Vini di Sardegna
ISOLA DEI NURAGHI IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Isola dei Nuraghi” identifica vini bianchi (con variante frizzante, spumante, spumante di qualità, da uve stramature e passito), rossi (anche frizzante, spumante, spumante di qualità, novello, uve stramature e passito) e rosati (anche frizzante, spumante e spumante di qualità).

Uvaggio

Per la produzione di vini a IGP “Isola dei Nuraghi” devono essere utilizzati vitigni idonei alla coltivazione in Sardegna. Nel caso della specificazione del vitigno (ad eccezione dei vitigni Cannonau, Girò, Nasco, Nuragus, Semidano) è necessario che questo rappresenti almeno l’85% delle uve utilizzate, mentre per il restante 15% possono concorrere tutti i vitigni idonei alla coltivazione in Sardegna.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10% vol.),anche frizzante, è di colore dal bianco carta al giallo ambrato, con odore caratteristico e sapore da secco a dolce. Il bianco passito (16% vol.) e da uve stramature (15% vol.) si distinguono per il colore da giallo ad ambrato. Le versioni rosso (11% vol.) e rosso frizzante hanno colore da rubino a granato, con profumo caratteristico e gusto da secco a dolce. Il novello ha riflessi violacei e sapore da secco ad abboccato. Il rosso passito (16% vol.) e da uve stramature (15% vol.) variano nel colore tendente all’aranciato. Il rosato (10,50% vol.), anche frizzante, è di color rosa, con odore caratteristico e sapore da secco a dolce. Gli spumanti si caratterizzano per una spuma fine e persistente, mantenendo, per il resto, i caratteri delle tipologie principali.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con l’intera regione Sardegna.

Specificità e note storiche

I reperti dei siti archeologici sardi, fra cui alcuni vinaccioli carbonizzati, testimoniano la presenza di una cultura del vino già nel 1300 a.C., dunque anteriormente ai Fenici, considerati i “padri” della diffusione della vite in Sardegna.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE ISOLA DEI NURAGHI IGP

Vini di Sardegna
NASCO DI CAGLIARI DOP

Il Nasco di Cagliari bianco si presenta con un aspetto che può spaziare dal giallo paglierino al dorato. Il sapore che lo accompagna è gradevole, caratteristico e manifesta un gusto che può andare dal secco al dolce. Le note olfattive rivelano un vino fine e delicato, con un titolo alcolometrico volumico totale minimo di 13,5%…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
MANDROLISAI DOP

Il Mandrolisai rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) è un vino dalla colorazione rubino, che tende a virare sul rosso arancio quando fatto invecchiare. L’odore che sprigiona è vinoso e gradevole, impreziosito da un profumo caratteristico. Il sapore è asciutto e sapido, con un retrogusto amarognolo. Nella variante Superiore permangono le stesse…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
MOSCATO DI SARDEGNA DOP

Il Moscato di Sardegna bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 14% vol.) presenta un tipico aspetto giallo dorato e spicca per l’intensità del suo aroma caratteristico, abbinato ad un sapore dolce e vellutato. Anche lo Spumante (11,5% vol.) è giallo paglierino, impreziosito però da una spuma fine ed evanescente; l’odore è aromatico, delicato e caratteristico;…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *