Vini della Toscana
ROSSO DELLA VAL DI CORNIA / VAL DI CORNIA ROSSO DOP

Nella denominazione di origine protetta “Val di Cornia Rosso” (conosciuta anche come “Rosso della Val di Cornia”) rientrano sia la versione base dell’omonimo vino rosso toscano, sia la sua variante Riserva.

Uvaggio

La produzione del Val di Cornia Rosso prevede l’utilizzo di un minimo del 40% di uve provenienti da vitigno Sangiovese e di una quota massima del 60% di uve da Cabernet sauvignon e Merlot, utilizzati sia da soli che congiuntamente. Inoltre, possono concorrere anche altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione in Toscana, purché non superino il tetto del 20% del totale. Infine, è escluso l’utilizzo del vitigno Aleatico.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

In entrambe le sue varianti, il Val di Cornia Rosso si presenta come un vino che esprime un ottimo equilibrio, caratterizzato da un’intensa e brillante tonalità rosso rubino, tendente al granato. Ha un odore vinoso, delicato ed elegante che ricorda la frutta rossa e si accompagna ad un sapore di buon corpo, giustamente tannico, asciutto, vellutato e armonico, talvolta impreziosito da sentori di legno. Il titolo alcolometrico è di 12,50% vol, che sale a 13,00% vol. nella Riserva.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si estende all’interno delle province di Livorno e Pisa. L’area si caratterizza per un profilo collinare e per temperature piuttosto miti.

Specificità e note storiche

La prima testimonianza della tradizione vitivinicola nella zona di produzione del Val di Cornia Rosso la offre Plinio il Vecchio, nella sua “Naturalis Historia”, quando parla di una vite, in Populonia, talmente grande da averci scolpito il volto di Giove. Un particolare ricordato anche da Targioni Terzetti, nel XVII secolo, nel testo “Viaggio in Toscana”.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino VAL DI CORNIA DOP

Vini della Toscana
CARMIGNANO DOP

Il Carmignano viene prodotto utilizzando uve provenienti da una pluralità di vitigni, in cui la prevalenza (50%) deve essere data al Sangiovese. Concorrono poi il Canaiolo nero (fino ad un massimo del 20%), il Cabernet Franc e il Cabernet Sauvignon (congiuntamente o da soli, per una quota tra il 10% e il 20%), il Trebbiano…

Leggi di +

Vini della Toscana
GRANCE SENESI DOP

Il vino Rosso (12% vol.) è color rubino e invecchiando tende al granato; l’odore è vinoso e gradevole, con sentori di frutta; il sapore è asciutto e armonico, dalla marcata complessità. Nella Riserva (13,5% vol.) i profumi sono più complessi, con possibili sentori di legno e spezie, e il sapore è giustamente tannico e con…

Leggi di +

Vini della Toscana
CAPALBIO DOP

Nei vini rossi (vol. 11%) si riscontra una tonalità rubino con riflessi violacei. Il profumo è vinoso e, nelle tipologie con maggior presenza di Cabernet Sauvignon, si arricchisce di note vegetali e di frutta matura, confettura e spezie. Il gusto è pieno e corposo, giustamente tannico. Infine, nella versione Riserva, il colore tende al granato…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *