Vini di Lombardia
FRANCIACORTA DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO FRANCIACORTA DOP

Nella Denominazione di Origine Protetta “Franciacorta” (DOCG) rientrano cinque tipologie di vino: base, Satèn, Rosé, Millesimato e Riserva.

Franciacorta DOP – Lombardia

Uvaggio

Il Franciacorta e le sue tipologie Rosé, Millesimato e Riserva devono essere prodotti utilizzando uve da vitigni Chardonnay e/o Pinot nero, con la possibilità di far concorrere anche il Pinot bianco, entro un limite del 50%. Inoltre, per il Franciacorta Rosé è obbligatorio utilizzare il Pinot nero per una quota di almeno il 25%. Mentre lo stesso uvaggio non può essere usato per la produzione del Satèn.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Franciacorta base e le varianti Millesimato e Riserva sono giallo paglierino, con intensità che varia fino al dorato. La spuma è fine e intensa. L’odore è delicato e complesso, con note tipiche della rifermentazione in bottiglia. Nella variante Riserva si notano i riflessi ramati e i sentori del lungo affinamento. Il gusto è sapido, fine e armonico. Le varianti Rosè e Rosè Millesimato appaiono rosa, nel secondo caso con riflessi ramati. Odore delicato, ampio e complesso, con note tipiche del Pinot nero. Il sapore è sapido, fresco e armonico. Il Franciacorta Satèn (anche Millesimato e Riserva) varia dal paglierino al dorato. Odore fine e delicato, sapore sapido e armonico. Nel Millesimato emergono note della rifermentazione in bottiglia, e nel Riserva quelle dell’affinamento. Tutti i vini Franciacorta hanno un titolo alcolometrico minimo di 11,50% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione ricade interamente nella provincia di Brescia. Un territorio delimitato a est dalle colline di Rodengo, Ome, Gussago e Cellatica, a nord dal Lago d’Iseo e dalla Alpi Retiche,a ovest dal fiume Oglio e a sud dal Monte Orfano.

Specificità e note storiche

La viticoltura è attualmente l’attività economica prevalente dell’area del Franciacorta. Una tradizione che ha radici addirittura nella preistoria, come testimonia il ritrovamento di vinaccioli di vite nella zona di Provaglio d’Iseo.

Vini di Lombardia
CAPRIANO DEL COLLE DOP

Il Bianco (11% vol.) si presenta giallo paglierino, con odore delicato e gradevole, floreale e fruttato, e sapore secco ed equilibrato. Nella variante Trebbiano ha riflessi verdognoli e gusto fresco, armonico. La versione Superiore (12% vol.), invece, spicca per un sapore sapido, armonico, corposo. Anche il Marzemino (11,5% vol.), vino rosso, presenta un profumo delicato…

Leggi di +

Vini di Lombardia
ALPI RETICHE IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) presenta color giallo paglierino, a volte con riflessi verdognoli, con profumo fresco, delicato, floreale e gusto asciutto, sapido, gradevole. Il passito bianco (16% vol.) ha color giallo intenso con riflessi forati, odore ampio, composito, intenso e sapore dolce, pieno, armonico, elegante. Il rosso (10,50% vol.) è…

Leggi di +

Vini di Lombardia
RONCHI VARESINI IGP

I vini ad indicazione geografica tipica “Ronchi Varesini” bianchi, anche nella variante frizzante, si presentano di colore giallo paglierino, accompagnato da un intenso profumo fruttato e da un gusto tipico, secco, sapido. La versione rosso alla vista è di color rosso rubino, con un odore complesso, fruttato e un sapore armonico, tipico. La tipologia rosato,…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.