Vini di Lombardia
PROVINCIA DI PAVIA IGP

L’indicazione geografica protetta “Provincia di Pavia” identifica vini bianchi (anche frizzanti e passiti), rossi (anche frizzanti, passiti e novelli) e rosati (anche frizzanti). Sono previste anche produzioni con indicazione del vitigno prevalente: Barbera, Croatina, Riesling, Cortese, Moscato, Malvasia, Pinot nero o Pinot noir, Pinot grigio, Chardonnay, Sauvignon, Cabernet Sauvignon, Dolcetto, Freisa, Vespolina o Ughetta di Canneto, Uva Rara, Muller Thurgau, Merlot, Nebbiolo.

Provincia di Pavia IGP

Uvaggio

I vini ad IGP “Provincia di Pavia” devono essere ottenuti da vitigni idonei alla coltivazione in Lombardia. Per la produzione dei vini con specificazione di vitigno deve essere utilizzato almeno l’85% del corrispondente uvaggio. Il restante 15%, invece, può essere prodotto da qualsiasi vitigno, a bacca dello stesso colore, idoneo alla Regione Lombardia.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 9% vol.), anche frizzante, ha color giallo paglierino, abbinato a odore intenso, fruttato e gusto fresco, da secco a dolce, a volte vivace. Il bianco passito (15% vol.) si distingue per il colore tendente all’ambra, il profumo intenso e fruttato, il sapore dolce, vellutato. La versione rosso (9% vol.), anche frizzante, è di color rosso rubino, con odore fruttato e sapore armonico, da secco a dolce, talvolta vivace. Il novello (11% vol.) si differenzia per il profumo fruttato e il sapore armonico, da secco a abboccato, a volte vivace. Il rosso passito (15% vol.) è rosso tendente al granato, ha odore intenso e sapore dolce, vellutato. Il rosato (9% vol.), anche frizzante, ha color rosa da tenue a cerasuolo, ha intenso profumo persistente e gusto da secco a dolce, a volte vivace.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende l’intero comprensorio dell’Oltrepò Pavese ad esclusione della zona litoranea del Po oltre ai comuni di Miradolo Terme e Inverno e Monteleone.

Specificità e note storiche

L’attività vitivinicola nella provincia pavese ha subito un sostanziale rinnovamento nel XX secolo a causa dell’insetto Fillossera, che ha determinato un forte cambiamento nelle colture della vite locale tradizionalmente caratterizzata da 225 vitigni autoctoni.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino PROVINCIA DI PAVIA IGP

Vini di Lombardia
SAN MARTINO DELLA BATTAGLIA DOP

Il vino bianco ha un aspetto giallo citrino che con l’affinamento tende al dorato; il profumo è caratteristico, intenso ed evoluto; al palato risulta fresco, secco e rotondo, con un leggero retrogusto di mandorla. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 11,5% vol. Il vino liquoroso (15% vol.), invece, si presenta giallo e tende…

Leggi di +

Vini di Lombardia
GARDA COLLI MANTOVANI DOP

Il vino bianco ha un aspetto giallo paglierino, con odore delicato e caratteristico e sapore asciutto, sapido e armonico. Il rosso, invece, spicca per la sua tonalità rubino, che invecchiando tende al cerasuolo; ha un odore vinoso delicato e gradevole che si abbina a un sapore asciutto, armonico e leggermente amarognolo. Nel rosato la colorazione…

Leggi di +

Vini di Lombardia
ALTO MINCIO IGP

L’“Alto Mincio” bianco presenta un colore giallo paglierino, con profumo armonico e sapore pieno. La versione rosato è caratterizzata da un odore delicato e un gusto asciutto. Il rosso presenta un colore rosso rubino, con odore vinoso e sapore asciutto. Per le tre le versioni, il titolo alcolometrico minimo è di 10,00% vol. Il rosso…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.