PERA ANGELICA PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale delle Marche

Descrizione del prodotto

Pera Angelica

Diffusione: provincia di Pesaro e Urbino, in particolare nei Comuni di Serrungarina, Saltara, Cartoceto, Mombaroccio e Montemaggiore.

L’albero è di media vigoria, con piante alte a chioma piramidale e rami eretti; foglie piccole rotondeggianti, ripiegate indietro, verdi e di colore rosso-rame in autunno. Buona allegagione dei fiori, la produzione è costante.

Frutto rotondeggiante di colore verde-giallo con grande macchia rosata nella zona esposta al sole. Peduncolo forte e diritto, calice poco profondo e piccolo. Il frutto ha sapore delicato, polpa butirrosa con piccole granulazioni intorno al cuore, succosa, con note di moscato, leggermente speziata.

La pera angelica, oltre ad essere consumata come frutta fresca, può essere utilizzata a fine pasto nella preparazione di piatti locali o anche, come confettura, in diverse tipologie di dolci.

I terreni sui quali viene normalmente coltivata la pera angelica derivano da rocce prevalentemente arenacee ma trova buone condizioni di coltivazione anche su terreni argillosi.

Le prime produzioni si hanno dopo tre anni circa. La tecnica di coltivazione è analoga a quella di altre varietà di pero. Generalmente presenta una maggiore sensibilità alla psilla.

L’albero è longevo, ne esistono sul territorio del Comune di Serrungarina esemplari di oltre sessanta anni. Le pere vengono raccolte all’inizio del mese di settembre, anticamente venivano poste nel tradizionale “melaro”, cesto di paglia posto in sommità di un gelso (Morus alba).

Oggi le pere, raccolte in casse di campagna leggere, possono essere conservate sotto tettoia per un breve periodo, mentre, per periodi più lunghi, è necessario utilizzare celle frigo.Nella provincia di Pesaro la coltivazione della pera angelica, soprattutto negli anni ’60, era estremamente frazionata; le piante generalmente erano coltivate lungo i filari a distanza variabile e consociate a colture erbacee. Ogni anno in estate si svolge a Serrungarina la Festa della Pera Angelica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *