Vini di Sardegna
COLLI DEL LIMBARA IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Colli del Limbara” comprende tre tipologie di vini: bianco, anche nella variante frizzante, rosso, anche nelle varianti frizzante e novello, rosato, anche nella variante frizzante.”

Uvaggio

I vini IGP “Colli del Limbara” devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti da uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sardegna. La denominazione IGP “Colli del Limbara”, con la specificazione di uno dei vitigni idonei alla coltivazione nella Regione Sardegna, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti composti per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni (sono esclusi Cannonau, Carignano, Girò, Malvasia, Monica, Moscato, Nasco, Nuragus, Semidano, Vermentino, e Vernaccia). Possono concorrere alla produzione le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, non aromatici, idonei alla coltivazione nella Regione Sardegna, fino a un massimo del 15%.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini ad IGP “Colli della Limbara” bianchi hanno un colore dal bianco carta al giallo ambrato, odore caratteristico e sapore dal secco al dolce. La versione rosso presenta un colore rubino tendente al granato con la maturazione, con un profumo caratteristico e un gusto dal secco al dolce. Il rosso novello si differenzia per il gusto dal secco all’abboccato. Il rosato, invece, si caratterizza per un colore dal rosa al cerasuolo, odore caratteristico e sapore dal secco al dolce. Le versioni frizzanti di bianco, rosso e rosato si distinguono per il sapore dal secco al dolce, frizzante, ed una spuma fine, evanescente. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10,00% vol. per il bianco, 10,5% vol. per il rosato e le versioni frizzanti e 11,00% vol. per il rosso e il rosso novello.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si trova all’estremità nord orientale della Sardegna e coincide in larga parte con la regione granitica della Gallura, in Provincia di Sassari.

Specificità e note storiche

La coltivazione della vite e i processi di addomesticamento e trasformazione della “Vitis vinifera silvestris” hanno fatto parte della vita dei territori Galluresi dalla prima Età del Ferro fino ai giorni nostri.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE COLLI DEL LIMBARA IGP

Vini di Sardegna
OGLIASTRA IGP

I bianchi, anche frizzanti, presentano un colore dal bianco carta al giallo ambrato, abbinato a odore caratteristico e sapore dal secco al dolce. I rossi, anche frizzanti, hanno color da rosso rubino tenue a rosso granato, con odore caratteristico e gusto dal secco al dolce, mentre la versione novello si distingue per il colore da…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
SIBIOLA IGP

Sibiola IGP I bianchi, anche frizzanti, presentano un colore dal bianco carta al giallo ambrato, abbinato a odore caratteristico e sapore dal secco al dolce. I rossi, anche frizzanti, hanno color da rosso rubino tenue a rosso granato, con odore caratteristico e gusto dal secco al dolce, mentre la versione novello si distingue per il…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
CARIGNANO del SULCIS DOP

Il Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% vol.) si presenta color rubino, con odore vinoso, gradevolmente intenso e sapore asciutto, sapido e armonico. Nella Riserva (12,5% vol.) la tonalità si fa più intensa, il profumo è fine ed elegante e il gusto caratteristico e asciutto. Il Superiore (13% vol.) tende al granato nell’aspetto e…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *