Vini del Lazio
CORI DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Cori” identifica l’omonimo vino laziale, prodotto in diverse varianti: Bianco, Rosso, Bellone, Nero buono e Nero buono riserva.

Uvaggio

Il Cori bianco è ottenuto da uve provenienti per almeno il 50% da vitigno Belllone, per il 20% (minimo) da Malvasia del Lazio e per il 15% (minimo) da Greco bianco. Possono concorrere anche altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione nel Lazio, fino ad un massimo del 15%. Il Rosso, invece, è realizzato a partire da vitigni Nero buono (minimo 50%), Montepulciano (minimo 20%) e Cesanese di Affile e/o Cesanese comune (almeno il 15%). Anche in questo caso possono concorrere altri vitigni a bacca nera, fino ad una quota del 15%. Infine, il Bellone e il Nero buono (anche Riserva) sono prodotti a partire da una base di almeno l’85% di uve dal corrispondente vitigno, a cui se ne uniscono altri, a bacca di colore analogo, fino ad un massimo del 15%.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) si presenta giallo paglierino, con diversa gradazione di intensità; ha un odore caratteristico e gradevole e un sapore secco, equilibrato e di buona struttura. Il bianco Bellone (12% vol.), invece, associa riflessi verdognoli alla tonalità paglierina; manifesta un profumo caratteristico della varietà e un sapore secco, equilibrato e sapido. Il Rosso (11,5% vol.) ha l’aspetto rubino, con riflessi violacei, associato ad un odore fragrante e armonico e a un gusto secco e morbido, con struttura e persistenza buone. Medesime caratteristiche di sapore del Nero buono (12% vol.), la cui colorazione rubino tende al granato con l’invecchiamento e il cui odore è delicato e caratteristico, impreziosito da sentori di frutta di bosco.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si trova nel Lazio centrale ed è caratterizzata dalla presenza della pianura dell’Agro Pontino e dalle pendici dei monti Lepini.

Specificità e note storiche

La città di Cori fu uno dei centri più importanti dei Volsci e nacque all’incirca nel 1400 a.C. Fin da epoca preromana sviluppò un’importante tradizione vitivinicola, di cui i vini Cori sono il frutto.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino CORI DOP

Vini del Lazio
FRASCATI SUPERIORE DOP

Il Frascati Superiore si presenta come un vino fresco ed equilibrato, di buona struttura. Ha una gradevole colorazione giallo paglierino, con intensità variabile. L’odore è intenso, abbinato ad un profumo caratteristico e delicato, con note floreali. Il sapore è secco e sapido, morbido e vellutato, con un’acidità normale e un retrogusto amaro poco percepibile. Il…

Leggi di +

Vini del Lazio
COLLI ALBANI DOP

Il Colli Albani bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.), comprese le tipologie Novello e Spumante, presenta una colorazione giallo paglierino, che varia dalle tonalità più chiare fino a quelle più scure. L’odore è vinoso e delicato, accompagnato da un sapore caratteristico e fruttato, che spazia dal secco all’abboccato, all’amabile e al dolce. La…

Leggi di +

Vini del Lazio
CESANESE DI AFFILE o AFFILE DOP

Il Cesanese di Affile (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12,5% vol.) si presenta con una gradevole colorazione rosso rubino, impreziosita da riflessi violacei. L’odore che emana è caratteristico e delicato, accompagnato da un gusto secco, morbido e armonico. Nella variante Dolce (9% vol.), la tonalità rossa si fa più vivace e i riflessi diventano porpora….

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *