Vini di Sardegna
CAGLIARI DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO CAGLIARI DOP

CAGLIARI DOP – SARDEGNA

La Denominazione di Origine Protetta “Cagliari” è riconosciuta ad un’ampia serie di vini sardi: Malvasia, Malvasia spumante, Malvasia riserva, Monica, Monica riserva, Moscato, Vermentino e Vermentino superiore.

Uvaggio

I vini Cagliari Malvasia sono prodotti con uve da vitigno Malvasia di Sardegna per almeno l’85%. Concorrono poi, fino al tetto del 15%, altri vitigni a bacca di colore analogo (anche aromatici, per lo spumante) idonei alla coltivazione nella regione. I vini Monica, invece, hanno un 85% minimo di vitigno omonimo e un massimo del 15% da altri vitigni a bacca analoga, coltivabili in Sardegna. Rispettando le stesse proporzioni e il medesimo principio, per il Moscato il vitigno prevalente è il Moscato bianco, per i vini Vermentino è quello omonimo.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Malvasia (titolo alcolometrico volumico totale minimo 14% vol.) è paglierino e tende al dorato. Odore intenso, delicato; sapore dal secco al dolce. Nella versione Spumante (12% vol.) presenta una spuma fine e persistente e manifesta un sapore da brut a dolce. La variante Riserva (14% vol.), invece, è giallo dorato, con sapore che spazia dal secco al dolce. Diversamente, i vini Monica (13% vol.) sono di un tenue rosso rubino, tendente all’arancio. Odore intenso, etereo e delicato; sapore dolce e gradevole, che nella Riserva si fa morbido e vellutato. Il Moscato (14% vol.), invece, è giallo dorato, con odore intenso e sapore dolce. Infine, i Vermentino (10,5% vol., 12% vol per il Superiore) hanno tonalità paglierino con riflessi verdolini. L’odore è delicato e gradevole, il sapore va da secco a dolce, fresco e sapido, con retrogusto amarognolo nella versione base.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione interseca le province di Cagliari, Medio Campidano, Carbonia-Iglesias e Oristano.

Specificità e note storiche

La zona di produzione della DOC “Cagliari” è assai complessa e variegata dal punto di vista geologico, pedologico e degli ecosistemi correlati. Il paesaggio può presentarsi molto vario da morbido ad aspro in funzione della natura dei substrati e della vegetazione presente e passando da cime elevate a linee di costa. Il periodo d’oro della viticoltura sarda, coincise con la dominazione da parte delle due Repubbliche marinare di Pisa e Genova, che favorirono l’esportazione dei vini pregiati e un notevole aumento degli scambi commerciali.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO CAGLIARI DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.