Vini della Campania
BENEVENTO, BENEVENTANO IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Benevento” (o “Beneventano”) è riservata ai vini: bianchi, anche frizzante e passito; rossi, anche nelle varianti frizzante, passito e novello; rosati, anche frizzante.

Benevento o Beneventano IGP

Uvaggio

I vini ad IGP “Benevento” devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti da uno o più vitigni riconosciuti idonei alla coltivazione per la provincia di Benevento. È prevista una quota minima dell’85% nel caso di specificazione di uno dei vitigni Aglianico, Barbera, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Coda di Volpe, Falanghina, Fiano, Greco, Malvasia (Bianca di Candia), Merlot, Moscato bianco, Piedirosso, Sangiovese, Sciascinoso. Possono essere utilizzate le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, inclusi tra quelli idonei alla coltivazione per la provincia di Benevento, fino ad un massimo del 15%.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il bianco ha un colore giallo paglierino, accompagnato da un sapore secco e abboccato, un profumo fruttato e floreale; la variante bianco passito ha un colore più dorato, un odore intenso e gusto amabile o dolce. Il rosso presenta un colore rosso rubino, un profumo floreale, fruttato e un sapore secco o abboccato; la versione rosso passito si differenzia per il colore granato, l’odore intenso e il gusto amabile o dolce; il rosso novello, invece, ha odore vinoso. Il “Benevento” rosato è di colore rosa, di profumo fruttato, floreale e di sapore secco. Il titolo alcolometrico minimo è pari a 10,00% vol. per il bianco, 10,50% vol. per rosso ed il rosato, 11,00% vol. per il rosso novello e 16,00% vol. per il bianco e il rosso passito. I parametri variano in funzione del vitigno utilizzato.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione è, nell’insieme, collinare, con rilievi compresi tra i 200 e i 650 metri di altitudine, che la rende un’area favorevole alla coltivazione della vite (intera provincia di Benevento).

Specificità e note storiche

Già nella seconda metà del V secolo a.C. Platone citava, nelle sue opere, l’esistenza di un eccellente vino di Benevento dal lieve aroma fumé.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino BENEVENTO, BENEVENTANO IGP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *