Vini della Toscana
MAREMMA TOSCANA DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Maremma Toscana” identifica vini rossi, bianchi e rosati, prodotti anche nelle varianti passito, novello, spumante e vendemmia tardiva. Vi rientrano anche il Vin Santo e numerosi vini monovitigno: Ansonica, Chardonnay, Sauvignon, Trebbiano, Vermentino, Viognier, Alicante, Cabernet, Cabernet sauvignon, Canaiolo, Ciliegiolo, Merlot, Sangiovese e Syrah. Alcuni di questi possono essere realizzati nelle varianti spumante, passito e vendemmia tardiva, come indicato nel disciplinare.

Uvaggio

I vini bianchi Maremma Toscana, comprese le varianti Spumante, Passito e Vendemmia tardiva, sono prodotti con almeno un 40% di uve dai vitigni Trebbiano toscano e Vermentino, da soli o congiuntamente. Nel Vin Santo, invece, sono presenti Trebbiano toscano e Malvasia (anche fino al 100%). Diversamente, per i rossi è richiesto un 40% minimo di Sangiovese e per i rosati almeno il 40% di Sangiovese e Ciliegiolo. Tutti i monovitigno, infine, necessitano di una quota minima del’85% di uve specifiche dal relativo vitigno. In tutte le produzioni è prevista la possibilità di utilizzare, a completamento delle quote mancanti, altre uve a bacca analoga, idonee alla coltivazione in Toscana.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini rossi, di colore rubino con riflessi violacei, hanno caratteristiche influenzate dalla maggiore o minore presenza di Sangiovese. Nella versione base manifestano maggiore complessità aromatica, con note fruttate e speziate. Discorso analogo per il Rosato, che presenta riflessi rubino, profumi delicati e un gusto fresco, asciutto (o abboccato) e leggermente acidulo. I vini bianchi hanno aspetto giallo paglierino, abbinato ad un profumo fine e delicato, in cui le note fruttate e floreali possono farsi più accentuate. Al palato risultano asciutti, freschi e armonici. Ulteriori peculiarità della denominazione si riscontrano nei vini con vinificazione particolare (passito, vendemmia tardiva, spumante) e nei monovitigno, e sono tutte indicate nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con la provincia di Grosseto, nel sud della Toscana.

Specificità e note storiche

La viticoltura nella zona della Maremma Toscana ha senza dubbio origini etrusche, come rivelano numerosi ritrovamenti archeologici.

Scarica in formato PDF il disciplinare del vino Maremma Toscana DOP

Vini della Toscana
ORCIA DOP

L’Orcia (12% vol.) e l’Orcia Riserva (12,5% vol.) sono vini color rosso rubino, che si caratterizzano per l’odore vinoso e fruttato e per il sapore secco, sapido e armonico. Il Bianco (11% vol.), invece, è di aspetto paglierino, talvolta con riflessi verdognoli; l’odore è fine e fruttato; il sapore asciutto e armonico. Diversamente, la tonalità…

Leggi di +

Vini della Toscana
PARRINA DOP

Il Parrina rosso (11,5% vol.) è un vino dalla piacevole colorazione rubino, che può essere più o meno intensa; l’odore è delicato e gradevole e si abbina ad un sapore asciutto, armonico e vellutato. Diversamente, nel Bianco (11,5% vol.) la tonalità è paglierina e leggermente dorata, con odore vinoso, fine, profumato e persistente e sapore…

Leggi di +

Vini della Toscana
CARMIGNANO DOP

Il Carmignano viene prodotto utilizzando uve provenienti da una pluralità di vitigni, in cui la prevalenza (50%) deve essere data al Sangiovese. Concorrono poi il Canaiolo nero (fino ad un massimo del 20%), il Cabernet Franc e il Cabernet Sauvignon (congiuntamente o da soli, per una quota tra il 10% e il 20%), il Trebbiano…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.