Lombardia
I SUOI VINI DOP

La Lombardia è una regione molto estesa (circa 24.000 kmq), pertanto presenta aree con caratteristiche molto diverse sia dal punto di vista climatico che dal punto di vista del suolo. Si passa da zone decisamente montuose, come la Valtellina, a zone pianeggianti o parzialmente collinari come l’Oltrepò Pavese e sono presenti anche aree con un microclima assolutamente particolare, come quelle attorno al lago di Garda. La superficie regionale è pianeggiante per circa la metà, montuosa per un ulteriore 40%. Poco più del 10% della superficie è collinare, e pertanto si presta a viticoltura di qualità.Tutto ciò fa sì che dal punto di vista vitivinicolo coltivazioni e produzioni siano diverse a seconda della zona presa in considerazione.

View More Lombardia
I SUOI VINI DOP

Lombardia
SALMERINO DEL TRENTINO IGP

Il Salmerino del Trentino è allevato in vasche alimentate con acque sorgive, pozzi e torrenti della zona di provenienza. Le vasche sono di cemento, vetro resina e poste a terra per la riossigenazione. L’ossigeno disciolto, in base a quanto previsto dal disciplinare, è di almeno 7mg/l e la temperatura interna di non più di 10° C. Per garantire l’alta qualità delle carni del Salmerino, gli animali degli allevamenti sono alimentati con concimi privi di OGM e con materie prime per esaltare le caratteristiche organolettiche. Infine, il prodotto è confezionato e immesso al consumo e messo in vendita filettato con un peso minimo di 80 g

View More Lombardia
SALMERINO DEL TRENTINO IGP

PDF Disciplinare
Pizzoccheri della Valtellina IGP

I Pizzoccheri della Valtellina IGP sono una tipologia di pasta che si ottiene dall’impasto di almeno il 20% di grano saraceno, “Fagopyrum esculentum”. Quando sono immessi al consumo, è possibile trovare i Pizzoccheri della Valtellina IGP sia come pasta secca – con i formati “tagliatello steso”, “gnocchetto” e “tagliatello avvolto” e sia come pasta fresca – con il formato Tagliatello. I Pizzoccheri della Valtellina IGP hanno una consistenza semidura e una parte esterna marrone tendente al nocciola/grigio, colore tipico del grano saraceno. Dopo la cottura in acqua e sale, i Pizzoccheri della Valtellina IGP ottengono un sapore dolce e delicato.

View More PDF Disciplinare
Pizzoccheri della Valtellina IGP

Lombardia
PIZZOCCHERI DELLA VALTELLINA IGP

Il metodo di elaborazione dei Pizzoccheri della Valtellina IGP si distingue a seconda che il prodotto sia secco o fresco. Per il prodotto secco viene seguito un iter simile a quello utilizzato per la realizzazione della sfoglia e la formatura della pasta fresca. Per realizzare il prodotto fresco le farine sono miscelate a secco per favorire maggiore contatto tra gli ingredienti e l’acqua viene aggiunta solo successivamente. Una volta ottenuto l’impasto, lo stesso viene omogeneizzato e trafilato.

View More Lombardia
PIZZOCCHERI DELLA VALTELLINA IGP

Lombardia
SALAME D’OCA DI MORTARA IGP

Il Salame d’Oca si contraddistingue per avere un aspetto omogeneo e compatto. La parte corrispondente alla carne d’oca è rossa, mentre quella del suino è bianca. Il sapore della carne d’oca è sicuramente più dolce rispetto a quella del suino e l’aroma delle due tipologie di carni è intenso e speziato. L’uso di involucri artificiali o di pelle di altri volatili o di altri animali è severamente proibito dal disciplinare di produzione.

View More Lombardia
SALAME D’OCA DI MORTARA IGP

Lombardia
PERA MANTOVANA IGP

La Pera Mantovana è coltivata in terreni con una densità di impianto di circa 5.000 piante per ettaro. Per garantire la qualità dei frutti, il disciplinare prevede che le piante siano adeguatamente potate almeno tre volte l’anno, una in inverno e due in primavera e in estate. La produzione unitaria massima è di 450 quintali per ettaro per tutte le varietà. Da ultimo, prima della commercializzazione, i frutti sono refrigerati in ambienti idonei.

View More Lombardia
PERA MANTOVANA IGP

Lombardia
BRESAOLA DELLA VALTELLINA IGP

Per ottenere la Bresaola è possibile utilizzare varie parti dell’animale, come la fesa, la punta d’anca, la sottofesa, il magatello e il sottosso. Tutte queste parti subiscono la sottrazione di grasso e il processo di salatura, la cui durata varia dai 10 ai 15 giorni. La stagionatura termina dopo 8 settimane. Quando è immessa al consumo, la Bresaola ha una consistenza elastica, di colore rosso vivo e uniforme, contrassegnata da un bordo accesso unito a un gusto delicato e mai acido.

View More Lombardia
BRESAOLA DELLA VALTELLINA IGP

Lombardia
MIELE VARESINO DOP

Quando è immesso al consumo, il Miele Varesino ha un aroma delicato con un retrogusto vanigliato, una consistenza liquida e la cristallizzazione è rara o comunque molto ritardata. Il Miele Varesino non ha odori particolari e il suo colore è molto chiaro, quasi trasparente. Per la produzione del Miele gli alveari possono essere stanziali o nomadi, sempre all’interno della zona geografica di produzione. Infine, il disciplinare vieta l’utilizzo di ogni tipo di pesticidi.

View More Lombardia
MIELE VARESINO DOP

Lombardia
VALTELLINA CASERA DOP

Le tecniche di produzione incidono sulla forma e sul peso del formaggio che raggiunge un massimo di 12 kg. La crosta ha una consistenza compatta con uno spessore compreso tra i 2 e 4 mm. La pasta, invece, cambia colore a seconda del periodo e ha una consistenza compatta con occhiatura sparsa. L’aroma è più intenso con una maturazione più lunga. Il formaggio può essere consumato come condimento o grattugiato.

View More Lombardia
VALTELLINA CASERA DOP