Vini di Sicilia
ERICE DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Erice” identifica vini bianchi, rossi (anche riserva), spumanti e passiti. Ci sono poi diverse tipologie con indicazione di vitigno: Ansonica o Inzolia, Catarratto, Grecanico, Grillo, Chardonnay, Muller Thurgau, Sauvignon, Vendemmia Tardiva Zibibbo, Vendemmia Tardiva Sauvignon, Moscato, Spumante, Calabrese o Nero d’Avola, Frappato, Perricone o Pignatello, Cabernet Sauvignon, Syrah e Merlot.

Uvaggio

Il Bianco Erice è prodotto a partire da uve provenienti, per almeno il 60%, da vitigno Catarratto, mentre il Rosso prevede un uvaggio formato, al 60%, da Calabrese o Nero d’Avola. Per il Passito, per lo Spumante dolce e per il Vendemmia Tardiva Zibibbo, invece, si utilizza al 95% Moscato di Alessandria o Zibibbo. Quote analoghe sono previste anche per lo stesso Moscato di Alessandria nella produzione del Moscato e per il Sauvignon bianco in quella del Vendemmia Tradiva Sauvignon. Lo Spumante brut, invece, nasce dal 70% di uve Chardonnay. Infine, negli altri vini con indicazione di vitigno, questo deve rappresentare l’85% del totale delle uve. In tutte le tipologie, a completamento delle quote mancanti, possono essere utilizzati altri vitigni a bacca analoga, coltivabili in Sicilia.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il vino bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) si presenta giallo paglierino, impreziosito da riflessi verdognoli; l’odore è delicato e fragrante, abbinato a un sapore secco, armonico e vivace. Nella variante Spumante (12% vol.) si arricchisce di una spuma fine e persistente, e di un odore aromatico e caratteristico nella versione dolce, mentre nel brut ha un delicato sentore di lievito; il sapore è aromatico e armonico nel primo caso, fresco nel secondo. Il vino rosso (12,5% vol.), invece, è di un rubino intenso, con odore caratteristico (più complesso nella Riserva) e gusto asciutto e moderatamente tannico. Ci sono poi i passiti e le produzioni con indicazione di vitigno, che spiccano per le peculiarità che gli vengono dall’uvaggio e che sono puntualmente descritte nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione ricade per intero nella provincia di Trapani.

Specificità e note storiche

La denominazione Erice è espressione della superiorità socio politica che l’omonima cittadina ha sempre esercitato sul territorio circostante.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE ERICE DOP

Vini di Sicilia
SANTA MARGHERITA DI BELICE DOP

Il Santa Margherita di Belice bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.) ha un gradevole aspetto paglierino tenue, con riflessi verdognoli; l’odore è delicato, fruttato e caratteristico; il sapore è secco, armonico, vivace e fresco. Il rosso (11,5% vol.), invece, è di colore rubino, impreziosito da sfumature granato; rilascia un odore vinoso ed etereo,…

Continua a leggere

Vini di Sicilia
TERRE SICILIANE IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) è color giallo paglierino più o meno intenso, con odore fine, elegante e gusto da secco a dolce, equilibrato e caratteristico. Il rosso (11% vol.) si presenta color rosso rubino più o meno intenso, abbinato a odore gradevole, fine e con un sapore armonico, che va…

Continua a leggere

Vini di Sicilia
CERASUOLO DI VITTORIA DOP

Il Cerasuolo di Vittoria è di una tonalità che può variare dal rosso ciliegia al violaceo. Anche l’odore ha carattere variabile, dal floreale al fruttato, mentre il sapore è secco, pieno, morbido e armonico. Il Cerasuolo di Vittoria Classico, invece, ha una colorazione rosso ciliegia che tende al granato. La stessa ciliegia si ritrova anche…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *