Vini del Lazio
COLLI ALBANI DOP

“Colli Albani” è una Denominazione di Origine Protetta che comprende l’omonimo vino bianco, prodotto anche nelle tipologie Novello, Spumante e Superiore.

Colli Albani DOP

Uvaggio

La produzione dei vini Colli Albani è frutto della composizione di uve provenienti da più vitigni, secondo un attento bilanciamento. La quota maggiore (massimo il 60%) è rappresentata dalla Malvasia bianca di Candia, ci sono poi il Trebbiano toscano, il Trebbiano giallo e il Trebbiano di Soave che, insieme o da soli, possono rappresentare dal 25% al 50% del totale. Un ulteriore quota, tra il 5% e il 45%, è di Malvasia puntinata. Infine, fino ad un massimo del 10%, concorrono anche altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione nel Lazio.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Colli Albani bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.), comprese le tipologie Novello e Spumante, presenta una colorazione giallo paglierino, che varia dalle tonalità più chiare fino a quelle più scure. L’odore è vinoso e delicato, accompagnato da un sapore caratteristico e fruttato, che spazia dal secco all’abboccato, all’amabile e al dolce. La variante Superiore manifesta le stesse peculiarità organolettiche ma ha una colorazione più scarica e una gradazione alcolica di 11,5% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione è ubicata nella parte centrale del Lazio, in provincia di Roma, sulla parte occidentale dei Colli Albani. Si tratta di un’area geologica di formazione vulcanica, peculiarità che influenza tutta la morfologia e la composizione dei suoli.

Specificità e note storiche

Il successo vitivinicolo della zona dei Colli Albani è legato senza dubbio all’epoca romana. In questa zona si trovavano tantissime ville romane, ciascuno con i propri spazi dedicati alla viticoltura. E i vini di Albano sono citati molte volte nei testi classici, a partire da Orazio.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino COLLI ALBANI DOP

Vini del Lazio
VELLETRI DOP

Il Velletri bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) è un vino dal colore paglierino più o meno intenso, associato ad un odore vinoso, gradevole, delicato e fruttato e ad un sapore che può essere secco, amabile o dolce. Nella variante Superiore le caratteristiche permangono identiche, alzandosi solo leggermente la gradazione alcolica (11,5% vol.)….

Leggi di +

Vini del Lazio
CESANESE DEL PIGLIO o PIGLIO DOP

Rosso rubino con riflessi violacei, il Cesanese del Piglio è un vino dalla struttura buona e dal corpo pieno, che rilascia un intenso odore con sentori floreali e fruttati. Il sapore è secco e armonico. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12,00% vol. La variante Superiore, invece, si presenta rosso rubino, virando al…

Leggi di +

Vini del Lazio
TERRACINA o MOSCATO DI TERRACINA DOP

Sia il vino Terracina secco che l’amabile (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) hanno un aspetto che va dal paglierino al lievemente dorato. L’odore è per entrambe caratteristico, fragrante per il secco e intenso per l’amabile. Il primo, inoltre, ha sapore asciutto e con aromi tipici del vitigno, il secondo è gradevole e caratteristico….

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.