Vini di Puglia
BRINDISI DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Brindisi” comprende le seguenti tipologie di vini: Rosso (anche novello e spumante) rosato (anche spumante), bianco (anche spumante), Negroamaro (anche riserva, rosato e rosato spumante), Susumaniello, Chardonnay (anche spumante), Malvasia bianca (anche spumante), Fiano (anche spumante), Sauvignon (anche spumante).

Uvaggio

Rosso e rosato hanno almeno il 70% di Negroamaro, con cui possono concorrere, fino al tetto del 30%, le uve dei vitigni Malvasia nera di Brindisi, Susumaniello, Montepulciano, Sangiovese e altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione in Puglia. Il Negroamaro base, rosso e rosato invece, sono costituiti da almeno l’85% di Negroamaro, per il Susumaniello invece c’è bisogno di almeno l’85% di Susumaniello, il bianco quindi è composto da almeno l’80% di Chardonnay e Malvasia bianca, assolute o congiunte. Per questi vini possono concorrere uve di vitigni a bacca di colore analogo (massimo 20%). Per lo Chardonnay, il Malvasia bianca, il Fiano e il Sauvignon è richiesto almeno il 90% di uve del vitigno analogo, in concorso con uve di vitigni a bacca di colore analogo (massimo 10%).

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini rossi, rosso base, Negroamaro, Susumaniello, Novello, (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) hanno un colore rosso rubino più o meno intenso, caratteristico, con possibili riflessi violacei (Susumaniello); l’odore è etereo, intenso e gradevole; il sapore è caratteristico, leggermente vinoso e con note fruttate. I rosati (vol. 12% per i base e 11,5% per gli spumante) hanno un colore più o meno intenso, l’odore presenta note fruttate, delicate e vinose, il sapore risulta armonico e delicato. Le versioni spumante hanno spuma fine e persistente. I vini bianchi (vol. 11% base e 11,5% spumante) sono caratterizzati da un colore giallo paglierino più o meno intenso, l’odore è delicato, leggermente fruttato, con possibili note di lievito, il sapore va dal fresco e armonico, al sapido, all’extrabrut. Le versioni spumante hanno spuma fine e persistente.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione del “Brindisi” è caratterizzata dalla presenza di suoli profondi e argillosi, favorevoli a trattenere buone quantità di acqua.

Specificità e note storiche

La tradizione vitivinicola nell’area del “Brindisi” si è sviluppata maggiormente agli inizi del ‘900, grazie ai primi produttori che ne intuirono le potenzialità.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE BRINDISI DOP

Vini di Puglia
OSTUNI DOP

L’Ostuni Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) ha un aspetto giallo paglierino e rilascia un profumo vinoso e delicato, ben abbinato al sapore secco, armonico e dal gusto netto. L’Ottavianello (11,5% vol.), invece, si distingue per la sua colorazione che può spaziare dal cerasuolo al rosso rubino; l’odore è vinoso e delicato; il…

Leggi di +

Vini di Puglia
LOCOROTONDO DOP

Il Locorotondo bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) e la variante Superiore (12% vol.) sono color paglierino tenue, talvolta tendente al verdolino. L’odore è delicato e caratteristico e si affianca a un sapore asciutto, armonico, con un retrogusto leggermente amarognolo. Il Riserva (11% vol.), invece, si differenzia per i leggeri sentori speziati del…

Leggi di +

Vini di Puglia
GIOIA del COLLE DOP

Il Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) va dal rubino al granato, con odore vinoso e gradevole, profumo caratteristico e sapore asciutto, armonico e giustamente tannico. Il Rosato (11% vol.) è rubino delicato, con odore lievemente vinoso, profumo caratteristico di fruttato e gusto asciutto, fresco, armonico e gradevole. Il Bianco (10,5% vol.) tende…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *