Vini di Sicilia
ELORO DOP

La Denominazione di Origine Controllata “Eloro” si riferisce a vini rossi e rosati, in alcuni casi con menzione di vitigno o con indicazione di sottozona.

Uvaggio

I vini Eloro vengono prodotti utilizzando uve provenienti da vigneti composti, per almeno il 90%, da vitigni Nero d’Avola, Frappato e Pignatello (da soli o congiuntamente). Possono concorrere alla vinificazione anche altri vitigni idonei alla coltivazione in Sicilia, ma non oltre il limite del 10%. Quando i vini sono accompagnati da indicazione del vitigno, questo deve rappresentare, da solo, la quota del 90%. Infine, nel caso di Eloro Pachino, la produzione deve utilizzare all’80% (minimo) il Nero D’Avola.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) è rubino, talvolta con riflessi violetti o granati, profumo franco e robusto, leggermente etereo, e sapore amarognolo, sapido, fresco e tannico, con un gradevole retrogusto asciutto. Il Rosato (11,5% vol.) è rosa grigio con riflessi granati, odore delicato con aroma di frutta e sapore vellutato, fruttato e leggermente acidulo. Il Nero d’Avola (12% vol.) è rosso, con odore vinoso e sapore secco. Il Frappato (12% vol.) ha odore intenso e sapore asciutto e armonico. Il Pignatello (12% vol.) è rosso intenso, con profumo delicatamente vinoso e gusto tipico, asciutto e gradevole. Infine, il Pachino (12% vol.) è rubino granato, con intensi riflessi rosso mattone per l’invecchiamento, il profumo è generoso e muschiato; il sapore di corpo, tannico, robusto, con retrogusto vellutato.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con un ristretto lembo di terra nella Sicilia sud-orientale. Si tratta di un’area di pianura e bassa collina, dove i rilievi non superano mai i 300 metri s.l.m e il clima è caldo – arido.

Specificità e note storiche

Il nome Eloro è omonimo a quello di un’antica città fondata dai coloni greco-corinzi, nel VII secolo a.C. Si trovava alla foce del fiume Tellaro, su una collina prospicente lo Jonio.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE ELORO DOP

Vini di Sicilia
DELIA NIVOLELLI DOP

Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) è giallo paglierino, con intensità variabile e riflessi verdognoli; l’odore è delicato e caratteristico, più o meno fruttato; il sapore è asciutto e armonico. Anche lo Spumante (11,5% vol.) è paglierino, con spuma fine, vivace e persistente, odore delicato e sapore fresco e armonico, oltre che…

Continua a leggere

Vini di Sicilia
MARSALA DOP

Dal punto di visto dell’aspetto, i vini Marsala possono essere dorati (con diverse gradazioni di intensità), giallo ambrato (anche in questo caso con intensità variabile) e rosso rubino (talvolta accompagnato da riflessi ambrati, dovuti all’invecchiamento). Il gusto, legato al contenuto zuccherino, può essere secco, semisecco o dolce, abbinato a sapore e profumo caratteristici. Il titolo…

Continua a leggere

Vini di Sicilia
SAMBUCA DI SICILIA DOP

Sambuca di Sicilia. L’ampia gamma di vini che rientrano nella denominazione fa si che le caratteristiche organolettiche risultino particolarmente variegate. All’interno del disciplinare è possibile rintracciare una puntuale descrizione corrispondente a ciascun vino. In linea generale, tutte le produzioni si presentano equilibrate, con un ottimo bilanciamento gustativo. Si riscontrano aromi gradevoli, armonici, caratteristici ed eleganti,…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *