Cannolo irpino PAT Campania

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Campania

II cannolo irpino è un dolce di forma cilindrica lungo 10-12 cm e con diametro di circa 2-3 cm. Esternamente presenta una croccante cialda dorata, tempestata di piccole bollosità, dovute alla frittura in olio, e una copertura di zucchero a velo. Particolari sono Ie estremità di questo cannolo che da una parte presenta la granella di nocciole, daII’altra i fichi di San Mango canditi.

All’interno è ripieno di una gustosa farcia biancastra a base di ricotta di Carmasciano, in cui spiccano piccoli e morbidi pezzi di fichi. Farina, zucchero, vino Aglianico, olio extravergine biologico monovarietale Ravece prodotto a Frigento (Av), miele e uova sono gli ingredienti per la preparazione della cialda; questi, mescolati in una planetaria, formeranno un impasto che, lasciato riposare un’intera notte, risulterà morbido e facilmente estensibile. La mattina seguente, la pasta viene lavorata a mano su banchi da lavoro in acciaio e stesa con I’ausiIio di un matterello di legno. La sfoglia spessa circa 1mm, viene poi tagliata in pezzi di forma ovale, al centro dei quali viene posizionato un piccolo cilindro in acciaio; afferrando con ie dita ie due estremità della pasta, la si avvolge intorno al cilindro sigillandone i lembi con una spennellata di uovo.

I cannoli cosi realizzati vengono fatti raffreddare per circa un’ora prima di essere fritti in olio bollente per pochissimi minuti. Tolto il cilindro dal centro, i cannoli sono pronti per essere farciti con il ripieno a base di ricotta, fichi e zucchero, e decorati esternamente con granella di nocciola, fichi ed una spolverata di zucchero a velo.

Territorio di produzione

Comuni di Solofra, Serino, Montoro, Forino, Contrada (AV)

Migliaccio PAT Campania

Anticamente la farina di miglio brillato veniva usata per molte ricette, cosicché il nome migliaccio, che deriva, per l’appunto, dal miglio, è stato attribuito a molti piatti regionali di cui rappresentava l’ingrediente principale. Nella cucina moderna la farina di miglio è stata sostituita da quella di granturco, con la quale oggi, in tutta la provincia…

Continua a leggere

Pizza chiena PAT Campania

La “pizza chiena” dell’Irpinia è, come ci suggerisce il suo nome, una pizza la cui ricchezza è costituita dal ripieno. Individuarne l’origine è difficile, ma sicuramente è un pietanza contadina che nasce dall’esigenza di realizzare un piatto unico e molto nutriente con ingredienti non particolarmente costosi. è, infatti, una squisita variante della lavorazione del pane…

Continua a leggere

Pasta mischiata PAT Campania

Dalla selezione di ogni formato venivano tolti i pezzi di forma imperfetta, o rotti, o deformati durante l’asciugatura; venivano poi confezionati a parte e venduti ad un prezzo più basso. Oggi sono scelti per minestre di vario tipo, cui conferiscono la giusta consistenza ed una certa varietà di grado di cottura (per le trafile diverse)…

Continua a leggere

Diventa anche tu ViVi Greeners Conosci le Cannolo irpino prodotto campano?
Aiutaci nel nostro progetto, se hai curiosità, immagini o vuoi aggiungere una descrizione del prodotto. SCRIVICI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.