CAI Italiano – Percorso Tosco Emiliano del Sentiero Italia

Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 01 Bocca Trabaria – Passo di Viamaggio

Bocca Trabaria – Passo di Viamaggio Con una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto si abbandona il territorio umbro e si continua a seguire il crinale di confine con le Marche. Dalla Bocca Trabaria inizia un lungo tratto a saliscendi lungo lo spartiacque in cui ci si mantiene sempre oltre quota 1000 metri. Si sale dapprima sulla cima del Poggio del Romito, poi si prosegue passando dal Poggio i Tre Termini, dal Monte Sodo Pulito e dal Poggio Alto oltre il quale si lascia il confine tra Marche e Toscana inoltrandosi nel territorio di quest’ultima regione. Dopo essere passati in vetta al Monte dei Frati a 1453 metri di quota, massima elevazione di giornata, inizia la discesa che condurrà ai 983 metri del Passo di Viamaggio.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 02 Passo di Viamaggio – Balze

Passo di Viamaggio – Balze Ancora una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto che procede in direzione nord verso il Monte Fumaiolo e le sorgenti del Tevere. Dal Passo di Viamaggio si prende il sentiero in direzione ovest verso il Montalto che non si raggiunge svoltando prima in direzione nord verso il Poggio dell’Aquila. Dopo un tratto di carrozzabile si giunge al Monte della Zucca a 1258 metri di quota disegnando poi un ampio arco che conduce sul Poggio Tre Vescovi a 1126 metri. Da qui si scende all’abitato di Balze.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 03 Balze – Verghereto

Balze – Verghereto Con questa tappa di media lunghezza e dislivello ridotto, prevalentemente in discesa si procede verso ovest oltre le sorgenti del Tevere. Dall’abitato di Balze si prende un sentiero diretto alla fonte del fiume che da qui scende fino a Roma e si prosegue fino al Valico del Monte Fumaiolo da cui si gira intorno alla cima della montagna puntando per i boschi l’abitato di Montecoronaro. Da qui si percorrono tratti di carrozzabile e sentieri che ne tagliano le curve più ampie fino all’abitato di Verghereto.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 04 Verghereto – Badia Prataglia

Verghereto – Badia Prataglia Tappa intermedia per lunghezza e dislivello che porta il Sentiero Italia nel Parco delle Foreste Casentinesi. Da Verghereto in direzione sud ovest si passa sopra il tunne della Statale Tiberina e si torna sul confine tra Emilia Romagna e Toscana all’altezza del Passo Rotta dei Cavalli a quota 1172 metri. Da qui lungo il crinale si punta la cima del Montalto che non si raggiunge aggirandola da sud e si prosegue verso il Monte Zuccherodante. Anche questa cima si aggira dal lato meridionale procedendo verso ovest fino al valico stradale del Passo dei Mandrioli. In discesa lungo una valle boscosa si giunge alla strada carrozzabile della Val di Corezzo che conduce a Badia Prataglia.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 05 Badia Prataglia – Passo della Calla

Badia Prataglia – Passo della Calla Una tappa di lunghezza intermedia e dislivello ridotto che si svolge interamente nel Parco delle Foreste Casentinesi tornando a sfiorare quota 1500 metri sul livello del mare. Da Badia Prataglia si torna a guadagnare il crinale tra Toscana ed Emilia Romagna finché una breve deviazione conduce all’Eremo di Camaldoli, luogo simbolico da visitare. Si torna poi sul crinale nei pressi del Gioghetto e si prosegue passando dal Giogo di Seccheta fino nei pressi della cima del Poggio Scali a 1520 metri di quota. Da qui si transita ancora nei pressi della cima del Poggio Pian Tombesi e si scende al valico stradale del Passo della Calla.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 06 Passo della Calla – Passo del muraglione

Passo della Calla – Passo del Muraglione Con questa tappa di media lunghezza e dislivello ridotto ci si sposta verso la Piana del Mugello raggiungendo il valico che unisce Forlì e Firenze. Dal Passo della Calla si passa dai rifugi La Burraia e Città di Forlì superando poi quota 1500 metri e toccando la cima del Poggio Sodo dei Conti a 1559 metri prima di scendere al Passo Piancancelli. Dopo un passaggio presso il rifugio Fontanelle si segue il crinale con diversi saliscendi ma con dislivello in discesa fino al valico stradale del Colle dei Faggi e poi al Passo del Muraglione.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 07 Passo del muraglione – Passo della Colla di Casaglia

Passo del Muraglione – Passo della Colla di Casaglia Una tappa lunga ma di dislivello ridotto che segue il crinale tra la piana del Mugello e i versanti emiliani che digradano verso Faenza. Dal Passo del Muraglione inizia una lunga serie di saliscendi passando dal Poggio Erbolini a 1052 metri, dal Monte Casciali a 1118 metri, dal Monte Peschiena a 1198 metri, puntando poi la cima delle Alpi di Vitigliano a 1116 metri. Dal Poggio degli Allocchi a 1069 metri si procede a monte della valle formata dal fiume Lamone fino al Passo della Colla di Casaglia.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 08 Passo della Colla di Casaglia – Passo del Giogo di Scarperia

Passo della Colla di Casaglia – Passo del Giogo di Scarperia Ancora una tappa di dislivello ridotto e lunghezza intermedia che percorre il crinale appenninico che separa la piana del Mugello a sud dalla Pianura Padana a nord. Dal Passo della Colla di Casaglia si sale passando dal Bivacco Capanna Marcone fino al Varco di Acquabona dove si passa sul versante settentrionale della dorsale aggirando le cime del Monte Pratone e del Poggio dei Prati Piani. Dopo aver riguadagnato il crinale, si torna sul versante nord aggirando il Pian del Giogo e giungendo al Passo del Giogo di Scarperia.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 09 Passo del Giogo di Scarperia – Passo della Futa

Passo del Giogo di Scarperia – Passo della Futa Continua il percorso del Sentiero Italia sul crinale dell’Appennino tra Toscana ed Emilia Romagna con una tappa intermedia e dislivello ridotto. Dal Passo del Giogo di Scarperia si raggiunge la sommità del Giogo di Roncolombello e si prosegue fino al Monte Castel Guercino. Da qui si svolta in direzione ovest e si sale sul Monte Faggio all’Ombrellino a quota 1125 metri per poi scendere al Passo dell’Osteria Bruciata e risalire al Monte Gazzaro. Da qui rimane una discesa fino al Passo della Futa.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 10 Passo della Futa – Montepiano

Passo della Futa – Montepiano Con questa tappa di media lunghezza e dislivello ridotto il Sentiero Italia procede in direzione ovest lungo l’Appennino tosco-emiliano. Dal Passo si supera il Cimitero Militare Germanico della Futa e si prosegue fino al Poggio della Mandria e al Monte Cisterna. Si scende poi alla sella dove passano i tunnel dell’autostrada A1 e si aggira la cima del Monte Spicchio traversando fino al valico stradale della Crocetta. Qui si abbandona il crinale scendendo all’abitato di Montepiano.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 11 Montepiano – Cascina di Spedaletto

Montepiano – Cascina di Spedaletto Tappa lunga e di dislivello intermedia per una lunga serie di saliscendi con cui si arriva alle alture che sovrastano la città di Pistoia. Da Montepiano si sale lungo la valle formata dal Torrente Setta fino all’Alpe di Cavarzeno dove si prosegue fino a raggiungere il crinale appenninico presso il Monte delle Lamacce. Da qui si raggiunge il Monte delle Scalette dove si svolta in direzione sud passando dal Poggio di Roncomannaio, dal Poggio alla Croce, dal Poggio la Zucca, dal Poggio Cattarelle e dap Poggio delle Piastre. Dopo aver toccato il Rifugio Luigi Pacini si procede aggirando la cima del Monte Bucciana e si giunge alla Cascina di Spedaletto dopo essere passati dal Passo degli Acquiputoli.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 12 Cascina di Spedaletto – Pracchia

Cascina di Spedaletto – Pracchia Una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto che percorre l’Appennino pistoiese in direzione ovest. Da Cascina di Spedaletto si attraversa la Strada Provinciale 24 e si raggiunge il Passo del Capannaccio raggiungendo poi una strada carrozzabile che si percorre a tratti cercando di tenere sempre il filo del crinale. Il prossimità dell’abitato di Baita del Termine, si abbandona la strada e si riprende il percorso nei boschi salendo sul Poggio di Valcapratica e scendendo al valico stradale del Passo di Collina. Con un ultimo tratto in cui si alterna la strada carrozzabile con il sentiero si passa sotto la cima del Poggio Orticaia e si scende nella valle formata dal Fiume Reno fino all’abitato di Pracchia.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 13 Pracchia – Lago Scaffaiolo

Pracchia – Lago Scaffaiolo Una tappa di lunghezza intermedia e dislivello notevole che conduce alla stazione sciistica del Corno alle Scale, ancora lungo il crinale dell’Appennino Tosco-emiliano. Da Pracchia una salita ripida porta al Poggio del Ronco a 1136 metri di quota dove con dislivello più graduale si continua sempre in salita toccando una serie di cime fino al Rifugio del Montanaro a quota 1567 metri. Presso il Passo del Cancellino si torna sul confine tra Toscana ed Emilia Romagna che si segue fino alle ultime pendici del Corno alle Scale e poi ancora oltre al Passo Tre Termini e al Lago Scaffaiolo sulle cui rive sorge il Rifugio Duca degli Abruzzi per il pernottamento.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 14 Lago Scaffaiolo – Abetone (Boscolungo)

Lago Scaffaiolo – Abetone (Boscolungo) Questa tappa si percorre lungo lo spartiacque dell’Appennino Settentrionale sul confine tra le province di Pistoia e Modena che separa i versanti adriatico e tirreno, la Toscana dall’Emilia Romagna. Con un cammino di media lunghezza e dislivello ridotto si uniscono due importanti stazioni sciistiche dell’Italia Centrale: il Corno alle Scale con l’Abetone passando per i 1937 metri della vetta del Libro Aperto, gruppo montuoso così denominato per il suo aspetto osservabile dal pistoiese. Dalla vetta più alta si prosegue per un tratto lungo il crinale prima di deviare verso sud scendendo all’Abetone.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 15 Abetone – Lago Santo Modenese

Abetone – Lago Santo Modenese Tappa breve di medio dislivello che nella prima parte aggira il comprensorio sciistico dell’Abetone passando poi dal Lago Nero nella parte più in quota degli impianti. Da qui si prosegue attraversando il Passo di Annibale dove si narra fosse transitato il generale cartaginese durante la Seconda guerra punica. Si entra quindi in uno splendido anfiteatro sotto il monte Rondinaio per arrivare al Lago Santo Modenese dove sono presenti due rifugi per il pernotto.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 16 Lago Santo Modenese – San Pellegrino in Alpe

Lago Santo Modenese – San Pellegrino in Alpe Il primo tratto di questa tappa segue il sentiero CAI 529 che costeggia la sponda del lago ombreggiata dalla faggeta. Prima di passare all’altra sponda, il tracciato sale a destra fino al passo della Boccaia (1587m), crocevia di numerosi sentieri. Dalla sella si piega a sinistra sempre sul 529 addentrandosi nella conca glaciale dei “Campi di Annibale” ed il tracciato diventa una strada forestale nei pressi della sorgente delle Fontanacce da cui si raggiunge il crinale Tosco Emiliano Romagnolo al Passo della Porticciola (1714 m.).

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 17 San Pellegrino in Alpe – Passo di Lama Lite

San Pellegrino in Alpe – Passo di Lama Lite. Una tappa di lunghezza intermedia e dislivello ridotto che si tiene interamente al di sopra dei 1500 metri di quota parallelamente alle Alpi Apuane su cui si gode di un panorama meraviglioso. Da San Pellegrino in Alpe si sale al Passo Radici e si percorre fedelmente il crinale fino alla Bocca di Massa intorno a 1800 metri di quota sotto la punta del Monte Cella. Da qui ci si sposta decisamente sul versante Emiliano transitando sotto la cima del Monte Prado, l’elevazione più alta della Toscana, e giungendo all’accogliente Rifugio Cesare Battisti che sorge sul Passo di Lama Lite.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 18 Passo di Lama Lite – Passo di Pradarena

Passo di Lama Lite/Rifugio Battisti – Passo di Pradarena Altra tappa di media lunghezza e dislivello ridotto caratterizzato da numerosi brevi saliscendi con cui ci si inoltra all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. Dal Passo di Lama Lite si riguadagna il filo del crinale appenninico tenendo la cima del Monte Cusna sulla destra oltre alla valle formata dal Torrente Ozola. Prima di raggiungere la cima de Le Porraie, si abbandona il filo della dorsale scendendo in territorio emiliano con un lungo traverso che porta al Passo della Comunella. Da qui si aggira la cima del Monte Asinara sul lato toscano e si giunge al valico stradale del Passo di Pradarena.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 19 Passo di Pradarena – Passo del Cerreto

Passo Pradarena – Passo del Cerreto Una tappa breve con poco dislivello e una discesa significativa. Dal Passo Pradarena si segue fedelmente il crinale transitando dalla Cima Belfiore e dal Monte La Nuda prima di perdere decisamente quota verso il Passo del Cerreto. Siamo nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano istituito nel 2001 con l’obiettivo di proteggere un patrimonio naturale caratterizzato da boschi di faggio e castagno, praterie e pascoli, laghi e corsi d’acqua oltre che da una ricca fauna comprendente specie altamente delicate come il lupo e l’aquila reale. Prima di giungere al Passo del Cerreto è possibile seguire la strada carrozzabile fino all’abitato di Cerreto Laghi per il pernottamento.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 20 Passo del Cerreto – Rifugio Sarzana

Passo del Cerreto – Rifugio Sarzana Dal parcheggio si prende il sentiero 00, che costeggia il giardino del ristorante serpeggiando sul versante N del Colle Ospedalaccio. Quasi del tutto in mezza costa si aggira il colle fino a sbucare di nuovo sul crinale sui larghi pascoli del Passo dell’Ospedalaccio 1280 m, attraversando i quali si raggiunge uno stradello forestale. Prendendo a destra raggiungiamo in breve il cippo napoleonico e voltando a sinistra si imbocca un tratto comune ai sent. 00 e 671 che inizia ad inerpicarsi fuori dal bosco sulle pendici del M. Alto. In breve essi si dividono ed il SI segue a destra il 671 che sale obliquamente fino alla costa della Marinella, a 1533 m. Sul versante opposto si entra nell’alta valle del Secchia, e dopo pochi minuti di falsopiano tra faggete rigogliose e carbonaie sbuchiamo nello splendido conca glaciale del Prataccio Ora attraversiamo tutta la piana e sempre sul sent. 671 iniziamo a risalire tra i faggi il versante del monte in dir. W. Presto si individua a sinistra tra zone umide la Sorgente del Secchia formata da varie polle che scaturiscono dagli strati di arenaria macigno ai piedi del M. Alto.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 21 Rifugio Sarzana – Prato Spilla

Rifugio Sarzana – Prato Spilla Dal parcheggio si prende il sentiero 00, che costeggia il giardino del ristorante serpeggiando sul versante N del Colle Ospedalaccio. Quasi del tutto in mezza costa si aggira il colle fino a sbucare di nuovo sul crinale sui larghi pascoli del Passo dell’Ospedalaccio 1280 m, attraversando i quali si raggiunge uno stradello forestale. Prendendo a destra raggiungiamo in breve il cippo napoleonico e voltando a sinistra si imbocca un tratto comune ai sent. 00 e 671 che inizia ad inerpicarsi fuori dal bosco sulle pendici del M. Alto. In breve essi si dividono ed il SI segue a destra il 671 che sale obliquamente fino alla costa della Marinella, a 1533 m. Sul versante opposto si entra nell’alta valle del Secchia, e dopo pochi minuti di falsopiano tra faggete rigogliose e carbonaie sbuchiamo nello splendido conca glaciale del Prataccio Ora attraversiamo tutta la piana e sempre sul sent. 671 iniziamo a risalire tra i faggi il versante del monte in dir. W. Presto si individua a sinistra tra zone umide la Sorgente del Secchia formata da varie polle che scaturiscono dagli strati di arenaria macigno ai piedi del M. Alto.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 22 Prato Spilla – Lago Santo Parmense

Passo del Lagastrello – Lago Santo Parmense Di fronte all’alberghetto rifugio di Prato Spilla si segue il sentiero 705 che si sviluppa lungo la pista da sci fino al raggiungimento delle Capanne Biancani da cui devia verso ovest per raggiungere l’intaglio tra il Torricella ed il Crinale. Raggiunto il Passo di Giovarello si prosegue verso ovest sul sentiero 00. Qui inizia il percorso di crinale che, raggiunge le cime dei Monti Bragalata, Losanna, Sillara, Paitino e Matto, si sviluppa con ampi panorami sulle Alpi Apuane, il Mar Ligure e a nord la catena alpina, mentre a nostri piedi si avvicendano una lunga serie di laghetti, tipici dell’Appennino Parmense. 

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 23 Lago Santo Parmense – Passo della Cisa

Lago Santo Parmense – Passo della Cisa Dal Rifugio Mariotti si costeggia la sponda sud del Lago Santo Parmense lungo il sentiero 723, che si è percorso in discesa nella tappa precedente; raggiunta la Pineta del Lago Santo si prosegue lungo il sentiero 729 che, superato il Lago Padre, raggiunge la conca dell’alta Val Braiola in cui si trova la Capanna Roberto Schiaffino o del Braiola. Seguendo in discesa il sentiero 727, in breve si raggiunge il bivio che ci permette di agganciare il 727A che si segue in salita fino alla Foce del Fosco. Aggirato in tal modo il Monte Orsaro si prosegue in discesa e poi in quota il sentiero 725 fino alla Bocchetta del Tavola da cui si guadagna ancora il sentiero 00 che ci permette di raggiungere le inattese praterie del Monte Tavola per poi scendere al Passo del Cirone. Da qui si procede lungo lo 00 fino alla destinazione di tappa: attraversata la provinciale SP 42 si asseconda il sentiero verso il Monte Borgognone che si aggira e, continuando per sterrata, si lambisce il Monte Beccaro per poi salire in vetta al Monte Fontanini.

Continua a leggere
Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 24 Passo della Cisa – Passo dei due Santi

Passo della Cisa – Passo dei Due Santi Questa è una tappa lunga e di discreto dislivello che porta il Sentiero Italia dall’Appennino Tosco-Emiliano verso l’Appennino Ligure. Per la prima volta da qualche giorno si scende al di sotto di quota 1000 metri presso il valico stradale del Passo del Brattello, ma si toccano anche un paio di cime oltre quota 1400 metri sul livello del mare. L’intera tappa si svolge sul crinale in aree fittamente boscate concludendosi presso la piccola stazione sciistica di Zum Zeri, al Passo dei Due Santi. Ci si trova in prossimità del confine tra Emilia Romagna, Toscana e Liguria che verrà toccato nella tappa successiva.

Continua a leggere