Burro di San Filippo PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del LAZIO

Burro di forma rettangolare, di colore biancastro e sapore di panna. Il burro di San Filippo in origine la preparazione del burro avveniva per semplice affioramento della crema recuperata con un mestolo forato.

Per migliorare la resa ed ottenere un quantitativo maggiore di crema è stato introdotto l’uso della scrematrice, ossia una vasca a dischi che consente di separare la crema dal latte; la crema viene fatta riposare per circa 2 giorni. La burrificazione vera e propria viene eseguita per mezzo di una zangola in legno (zangolatura), che, ruotando sul proprio asse, mette in forte agitazione la crema, consentendo la rottura e l’amalgama dei globuli di grasso, con fuoriuscita della parte residua di acqua, (latticello). L’ultima operazione cui è sottoposto il burro è la formatura: da un etto ad un kg.

AREA di Produzione: Contigliano (Rieti)

Pestato di olive di Gaeta PAT

Il pestato di olive di Gaeta è un composto per condimenti a base di olive, alici, capperi ed olio extravergine di oliva. Il colore è marrone violaceo. La materia prima è costituita dall’oliva di Gaeta (in salamoia, prodotto secondo il tradizionale sistema alla Itrana), alici sotto sale del Golfo di Gaeta conservate in vasi di…

Continua a leggere

Pecorino della Sabina PAT

Il pecorino della Sabina e un formaggio a pasta dura e grassa; forma cilindrica a scalzo; pezzatura da piccola a molto grande (1, 2, 3, 4, 7 e 23 kg); colore della pasta giallo pagliarino; stagionatura da 3 a 6 mesi; sapore leggermente salato e piccante.

Continua a leggere

Burro di San Filippo PAT

Burro di forma rettangolare, di colore biancastro e sapore di panna. Il burro di San Filippo in origine la preparazione del burro avveniva per semplice affioramento della crema recuperata con un mestolo forato.

Continua a leggere

Coregone del Lago di Bracciano PAT

Nel Lago di Bracciano, fra le varie specie ittiche, è presente una popolazione di coregone appartenenti all’ordine Salmoniformes, famiglia Salmonidae, inserita nel più ampio gruppo dei Teleostei (pesci ossei) sottofamiglia Coregoninae, genere Coregonus e specie Coregonus lavaretus (Linnaeus, 1758).

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.