Cicoria da taglio

Le cicorie sono piante da orto biennali, che montano a seme nel secondo anno di vita a meno di errori colturali (come ad esempio una semina troppo anticipata). Come le lattughe, anche le cicorie le suddividiamo in due gruppi: da taglio e da cespo. Abbiamo già parlato di come coltivare alcune varietà da cespo: cicoria grumolo, insalata belga e radicchio. Le cicorie da taglio invece sono insalate che continuano a produrre per tutto l’anno, finché non vanno in seme, si raccolgono tagliando le foglie ma lasciando la pianta, che ricaccia permettendo dopo qualche settimana di coglierne ancora. Per questo sono un’ottima scelta per un bell’orto domestico biologico, in quanto forniscono regolarmente insalata alla famiglia. Le più diffuse varietà da taglio sono l’insalata spadona o cicorino e la cicoria Triestina.

View More Cicoria da taglio

Biete da taglio o erbette

La bietola ha origini antichissime: la sua antenata era parte delle coltivazioni della preistoria, quando si diffondeva naturalmente nella zona costiera caratterizzata dalla sabbia, nell’area del bacino Mediterraneo. I Babilonesi iniziarono già 3000 anni fa a cimentarsi per sviluppare la grandezza della foglia di questa pianta. Anche le popolazioni etrusche e quelle romane la utilizzavano nelle loro pietanze.

View More Biete da taglio o erbette

Cardo

Il cardo (Cynara cardunculus L.) è una specie di pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae di origine mediterranea; Per quanto riguarda la semina il cardo si può seminare direttamente a dimora facendo delle postarelle distanti circa 80 cm l’una dall’altra, collocando tre semi per ognuna e da mettere a poca profondità. Oppure si può preparare un semenzaio con trapianto sempre tra fine aprile e metà giugno.

View More Cardo

Scorzonera e Scorzobianco

La scorzobianca, Tragopogon porrifolius, e la scorzonera Scorzonera hispanica (COMPOSITE), sono ortaggi antichi, poco conosciuti al grande pubblico, e apprezzati per le loro radici. La scorzobianca e la scorzonera, anche se appartengono a specie differenti, hanno uguali esigenze colturali.

View More Scorzonera e Scorzobianco

Cappero
Coltivazione BIO

Il cappero preferisce terreni sciolti e ben drenati, ben soleggiati e con clima tipicamente caldo mediterraneo. Per l’impianto si consiglia una lavorazione a circa 50-60 cm per dare possibilità alle radici di andare bene in profondità. Prima dell’impianto è bene operare una concimazione con letame maturo o compost.

View More Cappero
Coltivazione BIO

Catalogna cicoria, puntarelle

La produzione delle puntarelle è sicuramente un’avventura di sicura soddisfazione. Per questa coltivazione vanno utilizzate prevalentemente due varietà di cicoria (Cichorium intybus), e cioè: la cicoria puntarella di Gaeta, caratterizzata da germogli più lunghi e affusolati e la varietà cicoria puntarella di Galatina, caratterizzata invece dai germogli interni più grossi e compatti.

View More Catalogna cicoria, puntarelle

Sedano rapa
Coltivazione BIO

Per coltivare il sedano rapa (Apium graveolens var. Rapaceum) in modo biologico è necessario partire dalle condizioni climatiche più adatte a questo ortaggio. Sebbene molto coltivato, a causa del consumo della sua radice, nell’Europa centrale, il sedano rapa era molto coltivato in Italia. Nonostante il sedano rapa sia una pianta biennale (sviluppa fiori e semi nel secondo anno di vita) viene coltivato in orti con ciclo annuale e può essere coltivato in tutta la penisola purché irrigato costantemente, soprattutto nel periodo estivo.

View More Sedano rapa
Coltivazione BIO