Vini di Calabria
COSTA VIOLA IGP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO COSTA VIOLA IGP

Costa Viola IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Costa Viola”comprende diverse tipologie di vini: bianco, rosso, rosso novello, rosato e rosato novello.

Uvaggio

I vini “Costa Viola” devono essere ottenuti da uve provenienti da uno o più vitigni idonei alla coltivazione in Calabria. La specificazione di un vitigno specifico è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti per almeno l’85% da quel vitigno. Per la restante parte, possono concorrere vitigni a bacca dello stesso colore, non aromatici, idonei alla coltivazione in Calabria, fino a un massimo del 15%.”

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini ad IGP “Costa Viola” bianchi sono di color giallo paglierino, con odore intenso e sapore asciutto, armonico. La tipologia rosso ha colore rubino, emana un profumo vinoso ed ha un sapore caldo, armonico. Il rosso novello presenta un colore più carico e un odore intenso, fruttato. Il rosato, infine, è di color rosa più o meno intenso, caratterizzato da un odore fine e un gusto fresco, gradevole. Nella versione novello si differenzia per il colore più carico e il profumo fruttato. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 11,00% vol. per il bianco e il rosato, 11,50% vol. per il rosato novello, 12,00% vol. per il rosso e il rosso novello.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende la parte terminale dello stivale calabrese, il tratto di costa tra Scilla e Palmi appena fuori dallo stretto di Messina.

Specificità e note storiche

Pare sia stato Omero ad attribuire l’appellativo di Costa Viola al territorio costiero della zona terminale della Calabria. I vini calabresi vantano una storia di grande celebrità, dovuta in particolare al loro utilizzo come dono agli atleti vittoriosi nelle gare olimpiche. La loro fama li trasformò ben presto in prodotto dall’alto valore commerciale, avviato al mercato Mediterraneo dai porti di Sibari, Crotone e Locri.”

Costa Viola IGP

I vini “Costa Viola” devono essere ottenuti da uve provenienti da uno o più vitigni idonei alla coltivazione in Calabria. La specificazione di un vitigno specifico è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti per almeno l’85% da quel vitigno. Per la restante parte, possono concorrere vitigni a bacca dello stesso colore, non aromatici, idonei alla coltivazione in Calabria, fino a un massimo del 15%.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *