Bracciano

Bracciano è situato sulla sponda occidentale dell’antico Lacus Sabatinus, a circa 40 km da Roma. Il suo territorio, abitato fin da epoca etrusca, possiede alcuni interessanti siti archeologici, tra i quali i maggiori sono le terme apollinari di Vicarello, di età romana, e la chiesa di S. Liberato, sorta sui resti di una città romana, le cui origini risalgono al IX secolo. La storia di Bracciano, che ha origini medievali, può essere ripercorsa attraverso una visita allo splendido castello Orsini Odescalchi, costruito tra il 1470 ed il 1490 circa dagli Orsini, che erano in quel periodo una delle più importanti e potenti famiglie nobiliari romane, ed all’interessante Museo Civico, dove sono esposti reperti che vanno dall’epoca etrusca fino all’Ottocento.

View More Bracciano

Sentiero Italia CAI Lazio 20 Amatrice – Accumoli

Amatrice – Accumoli (Madonna delle Coste)   L’ultima tappa nel Lazio, di media lunghezza e dislivello, unisce le due località maggiormente colpite dal terremoto del 2016. Si lascia Amatrice in direzione nord lungo le sponde del Fiume Tronto fino alla confluenza con il Rio Scandarello proveniente dalla diga, dove si svolta verso est toccando le frazioni di Rocchetta, Capovilla, Cossito, Collalto e San Tommaso. Da qui in discesa si torna sulle sponde del Fiume Tronto, lo si attraversa e si sale ad Accumoli, proseguendo fino a Madonna delle Coste dove ci si congiunge alla tratta del Sentiero Italia proveniente dall’Abruzzo. 

View More Sentiero Italia CAI Lazio 20 Amatrice – Accumoli

Sentiero Italia CAI Lazio 19 Torrita – Amatrice

Torrita – Amatrice Una tappa breve e di dislivello trascurabile che attraversa l’altopiano di Amatrice. Da Torrita si raggiunge la frazione di Collegentilesco da cui si svolta in direzione del Lago di Scandarello che si attraversa sul Ponte Cinque Occhi. Il bacino artificiale fu ricavato dalla costruzione dell’omonima diga alta 55 metri ed eretta nel 1924. Nel 1944 la diga fu minata dalle truppe naziste in ritirata durante l’avanzata degli alleati. Soltanto l’intervento di 27 partigiani della zona scongiurò l’attentato. Dopo aver attraversato il lago si raggiunge l’abitato di Amatrice.

View More Sentiero Italia CAI Lazio 19 Torrita – Amatrice

Sentiero Italia CAI Lazio 18 Cittareale – Torrita

Cittareale – Torrita Con una tappa breve e di dislivello limitato si entra nel territorio di Amatrice raggiungendo la frazione di Torrita che sorge rispetto al capoluogo sul lato opposto dell’ampio altipiano che caratterizza la zona, al di là dell’ampio bacino artificiale del Lago di Scandarello. Da Cittareale si segue il corso del Fiume Velino fino alle pendici del Monte Tito che si risalgono evitando la cima vera e propria e puntando la frazione di Casali di Sopra. Superato l’abitato, si procede in salita passando appena sotto la cima del Monte Rozzo dove inizia la discesa attraverso versanti boscosi fino a Torrita. In questa tappa si valica lo spartiacque tra il Fiume Velino le cui acque fluiscono nel Mar Tirreno e il Fiume Tronto che sfocia nell’Adriatico.

View More Sentiero Italia CAI Lazio 18 Cittareale – Torrita

Sentiero Italia CAI Lazio 17 San Vito – Cittareale

San Vito – Cittareale Partendo da San Vito si percorre un sentiero in salita per circa 6 km, passando dapprima nella vallata fra Prati del Monte e Monte Nocella, arrivando infine, passando per un fitto bosco, sulla vetta del Monte Boragine (1824 m). Da qui il percorso è pressoché tutto in discesa fino a Cittareale, toccando località Fragola Rossa, dove c’è un rifugio chiuso, non presidiato, poi per Fonte Regina, un fontanile sempre fornito di acqua fresca ed, infine, per la Fonte ed il Santuario della Madonna di Capodacqua, prima di arrivare all’Agriturismo “Lu Ceppe”, fine Tappa

View More Sentiero Italia CAI Lazio 17 San Vito – Cittareale

Sentiero Italia CAI Lazio 16 Leonessa – San Vito

Leonessa – San Vito Dalla Piazza VII Aprile di Leonessa si scende lungo una strada scalinata verso la SP10 (Turistica del Terminillo), da qui si prende il sentiero segnalato che, in direzione Est e con percorso piuttosto pianeggiante, va verso i Borghi di Piedelpoggio, Villa Immagine, San Clemente, Cumulata. In corrispondenza di quest’ultimo borgo, il percorso continua verso Nord su strada asfaltata, in leggera salita fino al borgo di Viesci. Da Viesci riprende andatura verso Est su strada sterrata fino all’incrocio con la strada asfaltata, che conduce, in leggera salita, alla fine tappa presso il Borgo di San Vito.

View More Sentiero Italia CAI Lazio 16 Leonessa – San Vito

Sentiero Italia CAI Lazio 15 Rifugio Angelo Sebastiani – Leonessa

Rifugio Angelo Sebastiani – Leonessa Lasciato il Rifugio A.Sebastiani (1820m) con il sentiero 404 si sale alla Selletta di Pratorecchia (1875m) per scendere con un tratto di sterrata al bivio dove inizia il sentiero. In prossimità di Sella Jacci si esce sulla curva della sterrata fino a riprendere il sentiero poco dopo e, a mezza costa, traversare la Costa Ghiaiosa e giungere al Rifugio Maiolica (1704m). Traversato il fosso si risale fino alle pendici di M. Piano aggirando il Rifugio Vallebona (1732m) dopo il quale il sentiero percorre a mezza costa le pendici del M. Cambio (fonte di Cambio 1775m) per poi procedere sui pascoli sommitali della Costa Acera, balconata sulla Vallonina, giungendo alla Forca dei Faggi (1727m). A mezza costa si traversa la dorsale Colle Prato Pecoraro – M. Catabio, si scende nella faggeta per uscire in prossimità del Laghetto della Croce (1585m), poco oltre il quale ci si immette sulla sterrata per il Santuario di San Giuseppe sul Colle la Croce (1626m). Da qui sul ripido antico sentiero della Via Crucis si scende al bivio all’inizio della Vallonina (935m) e risalendo una selciata entrare nella piazza VII Aprile di Leonessa, termine della tappa. NB: Possibile Innevamenti nei periodi invernali – possibilità di bivacco nell’adibita stanza del Santuario Di San Giuseppe a Colle Collato

View More Sentiero Italia CAI Lazio 15 Rifugio Angelo Sebastiani – Leonessa

Sentiero Italia CAI Lazio 14 Antrodoco – Rifugio Angelo Sebastiani

Antrodoco – Rifugio Angelo SebastianiCon questa tappa di media lunghezza e dislivello notevole, il Sentiero Italia torna in quota appena sotto la vetta del Monte Terminillo, la cosiddetta “montagna di Roma” per la vicinanza con la Capitale e la sua frequentazione di carattere sportivo da parte dei romani. Un primo tratto in piano lungo la valle del Velino conduce alla base del Colle Frontino di cui si percorre il versante meridionale prima di salire verso l’abitato di Micigliano. Svoltando verso ovest si percorre a mezzacosta il versante sud del Monte Valloni passando dalla Fonte Coperta e dalla Fonte Sant’Angelo e si sale lungo le pendici del Monte Rotondo fino a raggiungere la strada turistica del Terminillo e a breve distanza il rifugio Sebastiani.

View More Sentiero Italia CAI Lazio 14 Antrodoco – Rifugio Angelo Sebastiani