Vini della Toscana
ORCIA DOP

Orcia è la Denominazione di Origine Protetta che identifica i vini delle seguenti tipologie: rosso, rosso Riserva, Rosato, Bianco, Sangiovese (anche Riserva) e Vinsanto.

Uvaggio

Il vino rosso Orcia e il Rosato sono prodotti a partire da uve provenienti da vigneti composti, per almeno il 60%, dal vitigno Sangiovese. Il medesimo vitigno è anche la base di riferimento (minimo 90%) per l’uvaggio con cui viene prodotta la tipologia Sangiovese. Per il Bianco, invece, si utilizza il Trebbiano toscano (minimo 50%), così come per il Vinsanto, dove può essere però unito alla Malvasia bianca lunga (da soli o congiuntamente devono raggiungere almeno il 50% del totale). In tutte le tipologie, per le quote restanti, possono essere utilizzati altri vitigni a bacca analoga, idonei alla coltivazione in Toscana.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

L’Orcia (12% vol.) e l’Orcia Riserva (12,5% vol.) sono vini color rosso rubino, che si caratterizzano per l’odore vinoso e fruttato e per il sapore secco, sapido e armonico. Il Bianco (11% vol.), invece, è di aspetto paglierino, talvolta con riflessi verdognoli; l’odore è fine e fruttato; il sapore asciutto e armonico. Diversamente, la tonalità del Rosato (11% vol.) spazia dal rosa tenue al cerasuolo, abbinata a un odore fine e fruttato e a un sapore secco, armonioso e fresco. Nel Sangiovese (12% vol.) e nel Sangiovese riserva (12,5% vol.), il colore rosso rubino tende al granato con l’invecchiamento; l’odore è vinoso, a volte impreziosito da note fruttate di ciliegia e viola; il sapore è asciutto, corposo e armonico. Infine, il Vinsanto (16% vol.) si presenta con tonalità dal giallo paglierino al dorato, all’ambrato intenso; l’odore è etereo e accompagnato da un aroma caratteristico; il sapore va dal secco al dolce ed è armonico, morbido e vellutato.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con un’area collinare situata nella parte sud della provincia di Siena, attraversata dal fiume Orcia e caratterizzata da un clima continentale-mediterraneo.

Specificità e note storiche

La denominazione “Orcia” condivide la storia vitivinicola di due suoi illustri “vicini”: Montepulciano e Montalcino. Da sempre è considerata zona di elezione per vini di alta qualità.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE ORCIA DOP

Vini della Toscana
Val di Magra IGP

Il titolo alcolometrico delle tipologie parte da un minimo di 10,50%. Per i tipi bianchi il colore varia da un giallo paglierino più o meno intenso con un sapore asciutto, fruttato e caratteristico del vigneto di provenienza. Per il rosso il colore è rubino, con un colore fruttato e di note speziate e il sapore…

Leggi di +

Vini della Toscana
COLLI DI LUNI DOP

Il Bianco (11% vol.) è di colore paglierino, con odore delicato e gradevole e sapore asciutto, armonico e caratteristico. Il Vermentino e Vermentino Superiore (11,5% vol.) ha stessa tonalità, mentre il profumo è caratteristico, intenso e fruttato, e il sapore asciutto, armonico e delicatamente mandorlato. Nella variante Riserva (12,5% vol.), il colore è più intenso,…

Leggi di +

Vini della Toscana
TERRATICO DI BIBBONA DOP

Il vino bianco (11% vol) ha un gradevole aspetto giallo paglierino, abbinato ad un odore fine e delicato e a un sapore secco e armonico. Il rosato (11,5% vol) si presenta con una colorazione arricchita da riflessi violacei, con un odore fine, delicato e fruttato e un sapore altrettanto lieve, secco e armonico. Infine, il…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.