Vini della Toscana
MONTECUCCO DOP

Montecucco è una Denominazione di Origine Protetta che identifica vini Rosso, Rosso riserva, Bianco, Rosato, Vermentino, Vin Santo e Vin Santo Occhio di Pernice.

Uvaggio

I vini rossi della denominazione Montecucco sono prodotti con uve da vigneti composti, per almeno il 60%, da vitigno Sangiovese. Per il Rosato, invece, è necessaria una base fatta di Sangiovese e Ciliegiolo che, da soli o congiuntamente, possono rappresentare il 40% del totale. Diversamente, nel Bianco sono presenti Trebbiano toscano e Vermentino (massimo 40%). Venendo alle due tipologie di Vin Santo: con il bianco sono utilizzati i vitigni Malvasia bianca, Grechetto bianco e Trebbiano toscano (minimo 70%), con il rosso il vitigno Sangiovese (minimo 70%). Infine, il Vermentino è prodotto con l’85% di uve dall’omonimo vitigno. In tutte le tipologie, a completamento delle quote mancanti, sono ammessi altri vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione in Toscana.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Nella denominazione Montecucco rientrano pregevoli vini rossi (vol. 12-12,5%) che hanno un’intensa colorazione rubino, talvolta impreziosita da riflessi violacei e che invecchiando tende a sfumare sul granato. Profumi e sapori sono molto influenzati dalla presenza maggiore o minore di Sangiovese. Il risultato è una notevole complessità aromatica, con note speziate e fruttate, e un gusto più rotondo e pieno. Il Montecucco rosato (vol. 11,5%) ha una colorazione dal rosa tenue al cerasuolo, abbinato a profumi freschi e fruttati e ad un sapore sapido, asciutto e armonico. Anche i bianchi (vol. 11,5%), di colore giallo paglierino, sono vini molto freschi, impreziositi da note fruttate e floreali, più o meno accentuate. Al palato risultano asciutti, armonici, morbidi e più o meno sapidi. Le tipologie di Vin Santo e il Vermentino presentano poi ulteriori e specifiche caratteristiche organolettiche, che si possono facilmente rintracciare nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

Il Montecucco Sangiovese viene prodotto in un territorio che ricade nella provincia di Grosseto. La zona si estende alle pendici del Monte Amiata.

Specificità e note storiche

La viticoltura nella zona del Montecucco ha conosciuto tre grandi fasi di crescita: l’inizio, risalente ad epoca etrusca, il perfezionamento, avvenuto durante la dominazione romana, e lo sviluppo su larga scala, riconducibile al medioevo.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE MONTECUCCO DOP

Vini della Toscana
MONTECUCCO SANGIOVESE DOP

La colorazione rosso rubino, molto intensa, è la cifra distintiva dell’aspetto del Montecucco Sangiovese. Si accompagna a un odore caratteristico e fruttato e a un sapore armonico, asciutto e leggermente tannico. Il titolo alcolometrico raggiunge i 13,00% vol. La variante Riserva, invece, si presenta rosso rubino, tendente al granato. Ha un profumo caratteristico, ampio e…

Leggi di +

Vini della Toscana
MONTECARLO DOP

Il Montecarlo bianco (11,5% vol.) è di colore giallo paglierino, con diversa intensità, ed è accompagnato da un odore delicato e caratteristico e da un sapore secco, delicato e armonioso. Il Rosso (11,5% vol.) si presenta in una vivace tonalità rubino; l’odore è intensamente vinoso e il sapore è asciutto e sapido. Nella variante Riserva…

Leggi di +

Vini della Toscana
POMINO DOP

La Denominazione di Origine Protetta Pomino identifica un’ampia gamma di vini: Bianco (anche Riserva e Vendemmia tardiva), Rosso (anche Riserva e Vendemmia tardiva), Vin Santo, Vin Santo Occhio di Pernice, Pinot Nero, Merlot, Chardonnay, Sauvignon, Spumante Bianco (anche Riserva) e Spumante Rosato (anche riserva).
Uvaggio
I vini Pomino bianchi devono essere vinificati a partire dalle…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.