Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 05 Badia Prataglia – Passo della Calla

Badia Prataglia – Passo della Calla Una tappa di lunghezza intermedia e dislivello ridotto che si svolge interamente nel Parco delle Foreste Casentinesi tornando a sfiorare quota 1500 metri sul livello del mare. Da Badia Prataglia si torna a guadagnare il crinale tra Toscana ed Emilia Romagna finché una breve deviazione conduce all’Eremo di Camaldoli, luogo simbolico da visitare. Si torna poi sul crinale nei pressi del Gioghetto e si prosegue passando dal Giogo di Seccheta fino nei pressi della cima del Poggio Scali a 1520 metri di quota. Da qui si transita ancora nei pressi della cima del Poggio Pian Tombesi e si scende al valico stradale del Passo della Calla.

View More Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 05 Badia Prataglia – Passo della Calla

Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 04 Verghereto – Badia Prataglia

Verghereto – Badia Prataglia Tappa intermedia per lunghezza e dislivello che porta il Sentiero Italia nel Parco delle Foreste Casentinesi. Da Verghereto in direzione sud ovest si passa sopra il tunne della Statale Tiberina e si torna sul confine tra Emilia Romagna e Toscana all’altezza del Passo Rotta dei Cavalli a quota 1172 metri. Da qui lungo il crinale si punta la cima del Montalto che non si raggiunge aggirandola da sud e si prosegue verso il Monte Zuccherodante. Anche questa cima si aggira dal lato meridionale procedendo verso ovest fino al valico stradale del Passo dei Mandrioli. In discesa lungo una valle boscosa si giunge alla strada carrozzabile della Val di Corezzo che conduce a Badia Prataglia.

View More Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 04 Verghereto – Badia Prataglia

Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 03 Balze – Verghereto

Balze – Verghereto Con questa tappa di media lunghezza e dislivello ridotto, prevalentemente in discesa si procede verso ovest oltre le sorgenti del Tevere. Dall’abitato di Balze si prende un sentiero diretto alla fonte del fiume che da qui scende fino a Roma e si prosegue fino al Valico del Monte Fumaiolo da cui si gira intorno alla cima della montagna puntando per i boschi l’abitato di Montecoronaro. Da qui si percorrono tratti di carrozzabile e sentieri che ne tagliano le curve più ampie fino all’abitato di Verghereto.

View More Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 03 Balze – Verghereto

Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 02 Passo di Viamaggio – Balze

Passo di Viamaggio – Balze Ancora una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto che procede in direzione nord verso il Monte Fumaiolo e le sorgenti del Tevere. Dal Passo di Viamaggio si prende il sentiero in direzione ovest verso il Montalto che non si raggiunge svoltando prima in direzione nord verso il Poggio dell’Aquila. Dopo un tratto di carrozzabile si giunge al Monte della Zucca a 1258 metri di quota disegnando poi un ampio arco che conduce sul Poggio Tre Vescovi a 1126 metri. Da qui si scende all’abitato di Balze.

View More Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 02 Passo di Viamaggio – Balze

Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 01 Bocca Trabaria – Passo di Viamaggio

Bocca Trabaria – Passo di Viamaggio Con una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto si abbandona il territorio umbro e si continua a seguire il crinale di confine con le Marche. Dalla Bocca Trabaria inizia un lungo tratto a saliscendi lungo lo spartiacque in cui ci si mantiene sempre oltre quota 1000 metri. Si sale dapprima sulla cima del Poggio del Romito, poi si prosegue passando dal Poggio i Tre Termini, dal Monte Sodo Pulito e dal Poggio Alto oltre il quale si lascia il confine tra Marche e Toscana inoltrandosi nel territorio di quest’ultima regione. Dopo essere passati in vetta al Monte dei Frati a 1453 metri di quota, massima elevazione di giornata, inizia la discesa che condurrà ai 983 metri del Passo di Viamaggio.

View More Sentiero Italia CAI Toscana ed Emilia Romagna 01 Bocca Trabaria – Passo di Viamaggio

Caciotta della Lunigiana PAT

Il formaggio bovino o caciodella Lunigiana viene prodotto secondo una ricetta tradizionale, con lavorazione interamente manuale e impiegando latte proveniente da allevamenti locali. Viene generalmente consumato fresco e solo in piccola parte viene destinato alla stagionatura.

View More Caciotta della Lunigiana PAT

Agresto di San Miniato PAT

L’agresto è un condimento acidulo ottenuto attraverso la cottura del mosto di uva acerba e l’aggiunta di aceto e di spezie. Il prodotto si presenta con una densità simile all’aceto balsamico, il colore è un bel rosso scuro con tonalità calde. Il profumo è complesso e il contrasto fra il dolce e l’acidulo rende il condimento interessante non solo per le insalate ma anche come ingrediente in cucina per la carne ed il pesce. L’agresto di San Miniato è una elaborazione del più semplice agresto che non è altro che il succo di uva acerba che in passato veniva utilizzato come materia prima per produrre bevande fresche estive (succo di uva spremuta e miele) oppure come ingrediente per diversi tipi di salse.

View More Agresto di San Miniato PAT

Olio di Olivastra scarlinese PAT Toscana

La coltivazione dell’olivastra scarlinese segue metodi tradizionali sia per quanto riguarda le lavorazioni del terreno che per la difesa fitosanitaria. La raccolta è manuale. L’olio si produce da ottobre a dicembre, con rese generalmente modeste per un basso rapporto polpa/nocciolo dell’oliva.

View More Olio di Olivastra scarlinese PAT Toscana