Vini di Sardegna
THARROS IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Tharros” comprende tre tipologie di vini: Bianco (anche Frizzante), Rosso (anche Frizzante e Novello) e Rosato (anche Frizzante).

Uvaggio

Gli IGP “Tharros” devono essere ottenuti da vitigni idonei alla coltivazione in Sardegna. La specificazione del vitigno prevede che questo (ad esclusione dei vitigni Cannonau, Carignano, Girò, Malvasia, Monica, Moscato, Nasco, Nuragus, Semidano, Vermentino, e Vernaccia) rappresenti una quota minima dell’85% dell’intero uvaggio utilizzato per la vinificazione, mentre il restante 15% può essere ottenuto da qualsiasi vitigno idoneo alla coltivazione in Sardegna.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Bianco, anche nella variante Frizzante, presenta un colore dal bianco carta al giallo ambrato, con odore caratteristico e sapore dal secco al dolce. Il Rosso, anche Frizzante, è di colore da rubino tenue a granato, con odore caratteristico e gusto dal secco al dolce. La versione Novello, invece, si distingue per il colore, che va da rosso con riflessi violacei a rubino, e per il sapore, che spazia dal secco all’abboccato. La tipologia Rosato, infine, si caratterizza per il colore, da rosa pallido a rosa carico, abbinato ad un profumo tipico e ad un sapore da secco a dolce. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10% vol. per il Bianco, 10,50% vol. per i frizzanti e per il Rosato semplice, 11% vol. per il Rosso e il Rosso novello.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende la gran parte della provincia di Oristano.

Specificità e note storiche

Come nel resto della Sardegna, anche in quest’area la presenza della coltivazione della vite risale all’epoca nuragica (XIII sec. a.C. circa). A Cabras, precisamente in località Sa Osa, sono stati ritrovati vinaccioli e resti di vasi vinari.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE THARROS IGP

Vini di Sardegna
NURRA IGP

Gli IGP “Nurra” bianchi, anche frizzanti, presentano un colore dal bianco carta al giallo ambrato, abbinato a odore caratteristico e sapore dal secco al dolce. I rossi, anche frizzanti, sono di color da rosso rubino tenue a rosso granato, con odore caratteristico e gusto dal secco al dolce, mentre la versione novello si distingue per il colore da rosso con riflessi violacei a rosso rubino ed il sapore dal secco all’abboccato. La tipologia rosato, infine, alla vista è color da rosa pallido a carico, con un profumo caratteristico e sapore da secco a dolce. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10% vol. per il bianco, 10,50% vol. per bianco, rosso e rosato frizzanti e rosato semplice, 11% vol. per il rosso e il rosso novello.

Continua a leggere

Vini di Sardegna
SARDEGNA SEMIDANO DOP

Il Sardegna Semidano bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) ha un aspetto giallo paglierino, venato da riflessi che tendono al dorato, e rilascia un profumo caratteristico e con delicati sentori fruttati; il sapore è morbido, sapido e fresco. Identiche caratteristiche organolettiche anche per la variante Superiore e per quella con indicazione di sottozona “Mogoro”, che si distinguono solamente per una gradazione alcolica leggermente più alta, pari a 13% vol. nel primo caso e 11,5% vol. nel secondo. Nello Spumante (11,5% vol.), invece, la tonalità paglierina è impreziosita da riflessi verdognoli e da una spuma fine e persistente; l’odore è caratteristico e delicato; il sapore è fresco, sapido e leggermente aromatico e può spaziare dal secco, all’amabile, al dolce. Infine, il Passito (15% vol.) si presenta giallo oro, con odore intenso ed etereo, che richiama la frutta matura, e sapore dolce, pieno e mielato.

Continua a leggere

Vini di Sardegna
CARIGNANO del SULCIS DOP

Il Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) si presenta color rubino, con odore vinoso, gradevolmente intenso e sapore asciutto, sapido e armonico. Nella Riserva (12,5% vol.) la tonalità si fa più intensa, il profumo è fine ed elegante e il gusto caratteristico e asciutto. Il Superiore (13% vol.) tende al granato nell’aspetto e si accompagna ad un odore intenso e caratteristico e a un sapore asciutto, pieno e armonico. Nel Novello (11,5% vol.) il colore è rubino, con odore vinoso e fruttato e sapore asciutto e sapido. Nel Passito (16% vol.), invece, il colore vira sull’ambrato, l’odore si fa più intenso e il sapore è dolce morbido e vellutato. Infine, il rosato (11,5% vol.) presenta un aspetto dall’intensità variabile ed ha un profumo gradevolmente vinoso e un gusto secco e armonico.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *