Falia PAT Lazio

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del LAZIO

Focaccia di 1 kg circa, preparata con farina, acqua, lievito naturale e olio extravergine di oliva, sale grosso. Presenta forma allungata con solcature superficiali longitudinali.

METODO DI PRODUZIONE

Il lievito per la preparazione della Falia si ottiene con acqua, sale, poco lievito di birra e parte dell’impasto del giorno precedente. Poi, una volta lievitato l’impasto fino a raddoppiarne il volume, si aggiunge acqua, farina e lievito di birra. Anche questo impasto, inoltre, si lascia lievitare nell’impastatrice fino a raddoppiarne il volume, poi se ne recupera 1 kg e si lavora sul banco di legno o marmo fino ad ottenere una forma cilindrica lunga circa 40 cm. A questo punto, avviene un’ulteriore lievitazione avendo cura di disporre l’impasto lavorato, avvolto in teli di juta, all’interno di cassettoni di legno, e lasciandolo lievitare a temperatura ambiente fino a quando non avrà raddoppiato il proprio volume. Infine, la forma viene posta su un asse di legno e schiacciata con le mani a formare una focaccia. Sulla superficie si tracciano 4/5 linee
longitudinali, poi cosparse di olio exrtavergine di oliva e sale grosso. Si cuoce nel forno per 15 minuti a 270°C.

CENNI STORICI

La denominazione di Falia si affermò alla fine del XIX secolo ad indicare l’evoluzione di una pizza fatta in casa, in uso almeno dall’inizio del XVIII secolo, quando era tradizione a Priverno consumarla in campagna per il pranzo, soprattutto insieme ai broccoletti, ortaggi tipici di questa area dei Lepini. Secondo una versione popolare il suo nome deriva da una fornaia di Priverno che per la prima volta la creò, ossia del detto: “la fa Elia o Lia”; è stato poi nel tempo trasformato e pronunciato in “Falia”. Dal 1994 ogni anno, la prima domenica di febbraio, a Priverno si tiene la tradizionale Sagra della Falia coi broccoletti.

Territorio di produzione

Priverno (LT)


Actinidia PAT Lazio

La provincia di Latina è tra le prime in Italia ad ospitare impianti specializzati nella coltura dell’Actinidia a partire dai primi anni ‘70. Nel 1971 viene realizzata una piantagione sperimentale a…

Continua a leggere
Pangiallo PAT Lazio

Il Pangiallo è un dolce tipico natalizio, prodotto nella nostra regione, la cui origine viene fatta risalire all’antica Roma e, più precisamente, all’età imperiale. Si narra che fossero i “dolci dorati”,…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *