, colore bianco e forma cubica o tonda.

View More Basilicata
FAGIOLI BIANCHI DI ROTONDA DOP

Lazio
CASTAGNA DI VALLERANO DOP

La DOP Castagna di Vallerano deriva dall’ecotipo locale di “Castanea Sativa Miller”. Il disciplinare determina le caratteristiche necessarie della castagna come, ad esempio, la pezzatura, che può variare in base alla taglia, la forma ellissoide e il colore rosso-bruno con sfumature più intense. La Castagna di Vallerano ha un delicato sapore che si unisce alla polpa croccante di color bianco, è ricca di acqua e di carboidrati (da 38% a 44%), nonché di lipidi e proteine.

View More Lazio
CASTAGNA DI VALLERANO DOP

Veneto
RISO DEL DELTA DEL PO IGP

Per garantire le qualità organolettiche del riso, il terreno è concimato con concime minerale solo quando è necessario. Infatti, questo è ricco di minerali, come il potassio, per i quali ad esempio non è necessaria sempre l’aggiunta del concime minerale relativo. Inoltre, può essere coltivato per otto anni e poi lasciato a riposo per due. La semina è realizzata in acqua o in asciutta sul terreno lavorato che sarà sommerso di acqua. La quantità massima di seme utilizzabile per ettaro è di 300 kg. La lavorazione deve avvenire in stabilimenti e secondo procedure che garantiscano, al Riso del Delta del Po, il mantenimento delle caratteristiche sopra indicate.

View More Veneto
RISO DEL DELTA DEL PO IGP

Lombardia
MELONE MANTOVANO IGP

Il Melone Mantovano è coltivato in campo aperto o in serra. La semina inizia ad aprile e il trapianto delle piantine, invece, a partire da febbraio fino a luglio. Per ottenere le caratteristiche organolettiche per cui è famoso, il melone matura in maniera naturale senza concimazioni chimiche o forzature.

View More Lombardia
MELONE MANTOVANO IGP

Veneto
AGLIO BIANCO POLESANO DOP

L’Aglio Bianco Polesano si ottiene con un ciclo di coltivazione annuale. La rotazione colturale prevede che l’aglio non possa tornare sullo stesso terreno prima di 3-4 anni. La semina è effettuata a mano o con mezzi meccanici, dal 1° ottobre al 31 dicembre. La raccolta inizia quando la pianta è matura, quasi sempre durante la prima settimana di luglio e avviene a mano.

View More Veneto
AGLIO BIANCO POLESANO DOP