Vini del Piemonte
SIZZANO DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Sizzano” identifica l’omonimo vino rosso e la sua variante Riserva.

Uvaggio

Le due tipologie di vino Sizzano vengono prodotte a partire da uve provenienti da vigneti composti in prevalenza dai vitigni Nebbiolo (Spanna), presente con una quota tra il 50% e il 70%, Vespolina e Uva Rara, che da soli o congiuntamente possono rappresentare un ulteriore porzione tra il 30% e il 50%. Eventualmente, fino al limite massimo del 10%, possono concorrere altri vitigni a bacca rossa, non aromatici, idonei alla coltivazione in Piemonte.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I Sizzano sono vini asciutti e sapidi, dal gusto particolarmente armonico e con un titolo alcolometrico volumico totale minimo di 12% vol. L’aspetto è rosso rubino, con riflessi granata, mentre l’odore risulta caratteristico e vinoso, fine e gradevole, impreziosito da lievi sentori di violetta. Nella variante Riserva, il sapore si arricchisce di un retrogusto leggermente amarognolo.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con il solo comune di Sizzano, un borgo che sorge ai piedi di un piccolo complesso collinare, che degrada verso il fiume Sesia.

Specificità e note storiche

Pur avendo origini antiche e apprezzate, il vino sizziese deve la sua grande fama ad un illustre personaggio dell’800 italiano: Camillo Benso Conte di Cavour, che era proprietario di diverse aziende agricole.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO SIZZANO DOP

Vini del Piemonte
ROERO DOP

Il vino Roero (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12,50% vol.), anche nella variante Riserva, può avere un colore rosso rubino o più vicino al granato. L’odore è caratteristico e fruttato, arricchito da un sentore di legno in caso di invecchiamento in botti. Al contempo, il sapore che manifesta al palato è di buon corpo, asciutto,…

Leggi di +

Vini del Piemonte
COLLI TORTONESI DOP

I vini Colli Tortonesi presentano peculiarità che permettono di distinguerli facilmente e che sono ampiamente descritte all’interno del disciplinare. Le varianti con indicazione di vitigno, poi, si arricchiscono di tutte quelle note organolettiche che sono proprie delle loro origini. In linea generale, all’interno della tipologia dei vini rossi, si può rintracciare un filo comune che…

Leggi di +

Vini del Piemonte
BARBERA D’ASTI DOP

Sia il Barbera d’Asti che il Barbera d’Asti Superiore, comprese le loro sottozone, hanno un colore rosso rubino, che con l’invecchiamento vira verso il granato. L’odore è intenso e caratteristico, tendente all’etereo. Il sapore è asciutto e di corpo, tranquillo e con l’invecchiamento si fa più armonico e di gusto pieno. Il titolo alcolometrico volumico…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.