Vini del Lazio
VIGNANELLO DOP

Alla Denominazione di Origine Protetta “Vignanello” appartengono le seguenti tipologie di vini: bianco (con varianti superiore e vendemmia tardiva), greco (anche spumante e vendemmia tardiva), rosso (anche novello e riserva).

Vignanello DOP

Uvaggio

Il bianco e il bianco vendemmia tardiva presentano minimo il 70% di Trebbiano toscano e Trebbiano giallo, assoluti o congiunti, e massimo il 30% di Malvasia bianca di Candia e Malvasia del Chianti, assolute o congiunte. Il rosso è composto per almeno il 50% di Sangiovese e per il 40% massimo di Ciliegiolo. Tutti possono presentare tra il 15% e il 20% di uve di vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione nella regione Lazio.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I bianchi hanno un titolo alcolometrico volumico totale minimo che varia da 10,5% vol. a 11,5%vol., e arriva a 15% vol. con la versione Vendemmia tardiva. Il colore è giallo paglierino con riflessi verdognoli, talvolta tendente al dorato. Hanno un caratteristico odore delicato, fruttato, gradevole e talvolta vinoso. Il sapore, invece, va dal secco al dolce, armonico e abboccato. Le versioni spumante presentano, in più, una spuma fine e persistente. I rossi, infine, hanno un titolo alcolometrico compreso tra 11% vol. e 12% vol.; il colore è rosso rubino tendente al granato, l’odore risulta profumato, caratteristico e intenso; il sapore è asciutto, vivace, caldo e armonico.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione del “Vignanello” si trova tra il versante est dei monti Cimini ed il fiume Tevere, ad un’altitudine compresa tra i 140 e i 445 m s.l.m e su terreni a varia natura sedimentaria, da origini vulcaniche a continentali.

Specificità e note storiche

La tradizione vitivinicola nella zona di produzione del “Vignanello” risale all’epoca etrusca. Questa, unita alla combinazione tra natura del terreno e fattori climatici, fanno si che il territorio sia altamente vocato alla produzione di vini di pregio.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino VIGNANELLO DOP

Vini del Lazio
COLLI ETRUSCHI VITERBESI o TUSCIA DOP

I vini bianchi sono accomunati da un carattere fresco ed equilibrato e da una tonalità piacevole, che spazia dal paglierino al dorato. Anche nei rossi si ravvisano peculiarità ricorrenti, come la buona struttura, la pienezza di corpo e l’assenza di ruvidezza. I rosati, invece, emergono per freschezza, leggerezza e vivacità. Nel disciplinare è possibile poi…

Leggi di +

Vini del Lazio
CERVETERI DOP

Il Bianco, in tutte le tipologie (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.), è di colore giallo paglierino, accompagnato da una spuma vivace ed evanescente nella variante Frizzante. L’odore è gradevole e delicato, più vinoso nella variante base, fruttato nel Bianco amabile. Il sapore spazia dal secco all’amabile, fino all’abboccato. Il rosso si presenta color…

Leggi di +

Vini del Lazio
COLLI ALBANI DOP

Il Colli Albani bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.), comprese le tipologie Novello e Spumante, presenta una colorazione giallo paglierino, che varia dalle tonalità più chiare fino a quelle più scure. L’odore è vinoso e delicato, accompagnato da un sapore caratteristico e fruttato, che spazia dal secco all’abboccato, all’amabile e al dolce. La…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.