Vini di Sardegna
BARBAGIA IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Barbagia” comprende le seguenti tipologie di vini: bianco (anche nella tipologia frizzante), rosso (anche frizzante e novello) e rosato (anche frizzante).

Uvaggio

I vini a IGP “Barbagia” devono essere ottenuti con almeno l’85% di uve provenienti da uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sardegna, con l’esclusione dei vitigni Cannonau, Carignano, Girò, Malvasia, Monica, Moscato, Nasco, Nuragus, Semidano, Vermentino e Vernaccia. Possono concorrere alla produzione le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, non aromatici, idonei alla coltivazione in Sardegna, fino a un massimo del 15%. I vini a IGT “Barbagia”, con la specificazione di uno dei vitigni sopra indicati, possono essere prodotti anche nelle tipologie frizzanti e novello.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il bianco e bianco frizzante presentano un colore dal bianco carta al giallo ambrato, un profumo caratteristico e un sapore dal secco al dolce; il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10% vol. per il bianco semplice e 10,5% vol. per il frizzante. Le varianti rosso e rosso frizzante, invece, hanno un colore da rubino a granato, con odore caratteristico e gusto dal secco al dolce. Il novello si differenzia per il colore da violaceo a rubino e il sapore che va dal secco all’abboccato. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 11% vol. per il rosso e il novello e 10,5% vol. per il frizzante. Infine, il rosato e il rosato frizzante hanno un colore che spazia dal rosa al rosa carico, un profumo caratteristico ed un sapore dal secco al dolce; il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10,5% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con una della aree più interne della Sardegna (la Barbagia), che spazia dal massiccio del Gennargentu alla Gallura.

Specificità e note storiche

La particolare qualità dei vini della Sardegna centro-orientale è conosciuta da tempo notevole e dimostrata già dalla fine del XIX secolo su base scientifica, grazie alle opere del famoso enologo sardo Sante Cettolini.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE BARBAGIA IGP

Vini di Sardegna
SARDEGNA SEMIDANO DOP

Il Sardegna Semidano bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) ha un aspetto giallo paglierino, venato da riflessi che tendono al dorato, e rilascia un profumo caratteristico e con delicati sentori fruttati; il sapore è morbido, sapido e fresco. Identiche caratteristiche organolettiche anche per la variante Superiore e per quella con indicazione di sottozona…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
SIBIOLA IGP

Sibiola IGP I bianchi, anche frizzanti, presentano un colore dal bianco carta al giallo ambrato, abbinato a odore caratteristico e sapore dal secco al dolce. I rossi, anche frizzanti, hanno color da rosso rubino tenue a rosso granato, con odore caratteristico e gusto dal secco al dolce, mentre la versione novello si distingue per il…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
ARBOREA DOP

Il Sangiovese rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) ha un colore rosso rubino, l’odore è intenso e vinoso, il sapore è asciutto, ma morbido, fresco e aromatico. La versione rosata invece (11% vol.) ha un colore rosato tendente al cerasulo, l’odore è delicato, il sapore è asciutto, sapido, armonico e fresco. Il Trebbiano…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.