Vini di Lombardia
CURTEFRANCA DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Curtefranca” comprende due tipologie di vini: il Curtefranca rosso e il Curtefranca bianco. Sono inoltre previste delle varianti con menzione di vigna.

Uvaggio

Il Curtefranca bianco viene prodotto utilizzando uve provenienti da vigneti composti per almeno il 50% da vitigno Chardonnay e per un massimo del 50% da vitigno Pinot bianco e/o Pinot nero. Nel Curtefranca rosso, invece, la composizione richiesta prevede un 20% minimo di Cabernet franc e/o Carmenere, un 25% minimo di Merlot e una quota compresa tra il 10% e il 35% di Cabernet Sauvignon. Inoltre, possono concorrere, fino ad un massimo del 15%, anche altri vitigni a bacca rossa, non aromatici, idonei alla coltivazione in Lombardia.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Dal punto di vista delle caratteristiche organolettiche, il Curtefranca bianco (11% vol.) è di colore paglierino, impreziosito da riflessi verdognoli. Ha un odore caratteristico, delicato e floreale, abbinato a un sapore asciutto, morbido, sapido e armonico. Il Curtefranca rosso, invece, è di una tonalità molto viva, con brillanti riflessi rubino. L’odore spicca per il suo fruttato caratteristico e per gli eventuali elementi erbacei. Il sapore è di medio corpo, asciutto, vinoso e armonico. Sia il Bianco che il Rosso possono essere prodotti con menzione di vigna. In questo caso le peculiarità risultano sensibilmente diverse: i profumi sono più ricchi, la struttura si fa notevole ed emergono caratterizzazioni legate allo specifico vigneto.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si trova nella parte nord della Pianura Padana, stretta tra il lago d’Iseo e il massiccio alpino. La presenza del lago permette di mitigare le temperature e renderle più adatte alla viticoltura.

Specificità e note storiche

Tracce di coltivazione della vite nella zona del Curtefranca ce ne sono già in epoca preistorica. A Provaglio d’Iseo, infatti, sono stati rinvenuti dei vinaccioli di vite.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino CURTEFRANCA DOP

Vini di Lombardia
CAPRIANO DEL COLLE DOP

Il Bianco (11% vol.) si presenta giallo paglierino, con odore delicato e gradevole, floreale e fruttato, e sapore secco ed equilibrato. Nella variante Trebbiano ha riflessi verdognoli e gusto fresco, armonico. La versione Superiore (12% vol.), invece, spicca per un sapore sapido, armonico, corposo. Anche il Marzemino (11,5% vol.), vino rosso, presenta un profumo delicato…

Leggi di +

Vini di Lombardia
LAMBRUSCO MANTOVANO DOP

eventualmente impreziosito da una spuma frizzante ed evanescente. L’odore è vinoso e fruttato e a volte presenta sentori di viola o di ribes. Si abbina ad un gusto sapido e acidulo, che può essere asciutto o amabile. Il Lambrusco Mantovano rosato (10,5% vol.), invece, può presentarsi in diverse intensità di colorazione rosata, con la medesima…

Leggi di +

Vini di Lombardia
COLLINA DEL MILANESE IGP

Il titolo alcolometrico minimo dei vini ad IGP “Collina del Milanese” è pari a 10,00% vol. per il bianco, 10,50% vol. per il rosso e il rosato, 11,00% per il passito. Il bianco si presenta con un colore paglierino, un odore delicato e un sapore armonico, a volte abboccato. La tipologia rosso è di color…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.