Vini della Campania
COLLI DI SALERNO IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Colli di Salerno” è riservata ai vini: bianchi, anche nelle tipologie frizzante, amabile e passito; rossi, anche nelle tipologie frizzante, amabile, passito e novello; rosati, anche nelle tipologie frizzante e amabile.

Colli di Salerno IGP

Uvaggio

I vini a Indicazione Geografica Protetta “Colli di Salerno” devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell’ambito aziendale, da uno o più vitigni a bacca di colore analogo, idonei per la provincia di Salerno. È prevista una quota minima dell’85% per la specificazione dei vitigni Aglianico, Barbera, Coda di Volpe, Falanghina, Fiano, Greco, Moscato, Piedirosso, Primitivo, Sciascinoso. Possono essere utilizzate uve dei vitigni a bacca dello stesso colore, non aromatici, fino ad un massimo del 15%, idonei per la provincia di Salerno.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini a Indicazione Geografica Protetta “Colli di Salerno” bianchi sono di color giallo paglierino, odore fruttato e floreale, sapore secco ed equilibrato; la versione passito varia il colore in funzione del vitigno, mentre l’odore è fruttato e floreale e il gusto amabile o dolce armonico. La tipologia rosso ha color rubino, abbinato ad un profumo fruttato, floreale e un sapore secco, equilibrato; la versione passito si distingue per il colore, variabile in funzione del vitigno, ed un gusto amabile o dolce armonico. Il rosato, infine, presenta un colore rosa più o meno intenso, emana un profumo floreale ed ha un sapore secco, equilibrato. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10,00% vol. per il bianco, 10,50% vol. per rosso e rosato, 15,00% vol. per entrambe le tipologie di passito.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende le aree collinari dei Lattari, le colline interne sino alle colline cilentane e del vallo di Diano, nell’intero territorio della provincia di Salerno.

Specificità e note storiche

L’ottima posizione geografica della Campania e la fertilità delle sue terre crearono, sin dall’antichità, il mito della “Campania Felix”. Sono celebri le descrizioni dei vini campani da parte dei primi esperti di vitivinicoltura della storia dell’umanità: Plinio, Columella, Virgilio, Catone.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino COLLI DI SALERNO IGP

Vini della Campania
SANNIO DOP

L’ampia gamma di vini che rientrano nella denominazione fa si che le caratteristiche organolettiche espresse risultino altrettanto variegate. Le peculiarità di ciascuna produzione, puntualmente rintracciabili nel disciplinare, sono influenzate da differenti fattori: il vitigno prevalente, il metodo di vinificazione, la sottozona di produzione. In generale, però, tutti i vini Sannio risultano equilibrati e originali.

Leggi di +

Vini della Campania
AGLIANICO DEL TABURNO DOP

L’Aglianico del Taburno rosso è color rubino, tendente al granato, con odore persistente e sapore secco e di corpo. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12% vol. La versione rosata, invece, di colore rosa intenso, emana un profumo delicato, fresco e fruttato, abbinato a un sapore secco, armonico e fine. Il titolo alcolometrico…

Leggi di +

Vini della Campania
TAURASI DOP

Il Taurasi rosso è un vino dall’intensa colorazione rubino, che con l’invecchiamento tende al granato e acquista riflessi arancioni. Ha un odore caratteristico ed etereo, gradevole e con intensità variabile, mentre il sapore è pieno, asciutto, armonico ed equilibrato, arricchito da un retrogusto persistente. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12% vol. Le…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *