Torsetto con la bolla di Pitignano PAT Toscana

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Toscana

Il torsetto è un dolce di colore bianco, dal profumo aromatico, caratterizzato dal sapore di arancio. Nella sua forma definitiva si presenta come un rombo adagiato su una piccola frittella che rappresenta la bolla ottenuta in fase di cottura (per ottenere tale risultato, nella fase di preparazione occorre lavorare velocemente le singole parti).

Si cuoce lo zucchero con acqua fino a quando “fa il filo”, si impasta velocemente con la farina ed il resto degli ingredienti (chiodi di garofano ed arancio) stendendo l’impasto su un piano fino a formare una sfoglia dello spessore di circa mezzo centimetro. Si taglia velocemente la sfoglia in tanti piccoli rombi che, posti in una teglia, vengono cotti in forno alla temperatura di 180°C. In fase di cottura la parte inferiore del rombo di pasta forma una bolla.Il tempo di preparazione e di cottura è di circa 20 minuti.

Tradizionalità

Caratteristica di questo dolce è la forma particolare assunta dopo la cottura, alla quale allude il suo nome.

Produzione: Ci sono in tutto 4 panifici a Pitigliano che producono il torsetto con la bolla anche se soltanto uno è rinomato per prodotti tradizionali fatti secondo le ricette di una volta. Si produce solo nel periodo pasquale con una produzione media totale di 30 kg. Il prodotto viene destinato esclusivamente alla vendita diretta.

Territorio di produzione

Comune di Pitigliano, provincia di Grosseto.

Mezzone o bastardo PAT Toscana

È un salume prodotto principalmente con carne suina, alla quale si aggiunge carne bovina in percentuale variabile tra il 5% ed il 20%. La proporzione fra carne bovina e carne suina dipende dalla quantità di grasso presente in quest’ultima, ed è finalizzata ad ottenere una giusta proporzione fra le parti magre e grasse del prodotto…

Leggi di +

Lupino dolce di Grosseto PAT Toscana

Il lupino dolce di Grosseto ha forma tondeggiante e colore giallo. Ha buona consistenza e sapore dolciastro. La semina, a spaglio, si effettua a settembre dopo una preparazione del terreno e una concimazione organica. Necessita di terreni acidi; nella rotazione colturale segue il frumento. La raccolta è ad agosto, può essere utilizzato sia per l’alimentazione…

Leggi di +

Mela nesta PAT Toscana

Conosciuta fin dal tempo dei Romani, la mela nesta è originaria delle province di Arezzo e Firenze, lungo l’arco appenninico e pre-appenninico intorno agli 800 m di altitudine. La nesta veniva coltivata in montagna oltre che per l’ottimo adattamento all’ambiente in cui si era evoluta, anche per sfruttare meglio i terreni di alta collina, sistemati…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *