Vini del Lazio
VIGNANELLO DOP

Alla Denominazione di Origine Protetta “Vignanello” appartengono le seguenti tipologie di vini: bianco (con varianti superiore e vendemmia tardiva), greco (anche spumante e vendemmia tardiva), rosso (anche novello e riserva).

Vignanello DOP

Uvaggio

Il bianco e il bianco vendemmia tardiva presentano minimo il 70% di Trebbiano toscano e Trebbiano giallo, assoluti o congiunti, e massimo il 30% di Malvasia bianca di Candia e Malvasia del Chianti, assolute o congiunte. Il rosso è composto per almeno il 50% di Sangiovese e per il 40% massimo di Ciliegiolo. Tutti possono presentare tra il 15% e il 20% di uve di vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione nella regione Lazio.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I bianchi hanno un titolo alcolometrico volumico totale minimo che varia da 10,5% vol. a 11,5%vol., e arriva a 15% vol. con la versione Vendemmia tardiva. Il colore è giallo paglierino con riflessi verdognoli, talvolta tendente al dorato. Hanno un caratteristico odore delicato, fruttato, gradevole e talvolta vinoso. Il sapore, invece, va dal secco al dolce, armonico e abboccato. Le versioni spumante presentano, in più, una spuma fine e persistente. I rossi, infine, hanno un titolo alcolometrico compreso tra 11% vol. e 12% vol.; il colore è rosso rubino tendente al granato, l’odore risulta profumato, caratteristico e intenso; il sapore è asciutto, vivace, caldo e armonico.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione del “Vignanello” si trova tra il versante est dei monti Cimini ed il fiume Tevere, ad un’altitudine compresa tra i 140 e i 445 m s.l.m e su terreni a varia natura sedimentaria, da origini vulcaniche a continentali.

Specificità e note storiche

La tradizione vitivinicola nella zona di produzione del “Vignanello” risale all’epoca etrusca. Questa, unita alla combinazione tra natura del terreno e fattori climatici, fanno si che il territorio sia altamente vocato alla produzione di vini di pregio.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino VIGNANELLO DOP

Vini del Lazio
LAZIO IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) è di colore giallo, che a volte tende al dorato o verdognolo, con profumo fruttato e sapore secco, sapido. Nella variante Vendemmia tardiva (15% vol.), invece, è dorato e ha sapore vellutato. Il passito (16% vol.) tende all’ambra, con sapore dolce. Lo spumante (10% vol.) si…

Leggi di +

Vini del Lazio
ORVIETO DOP

L’aspetto dei vini Orvieto, nella versione base (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.), è giallo paglierino, più o meno intenso; l’odore si presenta delicato e gradevole e accompagna un sapore fine, impreziosito da un lieve retrogusto amarognolo, con gusto che può essere secco, abboccato, amabile o dolce. Le stesse caratteristiche organolettiche permangono anche nella…

Leggi di +

Vini del Lazio
TERRACINA o MOSCATO DI TERRACINA DOP

Sia il vino Terracina secco che l’amabile (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) hanno un aspetto che va dal paglierino al lievemente dorato. L’odore è per entrambe caratteristico, fragrante per il secco e intenso per l’amabile. Il primo, inoltre, ha sapore asciutto e con aromi tipici del vitigno, il secondo è gradevole e caratteristico….

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *