Vini della Toscana
PARRINA DOP

Parrina è una Denominazione di Origine Protetta che identifica i vini Rosso, Rosso riserva, Rosato, Sangiovese, Sangiovese riserva, Cabernet Sauvignon, Merlot, bianco, Vermentino, Chardonnay, Sauvignon e Vin Santo.

Uvaggio

I vini Rosso e Rosato vengono prodotti utilizzando uve provenienti da vigneti composti al 70% da vitigno Sangiovese e per la restante parte da altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione in Toscana (escluso l’Aleatico). Per il Bianco e il Vin Santo, invece, è previsto l’uso di Trebbiano toscano (tra il 10% e il 30%), Ansonica (dal 30% al 50%), Vermentino (dal 20% al 40%), Chardonnay e Sauvignon (20%, da soli o congiuntamente) e altri vitigni a bacca bianca coltivabili in Toscana (tranne il Moscato bianco). Infine, tutte le produzioni monovitigno richiedono un 85% di uve dal vitigno di riferimento, unite ad altre a bacca di colore analogo (sempre con l’esclusione di Moscato bianco e Aleatico).

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Parrina rosso (11,5% vol.) è un vino dalla piacevole colorazione rubino, che può essere più o meno intensa; l’odore è delicato e gradevole e si abbina ad un sapore asciutto, armonico e vellutato. Diversamente, nel Bianco (11,5% vol.) la tonalità è paglierina e leggermente dorata, con odore vinoso, fine, profumato e persistente e sapore secco ma vellutato, impreziosito da un retrogusto amarognolo. L’aspetto del rosato (11% vol.), invece, è brillante e si associa ad un odore delicato ed estremamente elegante e a un sapore asciutto, rotondo, fresco e armonico. Il Vin Santo (16% vol.) ha un colore giallo dorato fino all’ambrato intenso con un sapore vellutato e rotondo.

Zona di produzione delle uve

I vini Parrina nascono in un territorio pedecollinare molto piccolo, che corrisponde alla parte nord est del comune di Orbetello.

Specificità e note storiche

Il vino Parrina, fin dalle sue origini, ha sviluppato un forte legame con il territorio e con i suoi usi e costumi. Non a caso, per molto tempo, è stato un vino consumato soprattutto nelle locande e nelle osterie della zona di produzione, dove veniva venduto prevalentemente sfuso.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE PARRINA DOP

Vini della Toscana
COLLI DELL’ETRURIA CENTRALE DOP

Il Rosso (10,5% vol.) è rubino brillante, con odore dal vinoso al fruttato, fragrante, fresco e delicato, e gusto da secco ad abboccato, vivace e armonico. Il Rosato (10,5% vol.) ha odore fruttato, fragrante e fresco e sapore da secco ad abboccato, vivace e sapido. Il Novello (11% vol.) è di un vivace rosso cerasuolo…

Leggi di +

Vini della Toscana
TERRE DI CASOLE DOP

I vini rossi (vol. 12-12,5%) della denominazione hanno l’aspetto rubino, che da giovani si arricchisce di riflessi violacei mentre invecchiando sfuma verso il granato. Un ruolo decisivo lo gioca la quantità di Sangiovese presente, che aumenta la complessità aromatica, impreziosendola con note fruttate e speziate. Specularmente, una funzione analoga la svolge lo Chardonnay nei bianchi…

Leggi di +

Vini della Toscana
MONTECUCCO DOP

Nella denominazione Montecucco rientrano pregevoli vini rossi (vol. 12-12,5%) che hanno un’intensa colorazione rubino, talvolta impreziosita da riflessi violacei e che invecchiando tende a sfumare sul granato. Profumi e sapori sono molto influenzati dalla presenza maggiore o minore di Sangiovese. Il risultato è una notevole complessità aromatica, con note speziate e fruttate, e un gusto…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *