Ripiene dell’Antico Forno PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della LIGURIA

Torta dolce dalla forma rotonda, ripiena e ricoperta da uno strato sottile di sfoglia, dal colore ambrato. Il diametro è di 18cm. Il ripieno, principalmente composta da frutta, varia a seconda dei frutti che in una data stagione sono presenti nel territorio. La torta, una volta prodotta, viene confezionata in sacchetti per alimenti riportanti il logo del forno, e corredati di nastro azzurro per la chiusura. La sua produzione avviene in laboratori di pasticceria autorizzati. 

Zona di produzione: Torriglia

Lavorazione: Gli ingredienti per la sua preparazione: farina, zucchero, uova, burro, farina per dolci. Per la farcitura: frutta di stagione, rigorosamente prodotta sul territorio; in aggiunta uvetta, pinoli, cannella, amaretti, cioccolato fondente. L’impasto è fatto a mano. La stesura della sfoglia si effettua con mattarello in legno e la base va posta in una teglia rotonda. La farcitura, a base di frutta locale, si versa sulla base e, infine, si procede alla copertura. La seconda sfoglia tirata si pone sopra la farcitura e si schiaccia ai bordi della base. Infine, si procede alla cottura in forno.

Curiosità: La produzione della torta ripiena risale al 1940, quando Gemma Gardella (nonna degli attuali proprietari del forno) gestiva un negozio di alimentari a Torriglia. Gemma preparava la torta con gli ingredienti stagionali a dispozione e lo cuoceva nell’unico forno presente nel borgo.

Questo forno storico, probabilmente il più antico del paese, ha da poco assunto vesti nuove, pur mantenendo la tradizione e tutte le ricette del passato. Infatti, la sede vecchia era il negozio di piazza Gastaldi, nel borgo antico di Torriglia, caro alle tante generazioni di ragazzi che d’estate attorno alle 17 si mettevano in coda per la focaccia con la salvia appena sfornata… Quanti ricordi!

Baciocca PAT

La baciocca è un piatto diffuso nell’entroterra del levante genovese, composto da pochi elementi, semplici e sostanziosi, ma talmente gustoso da essere proposto oggi come antipasto in molti ristoranti attenti alle tradizioni. Alla sua base ci sono le patate quarantine che trovano la loro terra d’elezione sulla montagna genovese dove vengono peraltro considerate tra le migliori varietà.

Leggi di +

Cappon magro Ligure PAT

Nato in tempi assai remoti, nella versione più semplice, come piatto povero, o sulle navi o nelle cucine dei ricchi dove la servitù riutilizzava gli avanzi dei banchetti. In entrambe le ipotesi alla base c’è la necessità di riutilizzare il pesce avanzato della zuppa (solitamente il cappone, pesce di poco valore e sicura antitesi del…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.