Vini di Sardegna
MONICA DI SARDEGNA DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Monica di Sardegna” identifica l’omonimo vino rosso e le sue varianti Superiore e Frizzante.

Uvaggio

Per la produzione dei vini Monica di Sardegna devono essere utilizzate uve provenienti da vigneti composti, per almeno l’85%, da vitigno Monica. Per la restante quota, che non deve comunque eccedere il 15%, possono essere utilizzati altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione in Sardegna.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini Monica di Sardegna presentano caratteristiche comuni piuttosto marcate. L’aspetto è di un piacevole rosso rubino, che nelle versioni base e superiore, con l’invecchiamento, può virare verso l’amaranto. L’odore risulta intenso, etereo e gradevole. Il sapore è secco (anche amabile nel base e nel Frizzante) e sapido, impreziosito da un caratteristico retrogusto. Per quanto riguarda il titolo alcolometrico volumico totale minimo, varia dagli 11% vol. della versione base e del Frizzante ai 12,5% vol. del Superiore.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con l’intera isola di Sardegna. Un territorio ampio e variegato, che si caratterizza, però, per un clima tendenzialmente mite, vista la presenza del mare, che non dista mai più di una cinquantina di chilometri.

Specificità e note storiche

Sulle origini del vitigno Monica ci sono ricostruzioni storiche molto diverse. C’è chi lo considera un vitigno importato, attribuendone la paternità alternativamente ai Mori o agli Spagnoli. Altri, come il Mameli, ritengono invece che si tratti di un vitigno originatosi in loco.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE MONICA DI SARDEGNA DOP

Vini di Sardegna
ARBOREA DOP

Il Sangiovese rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) ha un colore rosso rubino, l’odore è intenso e vinoso, il sapore è asciutto, ma morbido, fresco e aromatico. La versione rosata invece (11% vol.) ha un colore rosato tendente al cerasulo, l’odore è delicato, il sapore è asciutto, sapido, armonico e fresco. Il Trebbiano…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
NASCO DI CAGLIARI DOP

Il Nasco di Cagliari bianco si presenta con un aspetto che può spaziare dal giallo paglierino al dorato. Il sapore che lo accompagna è gradevole, caratteristico e manifesta un gusto che può andare dal secco al dolce. Le note olfattive rivelano un vino fine e delicato, con un titolo alcolometrico volumico totale minimo di 13,5%…

Continua a leggere

Vini di Sardegna
NURAGUS DI CAGLIARI DOP

Il Nuragus di Cagliari (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.), nella sua versione base, ha una colorazione giallo paglierino (a volte più tenue), impreziosita da leggeri riflessi verdognoli. L’odore che sprigiona è caratteristico, delicato e gradevole e si abbina ad un sapore altrettanto caratteristico, con gusto che va dal secco all’amabile. Nella variante Frizzante…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.