Vini del Lazio
COLLI LANUVINI DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Colli Lanuvini”, comprende sia vini bianchi (nella versione base e con varianti Superiore e Spumante) che rossi (versione base, Superiore e Riserva).

Uvaggio

I bianchi Colli Lanuvini sono prodotti con uve da vigneti composti al 70% (massimo) da vitigno Malvasia bianca di Candia e Malvasia puntinata e al 30% (minimo) da Trebbiano (toscano, verde e giallo). Possono poi concorrere altre uve bianche da vitigni idonei alla coltivazione nel Lazio. I rossi, invece, hanno almeno il 50% di uve da Merlot e almeno il 35% da Montepulciano e Sangiovese. Inoltre, per la restante parte, possono concorrere vitigni a bacca rossa, coltivabili nel Lazio.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol) e Bianco Superiore (12% vol) si presentano con una colorazione giallo paglierino dall’intensità variabile. L’odore è vinoso, delicato e gradevole; il sapore secco o amabile, di giusto corpo, sapido, armonico e vellutato. Nella versione Spumante (12% vol), la tonalità rimane la medesima e sposa una spuma fine e persistente; l’odore si fa più elegante, con note di lievito, il sapore secco o abboccato. Le tipologie di vini rossi (da 11,5% vol a 13% vol), invece, presentano colorazione rosso rubino, che nelle varianti Superiore e Riserva si arricchisce di riflessi prima violacei e poi granati (invecchiando). L’odore è vinoso e gradevole. Il sapore è secco (nella versione base anche amabile), sapido, di giusto corpo, armonico e vellutato.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione di trova in provincia di Roma, nella parte centrale del Lazio, e comprende una porzione del versante occidentale dei Colli Albani. Si tratta di terreni con andamento collinare e di formazione prevalentemente vulcanica.

Specificità e note storiche

I vini Colli Lanuvini nascono nella zona dei Castelli Romani, area che, secondo gli antichi georgici, produceva i migliori vini dell’epoca romana.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino COLLI LANUVINI DOP

Vini del Lazio
ORVIETO DOP

L’aspetto dei vini Orvieto, nella versione base (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.), è giallo paglierino, più o meno intenso; l’odore si presenta delicato e gradevole e accompagna un sapore fine, impreziosito da un lieve retrogusto amarognolo, con gusto che può essere secco, abboccato, amabile o dolce. Le stesse caratteristiche organolettiche permangono anche nella…

Leggi di +

Vini del Lazio
NETTUNO DOP

Tutti i vini della denominazione si presentano al palato freschi, secchi e armonici. Nello specifico, il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) è paglierino, con intensità variabile, e ha un odore fruttato e caratteristico, assolutamente delicato e gradevole. Nella variante monovitigno Bellone (11,5% vol.) la tonalità si arricchisce di riflessi giallognoli e l’odore…

Leggi di +

Vini del Lazio
BIANCO CAPENA DOP

I vini “Bianco Capena” (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol. il base e 12% il superiore) hanno un colore giallo paglierino più o meno intenso, l’odore è leggermente aromatico, fine e caratteristico, il sapore è asciutto o leggermente abboccato, caratteristico e gradevole.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *